giovedì 30 giugno 2011

Restivo condannato all'ergastolo per l'omicidio di Heather Barnett

LONDRA - Ergastolo. Il massimo della pena per Danilo Restivo, accusato in Italia dell'omicidio di Elisa Claps e condannato in Inghilterra per l'assassinio di Heather Barnett, uccisa il 12 novembre 2002 a Bournemouth, nel Dorset. "Lei non uscirà mai di prigione", ha detto il giudice Michael Bowes nel pronunciare la sentenza. In precedenza il magistrato inglese aveva sottolineato che le prove dimostrano senza ombra di dubbio che Restivo ha ucciso anche Elisa Claps: "Lei è recidivo", aveva affermato nell'aula di Winchester.

Fonte

Inflazione: a giugno +2,7%, record dal 2008. Su aumento pesano rialzi per i trasporti

Stando ai dati resi noti dall'Istat, che ha diffuso le stime preliminari, i prezzi rispetto a maggio sono cresciuti dello 0,1%. Incidono anche gli aumenti dei beni alimentari lavorati (+0,4%) e dei servizi ricreativi. Biglietti per aerei, traghetti e treni sempre più cari.

 

ROMA - Accelera la corsa dei prezzi a giugno, con l'inflazione che raggiunge il livello massimo dal 2008. In questo mese - comunica l'Istat nelle stime preliminari - i prezzi sono aumentati del 2,7% rispetto a giugno dell'anno scorso, dopo il 2,6% di maggio, arrivando allo stesso valore segnato nel novembre 2008. Nel confronto con maggio, invece, c'è stato un incremento dello 0,1%.  L'inflazione acquisita per il 2011 - aggiunge l'istituto di statistica - è pari al 2,3%. Sull'accelerazione pesano, sopratutto, i rialzi dei prezzi per i servizi relativi ai trasporti.


Continua qui

Bimbo morto per l'ossigeno blitz di Guariniello in ospedale

Tragedia al Regina Margherita. Salvi altri otto piccoli, due erano in sala operatoria. La vittima aveva contratto la polmonite dopo un trapianto per curare la leucemia

SARAH MARTINENGHI

"Sarà molto difficile attribuire delle responsabilità per questo tragico incidente, abbiamo cercato soprattutto di agire in modo tempestivo per raccogliere tutti gli indizi utili": Raffaele Guariniello è ancora al Regina Margherita a tarda sera, insieme ai carabinieri dei Nas, per ascoltare testimoni e tecnici. Si è precipitato in ospedale appena ha avuto notizia della morte del piccolo venezuelano ricoverato in gravi condizioni in terapia intensiva. Stava preparando la requisitoria per il processo Eternit ma è corso via dalla procura ed è arrivato in ospedale poco dopo le 18. Lo ha accompagnato nel sopralluogo il direttore sanitario di presidio Giuseppe De Intinis. 


Continua qui

Operazione Dia, indagato capo della Mobile e spunta anche Fabio Cannavaro

Sigilli a importanti locali di Napoli. Messi i sigilli alla catena di ristorazione Regina Margherita. Sequestrate le quote societarie dell'ex campione del mondo che al momento non risulta indagato. Sotto inchiesta invece Vittorio Pisani. Arrestati tre commercialisti. Verifiche in 81 banche.

 

Maxi operazione Dia Napoli nei confronti dei presunti prestanome dei boss Lo Russo. In queste ore gli agenti al comando di Maurizio Vallone stanno eseguendo una serie sequestri di importanti locali della città di Napoli. In particolare sono stati messi i sigilli alla catena di ristorazione Regina Margherita. Negli atti dell'inchiesta due nomi eccellenti: quello del capo della squadra mobile di Napoli, Vittorio Pisani, indagato per favoreggiamento; e quello del calciatore Fabio Cannavaro, cui sono state sequestrate quote di una società che non risulta inquisito.


Continua qui

mercoledì 29 giugno 2011

Sanità, la scure di Burlando tagliati oltre cento dirigenti

Dopo le nomine dei nuovi direttori generali, la Regione riparte con la razionalizzazione. Primo obiettivo: ridurre i costi per i vertici

di AVA ZUNINO

Centoundici teste servite su un piatto ai nuovi direttori generali delle Asl liguri: il giorno dopo le nomine, il presidente della Regione Claudio Burlando annuncia che è in dirittura d´arrivo l´atto di riorganizzazione delle strutture complesse della sanità ligure. «Togliamo 111 posizioni apicali - spiega il presidente - ma sia chiaro che queste persone vanno rispettate ed utilizzate». Spariranno, invece, le strutture che dirigono e i relativi primari e dirigenti saranno dirottati su altre strutture oppure, se saranno nelle condizioni, potranno esercitare eventualmente l´opzione del pensionamento.


Continua qui
 

Irregolarità negli appalti Enac arrestato il manager Pronzato

Membro del cda dell'ente per l'aviazione civile, è stato prelevato dalla sua abitazione a Genova e portato in carcere in un'operazione condotta dalla Gdf di Roma con i colleghi liguri. Già coordinatore del trasporto aereo del Pd, era indagato per l'assegnazione di una commessa da un milione di euro per i voli tra Roma Urbe e Isola d'Elba.  Il manager si è autosospeso dal Partito democratico. Su un appunto sequestrato nomi di politici ed elargizioni di denaro.

 

GENOVA - Franco Pronzato, componente del consiglio di amministrazione di Enac, è stato arrestato questa mattina da uomini della Guardia di Finanza nell'ambito di una inchiesta della Procura di Roma su presunte irregolarità legate a un appalto del settore aereo. Su un appunto, sequestrato nel corso di perquisizioni, nomi di politici accanto a cifre che indicano somme di denaro. Nel pomeriggio è stata diffusa la notizia che Pronzato si è autosospeso dal Partito democratico. La comunicazione è arrivata al partito con una lettera tramite il suo avvocato, Maurizio Mascia. "Spero che Pronzato dimostri la sua estraneità ai fatti che gli vengono contestati. D'altro canto si è dimesso non appena ha ricevuto l'avviso di garanzia", ha commentato il segretario del Pd Pierluigi Bersani.


Continua qui

Cardiologo salva paziente e muore

Malato ma reperibile, tornato in ospedale di Rho per urgenza

MILANO - Nonostante stesse male non ha voluto rinunciare al suo dovere di cardiologo, e salvare un'altra vita in ospedale. Ma è stato il suo cuore, questa volta, a non reggere allo sforzo: così Vincenzo Capacchione, del Servizio di Emodinamica all'ospedale di Rho (Milano), è morto sabato scorso a soli 49 anni, poco dopo aver concluso un intervento chirurgico. Il medico, come racconta lo stesso ospedale e come si legge su 'Il Giorno', "si trovava a casa in stato febbrile, seppure in reperibilità, per non lasciare scoperta un'eventuale urgenza. Fatto che si è verificato.

Continua qui

Fmi: Lagarde eletta direttore generale

Lo ha deciso il board

NEW YORK - Christine Lagarde e' il nuovo direttore generale del Fondo Monetario Internazionale (Fmi). Lo ha deciso il board. ''Il board del Fmi ha scelto Christine Lagarde'' per la guida del Fmi. L'incarico quinquennale iniziera' il 5 luglio 2011. ''Christine Lagarde succedera' a - si legge in una nota del Fmi - Dominique Strauss-Kahn e sara' la prima donna a guidare l'istituto da quando e' stato creato nel 1944''.

Fonte

 

Commando contro hotel Morti e feriti a Kabul

Attacco concluso dopo cinque ore di battaglia, almeno 10 vittime oltre ai terroristi

KABUL - Il lussuoso Intercontinental, l'hotel per ricchi afghani e per occidentali, si è trasformato
nella notte in un vero e proprio campo di battaglia, con le forze di sicurezza governative contrapposte ad un commando di talebani armati fino ai denti e pronti a farsi saltare in aria
pur di eliminare quanti più nemici possibile. Il loro obiettivo: far pulizia di stranieri.
I colpi delle mitragliatrici, dei fucili, dei razzi, sono risuonati di continuo nel buio profondo delle cinque ore di combattimenti, mentre centinaia di ospiti dell'albergo erano ostaggi terrorizzati di tanta violenza. Una battaglia dura, tesa, terminata solo a notte fonda, dopo l'entrata in scena
degli elicotteri della Nato, che hanno ucciso i cecchini sul tetto dell'edificio, mentre all'interno i militari afghani facevano irruzione per eliminare gli altri membri del commando che avevano assaltato l'hotel.

Continua qui

martedì 28 giugno 2011

Val di Susa, blitz contro i No Tav Aperto il cantiere della Maddalena

Scontri con la polizia: 80 feriti. I manifestanti: perso un round. Cortei anche a Roma e a Torino

CHIOMONTE (TORINO)
Il primo cantiere della Torino-Lione può partire. Con un blitz all’alba le forze dell’ordine hanno sgomberato il presidio a Chiomonte, in Valle di Susa che, dal nome della località, il movimento No Tav aveva battezzato "Libera Repubblica della Maddalena".

L’area di 36 mila metri quadrati è stata consegnata alle società incaricate dei primi lavori per preparare lo scavo del tunnel esplorativo. È stata rispettata così la scadenza del 30 giugno, imposta dalla Ue, e al presidio degli oppositori dei treni ad alta velocità si è sostituito quello di Carabinieri e Polizia. È scontato che le forze dell’ordine resteranno a vigilare per tutto il tempo necessario a costruire la galleria: 36 mesi. Ed è questa una prospettiva che inquieta i sindaci della Val Susa, preoccupati della «militarizzazione del territorio».

Continua qui


Manovra, domani vertice a tre Berlusconi, Bossi e Tremonti

Il premier, il leader del Carroccio e il ministro del Tesoro si incontreranno prima del vertice di maggioranza per fare il punto. Ma dalla Lega continua ad arrivare la richiesta di accettare i temi fissati a Pontida, mentre nel Pdl cresce la fibrillazione tra le varie "anime" del partito.

