mercoledì 31 agosto 2011

Morti i due soccorritori sul Pelmo

Erano stati travolti da una frana

Sono morti i due volontari del soccorso alpino travolti da una frana sul Pelmo, nel Bellunese, mentre erano impegnati in un'operazione di recupero di due alpinisti tedeschi. I corpi senza vita di Alberto Bonafede, 43 anni, e Aldo Giustina, 42 anni, entrambi di San Vito di Cadore, sono stati ritrovati dai colleghi del soccorso alpino Dolomiti Bellunesi.

I due tecnici si stavano calando a circa 2.900 metri di altitudine, per raggiungere due alpinisti rimasti feriti sulla via Simon-Rossi: sono stati centrati dalla scarica, che ne ha tranciato le corde e li ha fatti precipitare per 700 metri.

Al momento la caduta di altro materiale dalla parete ostacola l'avvicinamento alle salme. I due scalatori tedeschi sono stati invece recuperati dall'elicottero e trasportati in ospedale.
 

 

Manovra, salta la norma su pensioni Ue: "Più misure per la crescita"

Dubbi di costituzionalità. Il provvedimento riguardava il riscatto della laurea e degli anni del servizio militare. L'Europa dedicherà particolare attenzione al dibattito in corso nel nostro Paese

Prima modifica alla manovra decisa al vertice di Arcore: salta la norma sulle pensioni, che prevede la cancellazione ai fini del calcolo dell'anzianità del riscatto degli anni di laurea e del servizio militare, validi solo per determinare l'importo dell'assegno. In particolare, si apprende da fonti di maggioranza, si starebbe valutando la costituzionalità del provvedimento.La decisione di far saltare tutto sarebbe stata presa al vertice al ministero dell'Economia con i ministri del Welfare Maurizio Sacconi e della Semplificazione Roberto Calderoli.

Sempre secondo quanto si apprende, la questione potrebbe essere affrontata ''collegialmente'', giovedì, probabilmente a margine della riunione del Consiglio dei Ministri, ma sta di fatto che ora bisognerà nuovamente lavorare sul testo del dl economico per garantire "i saldi della Manovra", anche se, a quanto si apprende dai tecnici del Tesoro, questi ultimi resteranno invariati.

Continua qui

La manovra finanziaria e gli effetti sulle vostre vite

Genova - Ieri pomeriggio, un lettore del Secolo XIX ci ha spedito una e-mail in cui raccontava gli effetti che la manovra finanziaria (com’è oggi) avrebbe sul suo futuro di impiegato statale. La pubblicazione della lettera è stata lo spunto per chiedere ai nostri navigatori come la manovra, soprattutto per quel che riguarda il calcolo delle pensioni, influirebbe sulle loro vite.
Nella trentina di commenti che abbiamo pubblicato nelle ultime ore, moltissimi sono di critiche generalizzate alla classe politica, ma c’è anche chi è andato più in profondità, raccontando davvero le conseguenze che la politica economica del governo avrebbe su di lui.
È il caso di gimi75, che ha scritto da Santa Margherita Ligure: «Sono una lavoratrice statale della scuola da circa 38 anni, ne ho 58 e non posso andare in pensione. Ho anziani da curare, la mia famiglia e sono sempre disponibile con tutti. Penso anche di fare onestamente il mio lavoro, con dedizione anche se spesso sono stanca. Cerco sempre di essere gentile, e in cambio cosa ottengo? Che il ministro Brunetta mi dà della lazzarona scansafatiche, mi offende, mi trattiene dei soldi se sono malata, oltre a limitare parecchio la mia libertà, che il gran visir Berlusca ha pensato di posticipare l’erogazione della buonuscita di due anni (non aspettiamo altro che quei due soldi per fare qualche spesa necessaria alla casa), di bloccarmi il sacrosanto scatto di anzianità sino al 2016, di cancellare il riscatto della laurea e del servizio militare già magari pagati con fior di migliaia di euro (non è il mio caso, ma sono solidale con coloro che subiscono il danno) e via di questo passo. Siamo stanchi di tutto ciò, è ora che ci diamo una svegliata».

Continua qui

Manovra, assedio di Pdl e Lega a Tremonti il premier: saldi a rischio, aumentiamo l'Iva

Le nuove misure non bastano, secondo i calcoli degli esperti e della Ragioneria, a garantire la copertura dei 45 miliardi previsti. Il Cavaliere: "Ma Giulio ci aveva garantito su tutto". Il Carroccio reclama una modifica alla misura sul riscatto di laurea e naja. Il Colle ha dubbi sulla eventuale fiducia al Senato. Domani Cdm di CARMELO LOPAPA 

 

ROMA - "Se ci ritroviamo spalle al muro, allora rimettiamo mano all'Iva e con quel punto recuperiamo i 5 miliardi, con buona pace di Giulio". All'indomani del vertice di Arcore Silvio Berlusconi è un uomo assalito da dubbi.

