martedì 14 giugno 2011

VESPA, NIENTE REFERENDUM E LERNER LO IRRIDE

Bruno Vespa durante Porta a Porta di lunedì 13 giugno
ROMA - Ogni rete televisiva ha le sue priorità, e sarebbe grave se non fosse così. Ma il palinsesto di Raiuno di lunedì 13 giugno ha stupito molti tra telespettatori, osservatori e semplici cittadini, che tramite Internet, blog e social network vari si sono chiesti come mai, il giorno in cui i 4 referendum su acqua, nucleare e legittimo impedimento supera ampiamente il quorum (con i Sì che vincono con percentuali bulgare), sulla rete ammiraglia del servizio pubblico non si sia visto nemmeno un programma di approfondimento.
Unica eccezione per quanto riguarda la Rai, un lunghissimo speciale del Tg3 condotto dal direttore Bianca Berlinguer, che dalle 15 si è poi "dilungato" fino alla prima serata, con Hotel Patria, la trasmissione condotta da Paolo Calabresi, rimandata di una settimana. Ma è Porta a Porta la vera sorpresa: il talk show di Bruno Vespa, nel giorno dei referendum, parla dei "delitti irrisolti" di questo inverno, da Sarah Scazzi a Yara Gambirasio, passando per Melania Rea. Una scelta molto particolare, che non è sfuggita ad uno dei principali critici di Vespa, Gad Lerner, che ha aperto L'Infedele ironizzando proprio su questa scelta.

Nessun commento:

Posta un commento