 

ROMA - Sarà un 'vertice' a tre a tracciare la linea sulla manovra: Silvio Berlusconi, Giulio Tremonti e Umberto Bossi si vedranno in mattinata. Prima di qualsiasi altro confronto, secondo quanto si apprende, la manovra sarà oggetto di discussione di un incontro preliminare, lontano da occhi indiscreti, tra il ministro dell'Economia, il premier e il leader del Carroccio. La riunione ristretta servirà a preparare i colloqui che si terranno successivamente a palazzo Grazioli. 

Continua qui

lunedì 27 giugno 2011

Fratelli uccisi: omicida interrogato in carcere

Un condomino lo blocca sul portone e riceve testata.

MILANO - E' durato circa due ore e mezzo e si e' concluso da poco l'interrogatorio di convalida dell'arresto di Riccardo Bianchi, il giovane accusato di duplice omicidio volontario e violenza sessuale per avere ucciso il suo migliore amico Gianluca Palummieri e la sorella di questi, nonche' la sua ex fidanzata, Ilaria.

Continua qui

Si dimette Milanese, consigliere di Tremonti

'Lascio incarico al Tesoro per salvaguardare il ministero'. Fuga di notizie, Pm a caccia di talpe.

ROMA - Dopo la Guardia di Finanza, l'inchiesta sulla P4 tocca il ministero dell'Economia: uno dei piu' fidati collaboratori di Tremonti, il consigliere politico Marco Milanese, deputato del Pdl, si e' dimesso dall'incarico in seguito alla notizia che sarebbe stato lui a rivelare ai magistrati napoletani che fu il capo di Stato Maggiore della Gdf, generale Michele Adinolfi - indagato per rivelazione di segreto d'ufficio e favoreggiamento - a far arrivare al consulente Luigi Bisignani notizie dell'inchiesta della procura. ''In considerazione delle ultime vicende che vedono coinvolti altissimi ufficiali della Gdf e che mi vedono interessato quale persona informata sui fatti - ha scritto il parlamentare del Pdl in una nota - ritengo opportuno rassegnare le dimissioni al fine di salvaguardare l'importante ufficio dalle polemiche sollevate da una doverosa testimonianza, in un momento cosi' delicato per la stabilita' economica e politica del paese''. L'intento e' chiaro: evitare di danneggiare e di indebolire Tremonti in un momento in cui e' partito l'attacco al ministro, come confermano le parole del sottosegretario alla Difesa Guido Crosetto.

Continua qui

Afghanistan, bambina vittima dei Talebani Le consegnano bomba, poi la fanno saltare

La piccola, otto anni, stava per consegnare a un veicolo della polizia una borsa di cui non conosceva il contenuto. Da lontano i terroristi hanno fatto detonare l'ordigno.

 

KABUL - Una bambina di otto anni è rimasta uccisa quando gli insorti hanno fatto esplodere la bomba che le avevano consegnato per fargliela portare vicino alle forze di sicurezza afgane, nel sud dell'Afghanistan. Lo ha reso noto il ministero dell'Interno afgano. "I terroristi hanno fatto portare a una bambina innocente di otto anni una borsa con una bomba per fargliela mettere vicino alle forze di sicurezza afgane. Poi hanno fatto esplodere la bomba uccidendo la piccola. Non ci sono state altre vittime", si legge in una dichiarazione del ministero. E' accaduto ieri nell'area di Waesbala nel distretto di Charchino nel sud del Paese. Sempre ieri, un attacco terroristico contro un ospedale nel centro dell'Afghanistan ha fatto 38 vittime, soprattutto donne, bambini e neonati ricoverati nel reparto maternità.

Lo scorso 20 giugno un'altra bambina-bomba, stavolta in Pakistan, è stata fermata prima riuscire a farsi saltare in aria.

Fonte

Scatta il blitz in Val di Susa ore decisive per i No-Tav

I fuochi di artificio hanno lanciato l'allarme generale per i manifestanti all'arrivo dei reparti delle forze dell'ordine che schierano oltre 2000 uomini. Chiusa l'autostrada dove sono posizionati decine di mezzi della polizia che fanno da scorta agli operai che dovrebbero aprire il cantiere dell'alta velocità

Continua qui

domenica 26 giugno 2011

Francia, trovati morti sei escursionisti

I corpi scoperti sulle Alpi a oltre 2.700 metri di quota. La tragedia, forse, per una slavina

12:43 - Sei alpinisti sono stati trovati morti sulle Hautes-Alpes, nel Sud Est della Francia, a 2.700 metri d'altezza dal villaggio di Villar d'Arene. La notizia è stata confermata dai soccorritori che, al momento, non hanno fornito ulteriori dettagli. Ignota anche la nazionalità delle vittime.
I sei corpi privi di vita sono stati trovati da un escursionista al picco di Neige Cordier. Secondo il sindaco di Villar d'Arene, Xavier Cret, lui stesso guida alpina, la morte risalirebbe a sabato mattina e sarebbe stata provocata da una slavina. "Le vittime erano in due cordate. Si suppone che ci sia stato uno smottamento di pietre e neve". I cadaveri sono stati trasportati al villaggio in elicottero, distante circa cinque chilometri, dove è stata allestita la camera ardente.
 

Fano, 15enne stuprata da tre ragazzini

Trascinata sulla spiaggia e violentata a turno mentre era in corso la notte bianca

 

13:55 - Una ragazzina di 15 anni è stata violentata sabato notte a Fano (Pesaro Urbino) da tre giovani, probabilmente anch'essi minorenni, conosciuti casualmente durante la serata. La vittima è stata trascinata sulla spiaggia e violentata a turno, mentre nella zona del Lido si stava svolgendo la notte bianca. Sull'episodio indagano i carabinieri, che stanno raccogliendo testimonianze ed elementi per identificare i tre responsabili.La quindicenne era in compagnia di alcune amiche. Durante la serata le giovani hanno conosciuto in modo del tutto occasionale altri tre ragazzi italiani. Dopo alcuni minuti passati insieme, i tre hanno trascinato per un braccio la ragazzina in spiaggia, nonostante il tentativo di reazione delle altre ragazze. Poi l'hanno violentata a turno. Quando è riuscita a fuggire, la quindicenne è tornata dalle amiche in stato di choc. Accompagnata in ospedale, i medici hanno riscontrato lesioni e segni di violenza sessuale. I tre ricercati avrebbero tra i 17 e i 18 anni. 

Continua qui

Indagato il generale della Guardia di Finanza Michele Adinolfi

Rivelazione di segreto e favoreggiamento le ipotesi di reato per il capo di Stato maggiore della Guardia di Finanza Michele Adinolfi

 

Il capo di stato maggiore della Guardia di Finanza, generale Michele Adinolfi, e' indagato dalla procura di Napoli nell'inchiesta P4. I reati ipotizzati nei confronti dell'alto ufficiale sono rivelazione di segreto e favoreggiamento personale. Il generale Adinolfi, secondo gli inquirenti, avrebbe fatto arrivare - tramite un'altra persona - notizie riservate sull'inchiesta a Luigi Bisignani, principale indagato per la P4: notizie che gli sarebbero arrivate da un altro generale della Gdf, il comandante interregionale dell'Italia meridionale Vito Bardi, in servizio a Napoli, anche lui indagato e che ha chiesto che si proceda per calunnia nei confronti di Bisignani e di eventuali altre persone che lo accusano. Il nome del generale Adinolfi sarebbe emerso nel corso di un interrogatorio al deputato del Pdl Marco Milanese da parte dei magistrati Francesco Curcio e Henry John Woodcock, titolari dell'inchiesta. Il generale e' stato gia' interrogato dai pm e, secondo quanto si apprende, avrebbe negato ogni addebito. Successivamente tra i due vi sarebbe stato anche un confronto.

Continua qui

sabato 25 giugno 2011

Tagli alla politica nella manovra presentata giovedì in Cdm

Finanziaria unica ma su più anni. La scure di Tremonti sulle auto blu, i voli di stato, vitalizi ed election day 

 

Roma, 24 giu. (TMNews) - La manovra, "unica" ma "spalmata su più anni", e contestualmente la delega per la riforma fiscale: il Consiglio dei ministri convocato per giovedì varerà entrambi i provvedimenti.

Il primo, spiega una nota di palazzo Chigi, "sarà un decreto legge per la manovra di finanza pubblica. In questo ambito, si è deciso che per la finanza pubblica la manovra sia unica ma progressivamente modulata su più anni, in linea con l'obiettivo di pareggio di bilancio nel 2014. Sempre in questo decreto - assicura la nota - sono in cantiere norme di grande e positiva incidenza per lo sviluppo economico". Il secondo provvedimento, "che verrà approvato in parallelo, sarà il disegno di legge delega per la riforma fiscale ed assistenziale, tenendo sempre fermo l'impegno di pareggio di bilancio nel 2014".

Nella manovra da 43 miliardi anche i tagli voluti dal ministro dell'Economia Giulio Tremonti. Dalla stretta sui compensi pubblici al giro di vite sulle auto e gli aerei blu, dai tagli alle dotazioni di Camera, Senato, palazzo Chigi a quelli per i partiti politici. E ancora dalla riduzione di benefits e vitalizi all'election day obbligatorio.


Fonte

Il pinguino si perde e finisce in Nuova Zelanda

Il pinguino si perde e finisce in Nuova Zelanda

Un giovane pinguino imperatore ha perso l'orientamento e si è ritrovato, dopo una lunghissima traversata, su una spiaggia neozelandese. L'ultimo caso di questo genere si era verificato 44 anni fa, riporta la BBC online. "Ho visto un qualcosa di bianco luccicante che usciva fuori dall'acqua e ho pensato di avere le traveggole", ha raccontato Christine Wilton, che per prima ha incontrato il pinguino sulla spiaggia mentre era a passeggio con il suo cane. Secondo uno zoologo che lo ha visitato, l'uccello, alto poco meno di un metro, dovrebbe avere circa 10 mesi. Colin Miskelly, un esperto di pinguini a Te Papa, il museo nazionale neozelandese, ritiene che l'uccello sia nato nel corso dell'ultimo inverno antartico: "generalmente restano  nelle zone di mare ghiacciato, questo esemplare invece ha cominciato a dirigersi verso nord, un viaggio lunghissimo rispetto alle distanze abituali".  Il pinguino imperatore è il più grande degli uccelli appartenenti alla famiglia dei pinguini, insieme al pinguino reale: solitamente vive in una fascia entro 15 chilometri dalle coste antartiche.

