lunedì 13 giugno 2011

Blogger americano confessa, 'Amina ero io' Attivisti, uccisi 1.330 civili

Raccontava rivolte, falsa notizia arresto mobilito' web

 

ROMA - Amina, la blogger lesbica siriana che raccontava le proteste contro il regime ed era poi stata arrestata dalla polizia, scatenando una campagna internazionale per la sua liberazione, non è mai esistita. A curare il blog "A Gay Girl in Damascus" era un americano che vive ad Edimburgo, Tom MacMaster, 40 anni. L'uomo, riferisce il Guardian, ha ammesso l'imbroglio con un messaggio sul blog, dopo che vari internauti erano risaliti a lui. La messinscena ha fatto infuriare i veri blogger siriani.


Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento