giovedì 9 giugno 2011

Cesare Battisti è un uomo libero il Brasile decide per il no all'estradizione

L'ex terrorista è stato rilasciato dal carcere di Papuda, dove era rinchiuso da quattro anni. La corte suprema brasiliana ha votato a maggioranza, 6 contro 3, per la sua liberazione dell'ex terrorista. L'avvocato che rappresenta l'Italia: "Non rispettata Convenzione di Vienna". Meloni (Pdl): "Uno schiaffo"

 

BRASILIA - È finita pochi minuti dopo le 5 (ora italiana), dopo quattro anni e 52 giorni, la reclusione di Cesare Battisti nel carcere di Papuda, in Brasile. L'ex terrorista - condannato in Italia in contumacia per quattro omicidi - è stato liberato dopo la decisione del Tribunale supremo federale brasiliano, che ha deciso di negare l'estradizione in Italia. "Rimarrà in Brasile, ha molti amici", ha detto il suo legale. Nessuna dichiarazione da parte dell'ex terrorista.

 

Continua qui
 

Nessun commento:

Posta un commento