Fonte 

Nuova Zelanda/ Happy Feet sta male, il pinguino va sotto i ferri

 

 

Fratello e sorella assassinati l'amico confessa il duplice omicidio

Gianluca Bianchi, 21 anni, fermato al termine di un lungo interrogatorio nel quale ha ammesso di aver ucciso prima Gianluca Palummieri, suo amico, poi la sorella di questo, Ilaria, sua ex fidanzata. Il giovane ammazzato a coltellate, il cadavere abbandonato a Rho. La ragazza sequestrata e violentata per ore, poi soffocata con un sacchetto di plastica. "Ho agito da solo. Ma non so perché l'ho fatto"

 

Prima, nella notte, ha ucciso Gianluca. Poi, fra le 6 e le 18 del giorno successivo, ha sequestrato la sorella Ilaria, legandola al letto e violentandola per poi soffocarla con un sacchetto di plastica. "Non so perché l'ho fatto", ha detto agli inquirenti Riccardo Bianchi, 21 anni, fermato dopo aver confessato di essere l'autore dell'omicidio dei fratelli Palummieri, 21 anni Ilaria, sua ex fidanzata, 20 anni Gianluca, suo amico. Il corpo di quest'ultimo è stato rinvenuto da un passante in strada, a Rho. La ragazza è stata trovata senza vita in via Gozzoli 160, al confine con Cesano Boscone. Nuda, sul letto, con i polsi legati dietro la nuca e un sacchetto accanto alla testa. L'ipotesi del gioco erotico, sostenuta nelle prime ore da Bianchi, è tramontata dopo la ricostruzione fatta nel lungo interrogatorio.

LE IMMAGINI DEI DUE RAGAZZI SU FACEBOOK 

Continua qui

venerdì 24 giugno 2011

Brunetta, altra bomba lanciata contro Tremonti. "è stressato, lasci"

Da Brunetta un nuovo siluro a Tremonti, dopo quello di ieri, che ormai è malvisto da mezzo governo: "Ha guidato l'economia con mano forte, felice - e lo dico senza ironia -, ancorchè stressato». Non c'è ironia, in effetti, e il senso è chiarissimo. Per Brunetta e i tanti che conducono la fronda contro il ministro dell'Economia, Tremonti è ormai bollito e fuori sintonia rispetto a berlusconi e alla maggioranza dell'esecutivo. Il ministro Brunetta, che proprio domani vedrà diventare realtà la sua "riforma" antifannulloni (in pratica un elenco di sanzioni mirate contro i lavoratori condito con qualche piccolo premio di produttività) ha anche parlato dello stato di salute del governo. Che non è buono, visto che il ministro ha evocato il rischio di "elezioni anticipate a marzo".
«Ma quale riforma costituzionale possiamo fare, come propone il presidente Fini (e io sono d'accordo) - si è chiesto Brunetta - se siamo sul baratro di nuove elezioni anticipate a marzo? Siamo in presenza del rischio di crisi un giorno sì e un giorno no, e di fibrillazioni un giorno sì e l'altro pure».

Continua qui

Draghi ufficialmente presidente Bini Smaghi: "Lascio entro l'anno"

ROMA - I leader europei hanno ufficializzato la nomina di Mario Draghi, governatore della Banca d'italia, alla presidenza della Banca centrale europea. Draghi subentrerà all'attuale presidente Jean-Claude Trichet, il cui mandato si concluderà a fine ottobre. Ad annunciare la nomina è stato il presidente dell'Ue, Herman Van Rompuy dal suo profilo Twitter. "Il Consiglio europeo ha trovato un accordo sulla nomina di Mario Draghi come nuovo presidente della Bce", scrive Van Rompuy sul social network. La notizia è stata diffusa anche attraverso i maxi-schermi nella sala stampa del consiglio europeo.

Il vertice europeo dei capi di Stato e di governo dei 27 aveva condizionato la nomina di Mario Draghi 1alla guida della Bce all'uscita di Lorenzo Bini Smaghi dal board dell'Eurotower. E' quanto prevedeva la bozza delle conclusioni del vertice. Bozza che è il risultato di un compromesso con le richieste francesi che hanno impedito l'annuncio della nomina di Draghi già ieri. A sbloccare definitivamente la situazione è arrivata la doppia telefonata di Bini Smaghi al premier francese Nikolas Sarkozy e al presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy: ad entrambi Bini Smaghi ha assicurato che si dimetterà entro l'anno. Una mossa che ha sbloccato l'empasse sulla nomina di Draghi.


Continua qui

Polledri (Lega) battuta oscena a una collega

MILANO - «Agorà», Rai3, puntata di giovedì 23. In studio, tra gli altri, il deputato leghista Massimo Polledri, neuropsichiatra di 50 anni di Vicenza, e la giovane collega del Pd, Pina Picierno. Che argomenta: «La lega a Pontida lancia segnali di celodurismo, ma poi arriva e Roma e si cala le braghe». Polledri, già assurto alle cronache per aver dato alla deputata Ileanda Argentin «dell'handicappata del c..zo», replica a mezza bocca: «Se ci caliamo le braghe noi, può esserci una bella sorpresa per te».

PICIERNO NON SENTE. GLI SPETTATORI SI' - La Picierno lì per lì non sente, ma in studio tutti se ne accorgono, a cominciare dal conduttore Andrea Vianello che pretende le scuse immediate, pronunciate anche queste a mezza bocca. «Non ho capito cosa ha detto - spiega la deputata originaria di Teano, in provincia di Caserta - ma mi sono incuriosita perché in studio hanno cominciato ad agitarsi. Ho chiesto agli altri. E tutti: lascia perdere, lascia perdere. Pensavo fosse una stupidaggine, invece poi ho visto la registrazione». E che ne pensa? «Che questo signore non è una persona civile».

Continua qui

Fisco, Tremonti punta all'aumento dell'aliquota sulle rendite finanziarie

Il Tesoro studia una tassazione unica intorno al 18-20 per cento. Esclusi i titoli di Stato. Intanto il governo si divide sul rincaro dell'Iva

di ROBERTO PETRINI

ROMA - Debutta nel menù del governo la "mina" dell'aumento della tassazione delle rendite finanziarie. Secondo indiscrezioni circolate ieri, sul tavolo del ministero del Tesoro ci sarebbe una prima ipotesi di lavoro sul tema delle imposte sui prodotti finanziari che oggi sottostanno ad un regime che va dal 12,5 per cento (Bot, Cct, obbligazioni sopra i 18 mesi) al 27 per cento (depositi e conti correnti, certificati di deposito, obbligazioni sotto i 18 mesi). 


Continua qui

Rai, scatta l'indagine interna l'annuncio della Lei nel Cda

Incarico a un legale per difendere l'immagine dell'azienda e audit per verificare "interferenze indebite". Sintonia e unanimità del Consiglio d'amministrazione in merito all'iniziativa

 

ROMA - La Rai avvierà un'indagine interna sul caso P4. Lo avrebbe annunciato - a quanto si apprende - il direttore generale Lorenza Lei durante la riunione del consiglio di amministrazione, in corso a Viale Mazzini.

La conferma giunge da una nota dell'azienda, in cui si afferma che il Cda, "manifestando forte preoccupazione per quanto emerso sugli organi di stampa in merito alle intercettazioni telefoniche che riguardano la Rai, ha condiviso unanimemente l'iniziativa del direttore generale, Lorenza Lei, di dare incarico ad un legale di assistere l'azienda in ogni sede competente per valutare le iniziative opportune a tutela dell'immagine della Rai e di avviare una attività di audit sulla vicenda al fine di verificare eventuali interferenze indebite nell'attività gestionale aziendale". 


Continua qui

giovedì 23 giugno 2011

Melania voleva denunciare gli scandali in caserma

Parolisi sarebbe stato spinto a uccidere dal timore di vedere compromessa la sua carriera

GRAZIA LONGO
INVIATA AD ASCOLI
Quello che sembrava il film della lite furibonda degenerata nell’omicidio di Melania Rea, era già stata una realtà concreta. Già un anno fa, nella seconda telefonata che Melania fece a Ludovica, la soldatessa amante del marito, c’era stata una minaccia precisa. «Se non lasci stare mio marito, vi rovino - urlò Melania alla sua rivale in amore -. Vi faccio perdere il posto a tutte e due: vado a dire a mio padre e in caserma che te la facevi con mio marito mentre eri la sua allieva».

Continua qui

Un aereo si schianta in Valbormida

Tre vittime, sono francesi. "La nebbia forse la causa"

 

SAVONA
Tre francesi sono morti questa mattina quando il velivolo da turismo sul quale stavano viaggiando sorvolando la dorsale appenninica ligure, si è schiantato contro una montagna. Nell’ impatto i tre sono stati sbalzati fuori dal velivolo; i loro corpi sono stati recuperati più tardi.

Le vittime sono una coppia Bernard Talon, di 63 anni, originario di Amboise et Loir; di Marie Feldbruggen Talon, di 62, originaria di Brest, e un secondo uomo, Charles Ossola, di 48, originario di Nancy. I tre erano decollati a bordo di un Cirrus SR 20 marche LX-MPR dall’aeroporto di Cannes (Francia) ed erano diretti a Verona, dove sarebbero dovuti arrivare nel pomeriggio.

Continua qui

Alessandria, Caridi arrestato per mafia

Alessandria - L’arresto di Giuseppe Caridi, 54 anni, nell’ambito di un’operazione contro la ‘ndrangheta nel Basso Piemonte ha colto tutti di sorpresa. Consigliere comunale del Pdl, presidente della Commissione Politiche del territorio, l’altra sera aveva partecipato alla seduta di Palazzo Rosso, conclusa dopo mezzanotte. Poche ore più tardi nella sua abitazione della frazione Lobbi sono arrivati i carabinieri del Ros con l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa, con altre 18, dal gip di Torino, su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia. L’accusa per tutti è di concorso in associazione mafiosa. Caridi si trova rinchiuso nel carcere di San Michele, potrebbe essere interrogato oggi, assistito dagli avvocati Tino Goglino e Alexia Cellerino. Tutti gli arrestati, abitanti tra Alessandrino, Astigiano e Cuneese, sono ritenuti esponenti di vertice delle cosche della ‘ndrangheta nel Basso Piemonte. Secondo l’ipotesi dell’accusa, Caridi è stato affiliato con la qualifica di “picciotto” pur essendo consigliere comunale. Il problema, è stato spiegato ieri nella conferenza stampa tenuta a Torino è stato superato “in base alla regola che anche un politico, se capace di adeguarsi alle regole dell’associazione, può rivelarsi utile per l’associazione stessa”. Secondo gli investigatori, la sua affiliazione risale a dopo l’elezione in consiglio comunale, ma sarebbe precedente alla nomina a presidente della commissione Politiche del Territorio. Non appena gli uffici di Palazzo Rosso riceveranno copia o comunicazione della misura restrittiva, nella prima seduta del consiglio comunale si procederà alla sostituzione temporanea con il candidato che segue nella stessa lista. 

Fonte

Saviano e Fazio su La7 per “Vieni Via Con Me”

Lo scrittore conferma durante la presentazione dei palinsesti della tv Telecom

Il programma tv ‘Vieni via con me’, con Fabio Fazio e Roberto Saviano, migra dalla Rai a La7. Ad annunciarlo, con un collegamento telefonico all’evento di presentazione del palinsesto autunnale di La7 a Milano, e’ stato lo stesso Saviano. ‘Posso dire che e’ ufficiale – ha detto lo scrittore dialogando con Giovanni Stella, Ad di Telecom Italia Media – che ‘Vieni via con me’, con Fazio, si fara’ su La7′. Sembra quindi definitivamente prendere la strada dell’emittente Telecom Roberto Saviano che, secondo indiscrezioni de ‘La Repubblica, sarebbe anche prossimo a condurre un programma di taglio culturale in cui parlare dell’Italia di ieri e di oggi. “Il metodi Lai è il metodo della temporeggiatrice: non dire mai si, non dire mai no. Far stancare. L’unico modo per reagire è andarsene” avrebbe detto Saviano, secondo quanto riportato dal quotidiano ‘La Repubblica”.

Fonte

Castelli: si paghi Gra, romani arretrati Alemanno: basta offese. Pd: inadeguato

ROMA - Il viceministro Roberto Castelli ha confermato l'intenzione del governo di procedere con un decreto per il pedaggiamento del Gra, della Salerno-Reggio e delle altre principali tratte a diretta gestione Anas. Castelli è intervenuto alla commissione Ambiente della Camera, dove è stato rinviato il voto su alcune risoluzione sul tema. La conferma del viceministro è avvenuta dopo che ieri il governo, con il sottosegretario all'Economia, Alberto Giorgetti, aveva accolto in aula alcuni ordini del giorno al decreto sviluppo, che escludevano nuovi pedaggi.

Continua qui

mercoledì 22 giugno 2011

"AAA, cercasi tema disperatamente" in lizza Attualità, Anniversari e Autori

Mancano ormai poche ore al via e il "tototema" impazza. Persino Yahoo! stila una classifica delle voci che improvvisamente si sono impennate nelle ricerche: Unità d'Italia, adolescenza, immigrazione, inquinamento. Che chiama in causa il nucleare. E si costruiscono i "kit di sopravvivenza" per non lasciare pagine bianche di  MANUEL MASSIMO

 

Un po' per gioco, un po' per esorcizzare la paura dell'esame, un po' anche perché "hai visto mai che questa volta ci azzeccano?": il countdown per l'inizio dell'esame di Maturità segna il fatidico "-1" e sul web da giorni impazza il tototema. Siti specializzati e social network, forum e blog, catene di Sant'Antonio via email e post "premonitori" si concentrano sugli argomenti della prima prova: la febbre per "svelare le tracce" ha contagiato la Rete e i maturandi stanno mappando i "temi caldi" su cui puntare, tenendo d'occhio "corsi e ricorsi" storici degli argomenti proposti negli ultimi anni senza però sottovalutare quelli apparentemente "outsider" che potrebbero uscire a dispetto della cabala e della statistica sfuggendo alla "fuzzy logic" del tototema.


Continua qui

La vita nelle mani

Hanno un'età compresa tra i 65 e i 102 anni e il passare del tempo è possibile leggerlo sulle loro mani, sono i protagonisti del viaggio fotografico dello spagnolo Horacio Guzman dal titolo "Timeless Memories". Il progetto raccoglie una serie di scatti in bianco e nero che mostrano in primo piano le mani di alcuni anziani di Barcellona disposte su un tavolo vicino a una foto che li ritrae nel passato, ancora neonati, ragazzi o già adulti (di BENEDETTA PERILLI)

Le foto

Parolisi indagato per omicidio volontario "Sono sereno, non ho nulla da temere"

Svolta nelle indagini sull'assassinio della 29enne di Somma Vesuviana. Notificato al marito l'avviso di garanzia. Il caporalmaggiore dell'esercito resta a piede libero. Sarà interrogato venerdì. Il padre della vittima: "Non me l'aspettavo". La famiglia Rea si costituisce parte civile.

 

ROMA - La prima, vera svolta nelle indagini sul delitto di Melania Rea è arrivata. Salvatore Parolisi, il marito della 29enne di Somma Vesuviana 1, scomparsa il 18 aprile a Colle San Marco, vicino Ascoli Piceno, e ritrovata cadavere 2 due giorni dopo nel bosco di Ripe di Civitella del Tronto, nel Teramano, è indagato per omicidio volontario. La notizia del provvedimento è stata confermata dal procuratore della Repubblica di Ascoli Piceno Michele Renzo. La famiglia Rea si è costituita parte civile.

L'avviso di garanzia è stato notificato a Parolisi oggi a Frattamaggiore, in provincia di Napoli, dove il caporalmaggiore dell'esercito si trova in licenza presso la famiglia d'origine. L'uomo al momento resta a piede libero ma è stato invitato a comparire venerdì prossimo alle 16.30 ad Ascoli Piceno per un nuovo interrogatorio. Può decidere, con i suoi legali, di rispondere ai pm ma anche di avvalersi della facoltà di tacere. "Decideremo al momento - fa sapere il legale Walter Biscotti -. Vedrò il mio assistito prima, probabilmente giovedì, e valuteremo come procedere".

Continua qui

martedì 21 giugno 2011

Roma, stuprata e rapinata a 17 anni dal "branco" dei filippini: 5 arresti

L'orrore in un casa abbandonata «A turno hanno abusato di lei». Prima della violenza droga e alcol.

 

ROMA
Erano andati in quell’edificio abbandonato senza immaginare neanche lontanamente l’incubo che li aspettava. Un gruppo di adolescenti romani sono stati aggrediti da alcuni giovani filippini, che dopo averli picchiati e rapinati hanno portato via una ragazza di 17 anni e l’hanno violentata a turno. È accaduto il 30 aprile scorso nel parco della Pineta Sacchetti, a Roma, ma la vicenda è emersa solo oggi, quando la squadra mobile ha fermato cinque filippini tra i 19 e i 21 anni con l’accusa di essere gli autori della rapina degenerata in stupro di gruppo. 


Continua qui

Mangia e fugge per 422 volte, condannato

Usava sempre lo stesso alibi: avvertiva che sarebbe uscito a fumare.

LONDRA - Un uomo che per 422 volte aveva mangiato a sbafo al ristorante in Inghilterra, dileguandosi senza pagare il conto, è stato condannato a 84 giorni di pasti gratis, ma dietro le sbarre.
Patrick Ryan era stato soprannominato l'Arsenio Lupin della forchetta ed era stato arrestato a Blackpool dopo aver consumato un pranzo da 52 sterline annaffiato da vini e cognac in un ristorante italiano.
Ryan aveva mangiato senza pagare in locali di Cambridge, Doncaster, Londra, Milton Keynes e Newcastle.
Analoga la tecnica: l'uomo avvertiva i camerieri che sarebbe uscito a fumare, lasciando sul tavolo il piatto del dolce come "alibi".

Fonte

 

Brunetta e i precari, "the day after" "Sul mio FB 10mila post insulti"

Il ministro della Funzione pubblica ribadisce la sua versione dell'episodio. "Mica sono così stupido da attaccare tutti gli atipici". Poi il monito: "Attenti Bersani e Camusso, chi di agguato ferisce di agguato perisce". Il segretario Cgil: "Parole insopportabili". Bonanni: "Sgradevole". Landini: "Che decadenza". Avvenire: "Destinato ad altre sberle"

 

ROMA - Il giorno dopo le risposte in Rete alle sue offese ai precari Renato Brunetta torna a farsi sentire. E nel "day after" della tempesta in cui è andato a infilarsi definendo "l'Italia peggiore" gli atipici della pubblica amministrazione che volevano porgli domande a margine di un convegno il ministro si sforza di mostrarsi impermeabile, come già aveva fatto ieri nel "controvideo" diffuso su Youtube in cui annunciava la sua intenzione di rispondere "personalmente e civilmente" agli "amici della Rete", definiti però intanto i veri responsabili dell'attacco mediatico ai suoi danni.

Video "Siete l'Italia peggiore" 1 - La precaria: "Ecco quello che gli avrei chiesto" 2

Video L'autodifesa: "Sono stato insultato" 3 - Blob 4

A Radio Radio, Brunetta racconta di aver ricevuto sul suo profilo Facebook "10mila post di insulti, minacce, addirittura pallottole. Molti legati anche alla mia statura fisica. Ma conosco bene il mercato del lavoro, la pubblica amministrazione e anche il mondo di questi finti precari - ribatte il ministro -. Sorrido anche dell'indignazione della rete".

Continua qui

 

Russia, aereo atterra su autostrada: 44 morti Condividi Facebook OKNOtizie Google Buzz Twitter

Le prime immagini del disastro aereo avvenuto in Russia, nei pressi dell'aeroporto di Petrozavodsk, in Carelia. Un Tupolev 134 già in fase di atterraggio si è invece diretto verso la strada. Al contatto con terra si è spezzato in due e ha preso fuoco: ancora ignote le cause. A bordo c'erano 52 persone: 44 sono morte e otto sono rimaste ferite. Le due scatole nere dell'aereo sono state ritrovate.

Continua qui

Moody's, sotto osservazione società pubbliche ed enti italiani

L'agenzia di rating, che venerdì ha messo in guardia l'Italia su un possibile taglio, valuterà le principali partecipate e 23 tra città, province e regioni. "Si concentrerà sui singoli profili di liquidità e sull'esposizione al contesto macroeconomico italiano"

 

ROMA - Moody's non si ferma: dopo aver avvisato, venerdì scorso, di un possibile taglio del rating del debito italiano, l'agenzia ha messo sotto osservazioni le principali società partecipate (Enel, Eni, Finmeccanica, Poste e Terna) nonché 23 tra città, province, regioni ed enti. La decisione dell'agenzia di rating, si legge in un comunicato, è una diretta conseguenza dell'annuncio di venerdì scorso. 


Continua qui

lunedì 20 giugno 2011

Milano, Lele Mora finisce in carcere l'accusa è di bancarotta fraudolenta

Lele Mora è stato arrestato dagli uomini della guardia di finanza di Milano con l'accusa di bancarotta fraudolenta. Il provvedimento è relativo all'inchiesta aperta sull'agente dei vip dal pm del capoluogo lombardo Eugenio Fusco. Nell'aprile scorso il tribunale fallimentare di Milano aveva dichiarato il fallimento personale di Mora nonché di una delle società di cui è stato definito "il dominus", cioè la immobiliare Diana.

La richiesta di fallimento personale, ossia il divieto per Mora di esercitare qualsiasi attività imprenditoriale, era stata avanzata dai pubblici ministeri Eugenio Fusco e Massimiliano Carducci nell'ambito di un procedimento fallimentare relativo al crac della sua società Lm Management, di chiarata fallita lo scorso 11 giugno per un passivo di circa 17 milioni. Anche il curatore fallimentare della Lm Management, l'avvocato Salvatore Sanzo, aveva presentato istanza di fallimento personale per il talent scout, che ha un debito con il fisco di circa 16 milioni a cui se ne aggiungono altri 4 di debiti con privati.


Fonte

La crisi greca spinge giù le Borse Piazza Affari apre a -2,25%

La decisione dell'Eurogruppo di rinviare la nuova trance di prestiti ad Atene in attesa di riforme ha depresso le principali piazze europee. Milano perde in apertura, scivolone di Montepaschi (-5%)

 

MILANO - Apertura in netto calo a Piazza Affari, dopo lo slittamento della quinta tranche del prestito di Ue 1 e Fmi alla Grecia deciso in nottata dall'Eurogruppo. L'indice Ftse All-Share, alla prima rilevazione, fa segnare -2,26% a 20.364 punti, mentre l'Ftse Mib cede il 2,46% a quota 19.603. L'Ftse Italia Star è in calo dello 0,91% a 11.691 punti.  Cedono nel loro complesso le banche, a partire dall'italiana Mps (-5,18%), al primo giorno di aumento di capitale. 


Continua qui

Ritrovata Alessandra Falco gli avvisi per la scomparsa su Face Book

E' stata ritrovata Alessandra Falco, la 15enne di Colle Val d'Elsa che era scomparsa da casa venerdì scorso posta su tutti i profili Face Book anche in Campania e in Italia . La ragazzina è stata trovata nelle prime ore di questa mattina mentre stava dormendo sulla spiaggia a Reggio Calabria da un uomo che l'ha accompagnata alla caserma dei Carabinieri. Secondo quanto riferito Alessandra sta bene, era in lacrime e avrebbe detto che voleva scappare il piu lontano possibile. La ragazzina non era rientrata a casa venerdì dopo aver scoperto di essere stata bocciata. E proprio questa potrebbe essere la causa del suo allontanamento. Non risulta che in zona abitino suoi parenti o conoscenti. La zia della studentessa aveva diramato un appello online con le foto e il numero della madre della ragazzina e la segnalazione della scomparsa era anche sul sito di Chi l'ha visto? I genitori, avvertiti questa mattina verso le 7 dai Carabinieri, sono ora in viaggio verso Reggio Calabria.

Fonte

Da Bossi avviso a Berlusconi e Tremonti "Leadership a rischio senza riforma fiscale"

Il leader della Lega esclude elezioni anticipate che favorirebbero la sinistra, ma invita il premier a "non dare nulla per scontato" e avverte il ministro dell'Economia: "Se vuoi i voti del Carroccio giù le mani da Comuni, artigiani e imprese". Attacco poi sui ministeri al Nord: "Tutto pronto, ma Silvio si è cagato sotto". Il commento del Cavaliere: "La nostra alleanza non ha alternative"

 

PONTIDA - La leadership di Silvio Berlusconi, così come il sostegno alle politiche di Giulio Tremonti, non sono scontati e qualcosa potrebbe cambiare nei prossimi mesi se il premier e il ministro dell'Economia non verranno incontro alle richieste della Lega, soprattutto in materia fiscale. Per il momento però l'ipotesi di una rottura dell'asse Carroccio-Pdl e di conseguenti elezioni anticipate non è all'ordine del giorno perché votare oggi significherebbe far vincere la sinistra. Ma "la leadership di Berlusconi potrebbe finire con le prossime elezioni". E' questo in estrema sintesi il messaggio che l'intervento di Bossi dal palco di Pontida recapita a Roma. In serata, il commento del premier: "Si è verificato quello che Umberto mi aveva annunciato: la conferma che la nostra allenza non ha alternative e che c'è la volontà di proseguire la legislatura, operando scelte sulle quali c'è un accordo consolidato. Martedì e mercoledì sarò al Senato e alla Camera e illustrerò il programma che comprenderà anche alcune delle richieste di oggi".

Continua qui

 

sabato 18 giugno 2011

Di nuovo figli in auto per videopoker

A Tivoli, pochi giorni fa era stata denunciata per stesso motivo

 

(ANSA) -ROMA, 17 GIU- Ha abbandonato i suoi figlioletti di un anno nell'auto ed e' andata a giocare al videopoker. Ma non era la prima volta: il 4 giugno, la 36enne di Tivoli (Roma), era stata denunciata con il marito sempre per lo stesso motivo. Oggi la donna, che ora e' in una caserma dei Carabinieri, ha lasciato i due gemellini dentro l'auto, con i finestrini leggermente abbassati, per piu' di un'ora e mezza, e ha portato con se' l'altra figlia di due anni, in un bar di Villa Adriana per giocare a videopoker.
 

Fonte

Fukushima, sospesa pulizia acque

Aumento improvviso e inaspettato della radioattivita'

(ANSA) - TOKYO, 18 GIU - La Tepco, gestore dell'impianto nucleare di Fukushima, ha reso noto di aver sospeso le operazioni di pulizia delle acque radioattive solo alcune ore dopo che erano iniziate a causa di un innalzamento improvviso - molto maggiore di quanto ci si aspettasse - dei livelli di radioattivita'.

Fonte

Moody's: "Possibile taglio rating Italia" tra le cause debole sviluppo e deficit

Sotto revisione i titoli di stato italiani: lo fa sapere l'agenzia di rating statunitense con una nota. Sotto accusa il pesante debito pubblico, le difficoltà strutturali della nostra economia e la situazione dei paesi europei come la Grecia.

 

WASHINGTON - L'agenzia statunitense Moody's ha collocato il rating Aa2 dell'Italia sotto revisione in vista di un possibile downgrade. Lo fa sapere l'agenzia statunitense in una nota. Moody's ha anche riaffermato il rating di breve termine al livello prime -1. Una nuova tegola sull'economia italiana dopo l'outlook negativo assegnato al rating italiano da Standard & Poor's.

Meno di un mese fa, infatti, S&P aveva tagliato l'outlook citando le deboli prospettive di crescita e l'incerto impegno politico per attuare riforme che stimolino la produttività. E di sviluppo torna a parlare anche Moody's, citandolo come primo fattore dietro alla messa sotto revisione del rating: sotto accusa i rischi per la crescita economica dovuti alla "debolezza macroeconomica strutturale e alla probabile risalita dei tassi d'interesse nel tempo". Debolezza strutturale che per Moody's ha a che fare con "bassa produttività e importanti rigidità nel mercato del lavoro e dei prodotti". L'Italia ha recuperato finora "solo una frazione dei sette punti di prodotto interno lordo che ha perso durante la crisi globale".

Continua qui

venerdì 17 giugno 2011

Maroni: "Voglio un miliardo di euro Ho scritto a Tremonti e Berlusconi"

Il ministro punta i piedi: "Subito soldi per il 2011. I tagli hanno ridotto del 36% le risorse, la sicurezza dev'essere una priorità"

 

ROMA
«Nei giorni scorsi ho inviato una lettera al premier Berlusconi e al ministro Tremonti in cui chiedo un miliardo di euro per il 2011: si tratta di risorse sufficienti per garantire le attività istituzionali». Lo ha detto il ministro dell’Interno Roberto Maroni nel corso di un convegno della Uil Polizia.

Il ministro ha ricordato che «i tagli lineari hanno fatto calare del 36% le risorse del ministero per il 2011, che sono complessivamente 29 miliardi». «Il momento non è facile - ha aggiunto il ministro - ma il governo deve fare scelte e la sicurezza deve essere considerata una delle prime tre priorità. Spero quindi che la richiesta venga accolta». 


Continua qui

P4, i magistrati: vicenda inquietante

Il Pd: connessioni preoccupanti,  ora il governo deve rispondere.

ROMA
È «una vicenda inquietante» quella della cosiddetta P4 e la magistratura «ha bisogno di credibilità e discontinuità rispetto a comportamenti e fatti con cui non vogliamo avere nulla a che fare». Il presidente dell’Anm, Luca Palamara, torna così sulla vicenda che ha coinvolto Alfonso Papa, parlamentare del Pdl ma anche magistrato in aspettativa. 

Sulla questione morale «la posizione dell’Anm è chiara», ha sottolineato Palamara. Occorre intervenire «senza indugi e tentennamenti», e quindi attivare «tutti i meccanismi previsti dal codice etico dei magistrati». Ieri l’Anm aveva invocato sul caso di Papa l’intervento dei probiviri, che il leader del sindacato delle toghe spera si riuniscano «presto» e che comunque dovranno aspettare la convocazione che è già stata fissata del Comitato direttivo centrale dell’Anm prevista per il 25 giugno prossimo. «Dopo aver letto le carte faremo sentire la nostra voce», dice Palamara ribadendo che «il Paese ha bisogno di una magistratura credibile».

Continua qui

Berlusconi: 'Manovra dopo verifica, la maggioranza tiene'

Premier: 'Non c'e' un'alternativa per l'Italia a questo governo'. Maroni: 'Rimando a Pontida'

 

ROMA - "La manovra la presenteremo nei giorni immediatamente successivi alla verifica del 22 giugno, all'inizio della settimana successiva. Abbiamo le idee chiare e non siamo preoccupati dell'impatto che potrà avere sull'opinione pubblica". Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi al termine del consiglio dei ministri sottolineando di essere ''intimamente convinto che non ci sia un'alternativa per l'Italia a questa maggioranza e a questo governo".  Laconico il ministro dell'interno Roberto Maroni. ''Rimando a Pontida. E Berlusconi ascoltera' attentamente'', ha detto seduto accanto al premier.


Continua qui

Fonti riservate, ville di lusso e Rolex così si muoveva la "talpa" di Bisignani

Raccomandazioni, regali costosi e soffiate: dalle carte dell'inchiesta napoletana emerge in maniera sempre più inquietante il ruolo di Alfonso Papa, il deputato Pdl che i pm chiedono di poter arrestare


ROMA - E' stato magistrato alla procura di Napoli, ma a un certo punto della sua carriera all'attività investigativa Alfonso Papa ha preferito anteporre quella sindacale e politica. Dopo essere stato eletto nella giunta dell'Associazione nazionale magistrati, l'attuale deputato del Pdl al centro dell'inchiesta che ha portato agli arresti domiciliari il faccendiere Luigi Bisignani, con l'arrivo a via Arenula nel 2001 del leghista Roberto Castelli è stato nominato vicecapo di gabinetto del Guardasigilli. Venne sfiorato da un'inchiesta su alcune consulenze che coinvolse lo stesso ministro: ma Papa con il cambio di governo e l'arrivo di Clemente Mastella anziché essere sostituito in nome dello spoil system fu nominato alla direzione generale degli Affari civili. 

 

Continua qui

giovedì 16 giugno 2011

La Disciplinare non fa sconti Radiati Moggi, Giraudo e Mazzini

Decisa dalla commissione federale la sanzione "della preclusione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della Figc" nei confronti dell'ex dg della Juventus, dell'ex ad del club bianconero e dell'ex vicepresidente federale: "Fatti commessi dalle conseguenze aberranti". La reazione: "Non mi vogliono nel mondo del calcio"

 

ROMA -  La Commissione disciplinare della Federcalcio ha disposto la radiazione di Luciano Moggi, Antonio Giraudo e Innocenzo Mazzini, accogliendo così le richieste del procuratore federale. Per l'ex direttore generale della Juventus, per l'ex amministratore delegato della Juventus e per l'ex vicepresidente della Figc la Disciplinare ha adottato "la sanzione della preclusione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della Figc". I tre dirigenti erano stati squalificati per i fatti di Calciopoli per cinque anni, con proposta di radiazione.


Continua qui

Piano del Tesoro sulle pensioni donne a 65 anni e tagli alle più alte

Nel menu delle possibili misure l'aumento dei contributi per i cocopro. Ma Sacconi e la Lega non sono convinti dell'idea: avrebbe un forte impatto al nord

di ROBERTO MANIA

ROMA - Stop alla scala mobile sulle pensioni più alte o, in alternativa, un contributo di solidarietà sugli assegni d'oro; aumento graduale dell'età pensionabile delle donne a 65 anni anche nel settore privato. La previdenza entra, con queste due ipotesi, nel menù dei tecnici della Ragioneria e del ministero del Lavoro che stanno preparando le misure per la maxi-manovra da 40 miliardi che servirà, in base ai patti europei, a raggiungere il pareggio di bilancio nel 2014. La manovra dovrebbe essere esaminata dal Consiglio dei ministri del 23 giugno insieme alla delega light sulla riforma fiscale (con le tre aliquote e le cinque imposte) preparata dal ministro dell'Economia, Giulio Tremonti.

Continua qui

mercoledì 15 giugno 2011

E' iniziata la fuga da Facebook?

Emorragia di abbonati negli Usa, ma gli italiani sono primi per attaccamento ai social network

GIANLUCA NICOLETTI
ROMA
Una gaffe di Bill Gates, che ha definito Priscilla Chan «fiancée» di Mark Zuckerberg, implicando così che il fondatore di Facebook abbia intenzione di sposarla, ha scatenato un nuovo interesse per la vita privata del «più giovane miliardario al mondo». Strano culto della personalità, quello che circonda Zuckerberg, che trasforma in personaggio anche Beast, il suo cane, e fa filtrare notizie sulle regole che la ragazza gli avrebbe imposto: 100 minuti al giorno insieme e una cena o un cinema a settimana. L’ufficio stampa di Facebook ha comunque smentito la notizia: «Se Mark si è fidanzato, Gates sa qualcosa che noi non sappiamo».Nell'ultimo anno c’è stata un’emorragia di 6 milioni di utenti negli Usa e così si parla di crisi di Facebook. Alla fine ci sono sempre 149,4 milioni di persone che si sono iscritte, ma il dato è salito all’attenzione dei media come sintomo di un fatale deperimento del più consistente agglomerato di umani connessi che l'umanità abbia finora conosciuto. La perdita di affiliati ha contagiato anche il Canada, dove ne sarebbero evaporati 1,6 milioni e, Regno Unito, Norvegia e Confederazione Russa, tutti con cali di nuove iscrizioni pari a 100 mila utenti. A bilanciare la decrescita nei Paesi dove Facebook era maggiormente presente è invece l’incremento generale a livello mondiale (+1.7%), ma proprio perché molti Paesi in via di sviluppo sono ancora nella fase entusiastica e portano linfa vitale al re del social networking.

Continua qui

Gabanelli e Report senza contratto: ''La Rai non mi chiama''

La giornalista a Ilsalvagente.it: "Futuro incerto. Ma nessuna trattativa con altri".

Michela Rossetti
Se Fabio Fazio l’ha detto (a Repubblica) chiaro e tondo: “Non so se ‘Che tempo che fa’ rimarrà in Rai”; non è che per gli altri programmi la situazione sia tanto più rosea. Ieri il Cda di viale Mazzini è riuscita nel “miracolo” di approvare dei palinsesti virtuali, dando il via libera a “Ballarò”, “Che tempo che fa”, “Report”, “Parla con me”; senza rinnovare i contratti dei rispettivi conduttori.
Il futuro di Giovanni Floris, Serena Dandini e Milena Gabanelli è ancora un’incognita.
Il volto di Report lo ha rivelato domenica sera nel corso dell’ultima puntata (qui il video): “Speriamo di rivederci in autunno, ma non è ho la certezza”. E il condizionale è d’obbligo anche oggi. Raggiunta al telefono dal Salvagente.it, la giornalista chiarisce che al momento non ha ancora ricevuto notizie del suo contratto.

Continua qui

 

Evasione fiscale, arrestato il presidente di Confcommercio di Roma

La Guardia di finanza ha emesso una quarantina di ordinanze di custodia cautelare per ordine della Procura di Roma, nell'ambito di un'indagine sull'evasione fiscale. Tra i coinvolti anche il presidente della Confcommercio di Roma Cesare Pambianchi, per il quale è stato disposto l'arresto.

Fonte

Alle 22,13 il picco dell'eclissi totale di luna

Stasera visibile in tutta Italia, sarà la più lunga degli ultimi 100 anni.

 

Astro-show stanotte, quella tra mercoledì 15 giugno e giovedì 16.
È in arrivo, infatti, l'eclissi totale di luna più lunga degli ultimi 100 anni.
Il fenomeno, che lascerà col naso all'insù milioni di persone, sarà visibile perfettamente da tutta l'Italia, con inizio dell’eclissi variabile in base alla collocazione geografica e alla regione.
L’oscuramento totale avverrà alle 22,13, ma la Terra comincerà a proiettare la sua ombra sul nostro satellite già a partire dalle 21, quando però ci sarà ancora parecchia luce che renderà meno visibile il fenomeno.
L'evento durerà in tutto 100 minuti. La luna potrebbe anche assumere colori particolari, per la presenza di polveri di origine vulcanica nell'atmosfera.

La prossima solo tra quattro anni

 

 

Continua qui

Brunetta non risponde ai precari: ''Siete l'Italia peggiore''

Durante il Convegno Nazionale dell'Innovazione svoltosi a Roma, alcuni lavoratori appartenenti alla Rete precari della Pubblica Amministrazione hanno chiesto di rivolgere una domanda al ministro. "Siete la parte parte peggiore dell'Italia, con voi non parlo", la sua reazione. Brunetta se n'è poi andato con l'auto blu evitando ogni confronto. Tensione fra i lavoratori e la scorta del ministro
(video del Comitato In-dipendenti per la P.A., Punti San Precario Roma)

Il video

Tremonti: ecco la mia riforma fiscale "Sistema con 5 imposte e 3 aliquote"

Il ministro delle Finanze all'assemblea della Confartigianato punta il dito contro gli sprechi e rilancia la riduzione degli scaglioni per contrastare l'evasione: "Togliere le agevolazioni a chi ha il gippone". E poi l'invito alla classe politica a dare il buon esempio: "Meno aerei blu, più Alitalia"

 

ROMA - "Non si può fare la riforma fiscale in deficit, sarebbe una contraddizione rispetto all'impegno morale che tutti i governanti devono avere in questo periodo". Il ministro del Tesoro, Giulio Tremonti, intervenendo all'assemblea della Confartigianato, parla di riforma fiscale, ribadendo che il progetto c'è, ma bisogna trovare i soldi per finanziarlo tutelando i conti pubblici: "La parola data va mantenuta anche nel nostro interesse", ha detto, spiegando che "se vai a chiedere i soldi in giro, ti dicono dammi un segno che riduci il deficit, un segno della tua serietà ed è quello noi che stiamo facendo". L'equilibrio della finanza pubblica è "la prima condizione" da rispettare perché "scassare il bilancio pubblico è una strategia che non è nel bene della gente ed è il prodotto della irresponsabilità".


Continua qui

martedì 14 giugno 2011

VESPA, NIENTE REFERENDUM E LERNER LO IRRIDE

Bruno Vespa durante Porta a Porta di lunedì 13 giugno
ROMA - Ogni rete televisiva ha le sue priorità, e sarebbe grave se non fosse così. Ma il palinsesto di Raiuno di lunedì 13 giugno ha stupito molti tra telespettatori, osservatori e semplici cittadini, che tramite Internet, blog e social network vari si sono chiesti come mai, il giorno in cui i 4 referendum su acqua, nucleare e legittimo impedimento supera ampiamente il quorum (con i Sì che vincono con percentuali bulgare), sulla rete ammiraglia del servizio pubblico non si sia visto nemmeno un programma di approfondimento.
Unica eccezione per quanto riguarda la Rai, un lunghissimo speciale del Tg3 condotto dal direttore Bianca Berlinguer, che dalle 15 si è poi "dilungato" fino alla prima serata, con Hotel Patria, la trasmissione condotta da Paolo Calabresi, rimandata di una settimana. Ma è Porta a Porta la vera sorpresa: il talk show di Bruno Vespa, nel giorno dei referendum, parla dei "delitti irrisolti" di questo inverno, da Sarah Scazzi a Yara Gambirasio, passando per Melania Rea. Una scelta molto particolare, che non è sfuggita ad uno dei principali critici di Vespa, Gad Lerner, che ha aperto L'Infedele ironizzando proprio su questa scelta.

VETRATA IN FRANTUMI, MUORE RAGAZZINA A TORINO

TORINO - Morire a 15 anni, per una tragica fatalità, mentre fugge da un'improvvisa tempesta di vento e pioggia verso un portone per ripararsi, raggiunta alla gola da un frammento della vetrata mandata in frantumi, probabilmente proprio da un colpo di vento: è morta così, in serata, a Torino, Giorgia Gallo, di 15 anni, di San Gillio (Torino). Una tragedia che si è consumata prima nel cortile di un palazzo di sette piani, alla periferia nord di Torino, in corso Cincinnato; e, poi, in uno strazio infinito, nell'ospedale Maria Vittoria, dove la ragazza è stata portata in un disperato tentativo di strapparla alla morte. Mentre i medici la operavano e tentavano di suturare il taglio che un maledetto frammento di vetro le aveva fatto alla gola, proprio alla giugulare, in ospedale sono arrivati i coetanei con i quali aveva giocato fino a pochi minuti prima. Si erano fatti accompagnare per stare vicino alla loro amichetta. Quando sono arrivati, sono stati travolti dal dolore della sua morte.

Continua qui

lunedì 13 giugno 2011

"Schiaffo a Silvio" La notizia sui siti stranieri

Una nuova bocciatura politica nei confronti del governo Berlusconi, dopo quella delle recenti elezioni amministrative: è questa la prima lettura a caldo che i principali media esteri danno dei risultati del referendum, il cui spoglio è in corso ma che ha già registrato il significativo raggiungimento del quorum. «Gli italiani respingono in massa l’energia nucleare e l’immunità per Berlusconi». «Nuova batosta» per l’esecutivo italiano, «la seconda in soli 15 giorni» scrive El Pais.

Fonte

Blogger americano confessa, 'Amina ero io' Attivisti, uccisi 1.330 civili

Raccontava rivolte, falsa notizia arresto mobilito' web

 

ROMA - Amina, la blogger lesbica siriana che raccontava le proteste contro il regime ed era poi stata arrestata dalla polizia, scatenando una campagna internazionale per la sua liberazione, non è mai esistita. A curare il blog "A Gay Girl in Damascus" era un americano che vive ad Edimburgo, Tom MacMaster, 40 anni. L'uomo, riferisce il Guardian, ha ammesso l'imbroglio con un messaggio sul blog, dopo che vari internauti erano risaliti a lui. La messinscena ha fatto infuriare i veri blogger siriani.


Continua qui

Seggi chiusi, col voto estero affluenza oltre 57% Pd, Idv e Fli: "Ora il governo si dimetta"

Il quorum sui quattro quesiti referendari - acqua, nucleare e legittimo impedimento - è stato raggiunto. Dal Viminale dati sull'80 per cento dei comuni italiani: l'affluenza si attesta al 57 per cento, ben superiore al 50 per cento più uno dei votanti e anche alla soglia del 53,51 per cento, necessaria per superare l'incognita del voto all'estero. Si è votato fino alle 15 di oggi. Ieri alle ore 22 aveva votato il 41,1 per cento degli aventi diritto. Polemica per le parole di Berlusconi e Maroni a urne aperte. Il premier: "Dovremo dire addio a nucleare". E Maroni, alle 12: "Le proiezioni dicono che il quorum sarà raggiunto". Le opposizioni protestano e chiedono le dimissioni del governo. Enrico Letta (Pd): "Fuori dalla realtà un premier che non si dimetta oggi". Il Terzo Polo: "Il sì al referendum è un no grande come una casa al governo". Fli: "Ora pagina nuova per l'Italia". Vertice della Lega a via Bellerio. Bersani: "Dato enorme, che chiede il cambiamento. Si dimettano e vadano al Colle".

Continua qui

Lo strappo di Maroni

Alle 12, a urne ancora aperte, il ministro Maroni dona una presunta buona notizia ai referendari. “Le proiezioni dicono che il quorum ci sarà”.
Un intervento quantomeno singolare, visto che l’affluenza, per un referendum, non è come per le elezioni. L’affluenza  è – in sostanza – il risultato.
Il fatto che ci si cominci a credere davvero, allora, non dovrebbe farci dimenticare le buone regole della geografia.
Non sappiamo come funziona in Padania. Ma in Italia, mentre si vota,  il ministro dell’Interno non parla del risultato. Sta zitto.
Anche perché, se proprio vogliamo cavillare, le parole di Bobo non è che sono proprio incentivo a recarsi alle urne per i ritardatari o gli indecisi.

Fonte

"Perché non vogliono farmi fare 'Che tempo che fa'"

Fabio Fazio scrive a Repubblica. "Sono sei mesi che aspetto una decisione. Se non sarà possibile fare il programma in Rai lo farò in un'altra televisione
di FABIO FAZIO

 

CARO Direttore, da oltre sei mesi ho dato la mia entusiastica adesione al direttore di Rai Tre Paolo Ruffini che mi aveva proposto di proseguire "Che tempo che fa" per i prossimi tre anni così come di ritrovarmi sin da gennaio con Roberto Saviano per una nuova edizione di "Vieni via con me". Da oltre sei mesi aspetto una decisione della Rai. Che cosa ha impedito o impedisce al precedente e all'attuale Direttore generale di rinnovare i contratti in scadenza di alcuni fra i protagonisti della tv pubblica?


Continua qui

Il Novara è in Serie A

Dopo 55 anni c'è l'impresa

Cinquantacinque anni dopo, il Novara torna in serie A. Dopo lo 0-0 dell'Euganeo, la formazione di Tesser ha battuto per 2-0 il Padova nel match casalingo al «Piola», guadagnandosi una storica promozione. Decisivi i gol di Gonzalez al 16' del primo tempo (con i veneti in 10 per l'espulsione di Cesar) e di Rigoni al 25' della ripresa. Niente da fare dunque per il Padova, che conclude a mani vuote una splendida cavalcata, pagando l'ingenuità del proprio difensore, che stende in avvio Gonzalez lanciato a rete. Espulsione giusta e dalla punizione nasce il gol dello stesso Gonzalez, un bolide che si insacca all'incrocio dei pali. Dal Canto toglie a sorpresa El Shaarawy, il Padova non demorde ma la rapidità di Gonzalez-Bertani, innescati da Rigoni e Motta, risulta fondamentale.

Continua qui

Bonnie e Clyde presi grazie a Facebook

Una coppia di fidanzati-rapinatori rintracciata dopo confronto immagini videosorveglianza con quelle del social network

 

POTENZA PICENA (MACERATA) - Una coppia di fidanzati-rapinatori originaria del Fermano è stata rintracciata dai carabinieri grazie a Facebook. I militari hanno hanno messo a confronto le immagini riprese dal dispositivo di videosorveglianza di un supermercato di Potenza Picena con quelle del profilo di uno dei due sul social network. La coppia, originaria del Fermano era già stata notata nell'esercizio commerciale in altre occasioni, quando erano stati denunciati furti di bottiglie di superalcolici. Il 23 maggio però, quando un dipendente del supermercato ha intimato loro di restituire il maltolto, i due hanno opposto resistenza e addirittura tentato di colpire l'uomo con un coltello, prima di dileguarsi. Sul profilo di Facebook lui e lei erano immortalati con pettinature simili a quelle del giorno della rapina. Per entrambi l'accusa è rapina aggravata in concorso con l'uso di armi: lui è stato rinchiuso nel carcere di Montacuto ad Ancona, lei è ai domiciliari.


Fonte

Caccia alla salma di Osama, parte miliardario Usa

Scandaglierà i fondali, non crede ad Obama

 

LONDRA - Non lo si puo' definire un tesoro in senso stretto come quello trovato a bordo del galeone britannico che tanti anni fa Bill Warren porto' in luce al largo di Santa Cruz in California. Adesso Warren, un avventuriero del mare con alle spalle l'esplorazione di oltre 200 relitti, ha deciso di lanciare una missione molto speciale nel mare Arabico scandagliando i fondali alla ricerca della salma di Osama bin Laden ''Lo facciamo perche' siamo americani patriottici e pensiamo che il presidente Barack Obama non ci abbia dato le prove. Non mi fido del mio governo ne' del mio presidente'', ha detto al sito Tmz Warren, un eccentrico imprenditore californiano con la passione dell'archeologia subacquea.


Continua qui

domenica 12 giugno 2011

Va in disco e lascia figlia in auto

14:06 - Una bambina di due anni e mezzo è stata lasciata dalla mamma nell'auto, parcheggiata davanti a una discoteca di Alghero, dove la donna era andata a ballare con un amico. La bimba, in lacrime, è stata notata intorno a mezzanotte da un passante che ha chiamato i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Alghero. I militari hanno liberato la piccola e rintracciato la madre all'interno della discoteca. La donna è stata denunciata.
Originaria del sud della Sardegna, la mamma della piccola è stata denunciata per abbandono di minore. I militari hanno anche inviato una segnalazione ai servizi sociali del comune di residenza della donna per accertare se in passato si sia resa responsabile di episodi analoghi.
 

Seggi aperti, l'Italia alle urne Affluenza alta: alle 19 è oltre 28%

Si vota fino alle 22, domani dalle 7 alle 15, quattro i quesiti: due su acqua, nucleare e legittimo impedimento. La seconda rilevazione, delle ore 19, conferma il dato positivo per il fronte del sì. Il Viminale diffonde il dato delle 19 dal 2003, da allora solo un caso di referendum confermativo, nel 2006: alle 19 era al 22% e raggiunse il quorum.  Il numero "magico" è 25.209.345. Il dato delle 12 era già il più alto dopo quello del voto sul divorzio (1974) e sul finanziamento pubblico dei partiti (1978). Incognita sugli italiani all'estero. Bersani: "Col 50% si cambia la storia". Berlusconi: "Non accadrà niente". A Roma hanno votato Napolitano e Ciampi, a Napoli De Magistris, a Milano il cardinal Tettamanzi. Prossima proiezione sui votanti alle 19.

Video Voci da un seggio - Napolitano - Benigni cita Dante


Continua qui

Parte la sfida del quorum i seggi aprono alle 8

Da questa mattina fino alle 22 prima giornata di voto per i quattro quesiti referendari. Lunedì 13 giugno si potrà votare dalle ore 7 alle ore 15. Oltre 50 milioni di italiani chiamati ad esprimersi su temi caldi come l'acqua pubblica, le centrali nucleari e il legittimo impedimento. Polemiche fino all'ultimo: un nuovo caso Tg1.

 

ROMA - Sono 50,4 milioni gli italiani che domenica e lunedì (fino alle 15) possono votare per i 4 referendum su acqua, nucleare e legittimo impedimento. Tutto è pronto per le operazioni di voto che a partire da domani, domenica 12 giugno, fino a lunedì consentirà agli elettori di esprimersi sui quesiti referendari. Domenica si potrà votare dalle ore 8 alle 22 e lunedì 13 giugno dalle 7 alle 15. Gli aventi diritto al voto sul territorio nazionale sono 47.118.784 elettori - 22.604.585 maschi e 24.514.199 femmine - che potranno votare nelle 61.601 sezioni. Il corpo elettorale della circoscrizione estero, che si è già espresso, è pari a 3.299.905 elettori. Con questi, gli italiani che possono votare sono circa 50,4 milioni.

LA NOSTRA GUIDA AL VOTO 1

 

Continua qui
 

Bimba uccisa a Castel Volturno arrestato ghanese, è uno squilibrato

Mary, una bambina di sette anni, è morta dopo essere stata colpita a bastonate e scagliata in un canale dei Regi Lagni. Secondo gli investigatori l'assassino è un immigrato del Ghana, che soffre di disturbi psichici. Arrestato e interrogato, l'uomo si è chiuso nel silenzio.

di RAFFAELE SARDO
Si chiamava Mary la bambina ghanese di sette anni ammazzata da un connazionale, Richard Frinpong, 30 anni, uno squilibrato, che l'ha prima sequestrata e picchiata a bastonate, uccidendola, e poi ha scaraventato il corpo in un canale nella pineta di Castel Volturno, in provincia di Caserta, lungo il litorale domizio. Il ghanese adesso si trova in commissariato. Quando gli agenti l'hanno fermato, ha cercato di aggredirli. Interrogato, si è chiuso nel silenzio. Tuttavia sono numerosi i testimoni che hanno assistito alle drammatiche sequenze.

GUARDA LE IMMAGINI DEI LUOGHI


Continua qui

sabato 11 giugno 2011

Referendum: “Andate al mare, ma solo dopo aver votato”. L’ombrellone sarà gratis


“Prima a votare e poi gratis al mare” è lo slogan lanciato da una ventina di stabilimenti della Versilia, tra Viareggio, Lido di Camaiore, Marina di Massa, ma si è aggiunta anche Pisa, e il numero sembra aumentare di ora in ora. Se l’anatema contro i referendum, fin dai tempi di Craxi, è da sempre stato l’invito ad andare al mare, in Versilia ribaltano il concetto invitando tutti quelli che hanno votato a godersi un’intera di una giornata di ombrellone gratis.

Basterà presentarsi all’ingresso dei bagni elencati su questa pagina di Facebook tenendo in mano una scheda elettorale timbrata per avere diritto all’ombrellone senza sborsare un euro.

Continua qui

"Sivio fa festini come prima". Briatore alla Santanché:"E' malato"

E parlano anche di Geronzi e della Lei. L'imprenditore intercettato dalla Gdf nell'ambito dell'inchiesta per evasione fiscale legata alla gestione
del suo panfilo. Con la Santanché (disperata) discute dei festini organizzati da Lele Mora per il premier anche nello scorso aprile ad inchiesta Ruby aperta.

MILANO - Il sottosegretario Daniela Santanché appare disperata: "Va be', ma allora - dice - qua crolla tutto". "Qua" è il mondo di Silvio Berlusconi, il premier che continua a stupire - e non in senso positivo - persino i suoi pasdaran.
È stato l'ex manager della Formula Uno Flavio Briatore a spaventare l'amica impegnata in politica con il Pdl. Ha appena saputo che il presidente del Consiglio continua i suoi festini. "Ma sei sicuro che lui (Berlusconi) ha ripreso?", domanda sconcertata. Sì, "al cento per cento", è la risposta.

La nascita delle nuove intercettazioni
L'ultimo guaio con la giustizia è arrivato a Briatore dalla procura di Genova. La seconda sezione del nucleo operativo Gdf ha messo sotto intercettazione l'affarista, accusandolo d'evasione fiscale per la gestione del suo yacht "Force blue": sessanta metri, dodici membri d'equipaggio, batte bandiera del paradiso fiscale delle Isole Cayman e non paga le giuste tasse. I detective hanno inviato a Milano una parte delle telefonate perché riguardano i processi milanesi per il caso di Karima El Mahroug, detta Ruby Rubacuori, che da minorenne frequentò i claustrofobici bunga bunga di Arcore. Esistono sia nuovi riscontri sul kamasutra chimico nelle ville del premier. Sia nuovi indizi che sembrano confermare (in peggio) le accuse contro Emilio Fede, direttore del Tg 4, e Lele Mora, agente di spettacolo in bancarotta.

"Il suo piacere è"
"Io sono senza parole", continua Santanché, e domanda quello che ciascuno si chiede da tempo: "Ma perché?" Berlusconi insiste con i bunga bunga.
La risposta di Briatore è drammatica: "É malato, Dani! Il suo piacere è vedere queste qui, stanche, che vanno via da lui. Stanche, dicono. Oh, che poi queste qui ormai lo sanno! Dopo "due botte" cominciano a dire che sono stanche, che le ha rovinate". Va detto che questo scambio telefonico, con dettagli così privati, risale a due mesi fa. A maggio è stato però lo stesso sottosegretario per l'Attuazione del programma a definire, all'uscita dal processo Mills, a Milano, i pubblici ministeri "metastasi. Vabbè, volete un nome? Boccassini", e cioè Ilda Boccassini, che con Pietro Forno e Antonio Sangermano ha raccolto 26mila pagine d'inchiesta, accusando il premier di concussione e prostituzione minorile. Sa che la realtà è diversa.

Continua qui

 

Trent'anni fa la tragedia di Alfredino Rampi

 
Sessanta ore di agonia in un pozzo artesiano profondo 30 metri, destinato a diventare la tomba del piccolo Alfredino Rampi, di appena sei anni. Sono passati quasi trent’anni dalla tragedia di Vermicino, che si consumò passo passo sotto gli occhi di milioni di italiani, attraverso le immagini trasmesse dai telegiornali.