Un  premier che a collaboratori e ministri sentiti a più riprese in giornata confida incertezza e preoccupazione. E una profonda irritazione nei confronti di Tremonti, ancora una volta.

Perché sarebbe stato proprio il ministro delle Finanze, nel lungo summit di due giorni fa, ad assicurare che pur dimezzando i tagli ai comuni e abolendo il contributo di solidarietà, altre misure di lotta all'evasione e all'elusione avrebbero garantito il mantenimento dei saldi. Il conto dei 45 miliardi sarebbe comunque tornato, insomma.


Continua qui

martedì 30 agosto 2011

In bar di Vibo latte scaduto da 3 anni

In bar di Vibo latte scaduto da 3 anni

(ANSA) - VIBO VALENTIA, 30 AGO - Quarantasette cartoni di latte scaduto da 3 anni sono stati trovati e sequestrati nel magazzino di un bar di Vibo Valentia dai carabinieri della Compagnia e del Nas di Catanzaro. Al titolare dell'esercizio e' stata elevata una contravvenzione di 3.600 euro. Il locale,in via Parodi, e' frequentato quotidianamente da centinaia di persone.

I militari, dopo la scoperta del latte scaduto, hanno ampliato i controlli scoprendo la mancanza delle schede obbligatorie di autocontrollo alimentari.


Fonte

Irene: morti in Usa a quota 46

Tempesta giunta in Canada, forti piogge e black out. Venti le vittime negli Usa

BRATTLEBORO (VERMONT) - Aumenta di ora in ora il numero delle vittime dell'uragano Irene, con alcuni Stati della East Coast ancora in piena emergenza alluvioni. Il bilancio dei morti - secondo quanto riporta il sito on line del Wall Street Journal - e' salito a 46 negli undici Stati colpiti dall'uragano, ma molti sono ancora i dispersi. Solo negli Stati di New York e del New Jersey, poi, sono oltre un milione e mezzo le persone ancora senza luce. Il Vermont e' alle prese con la piu' grande inondazione della sua storia.

Continua qui

Naia e università inutili alla pensione E su internet esplode la protesta

Su blog e social network l'indignazione dopo la notizia che gli anni del servizio militare e quelli universitari non potranno più essere conteggiati per calcolare l'età pensionabile. Rabbia diffusa. Fra chi accusa il governo di "scaricare il costo della manovra sui più deboli" e chi si domanda: "Che fine faranno quei diciotto milioni spesi per riscattare la mia laurea?". Malumori della base leghista

di CARMINE SAVIANO


ROMA - Un anno di vita militare "buttato al vento". Abbiamo servito la patria e "adesso ci ripagano così". Per il nostro governo "lo studio e l'università sono solo tempo sprecato". E' un gioco di specchi. Non appena si diffonde la notizia che gli anni dell'università e del servizio militare non potranno più essere conteggiati 1per calcolare l'età pensionabile, in rete scatta l'indignazione dei cittadini. In migliaia criticano con durezza l'ultima scelta dell'esecutivo 2guidato da Silvio Berlusconi. "Mi state rubando quattro anni di riscatto di studi universitari e un anno di servizio militare mentre i vostri privilegi restano gli stessi".

Continua qui

Salta contributo, no Iva. Intervento sulle pensioni

Calcolati solo anni lavoro effettivo. Province via. Dimezzamento parlamentari. Tremonti: bene

di Yasmin Inangiray
ROMA - L'intesa e' stata raggiunta. Sul filo del rasoio, ma e' stata raggiunta. Sette ore di vertice ad Arcore hanno infatti raddrizzato le tradizionali 'boutade' estive che, pero', quest'anno, non avevano come tema il clima politico della maggioranza di turno, ma qualcosa di piu' concreto: i destini della tenuta economica e finanziaria del paese.

Continua qui

lunedì 29 agosto 2011

Tremonti al telefono con il Cavaliere "Stop attacchi, il decreto è anche tuo"

L'ultimo colloquio tra i duellanti alla vigilia del summit di Arcore per decidere gli emendamenti alla manovra. Resta il gelo, ma il ministro non farà le barricate. Per il ministro dell'economia unico punto non modificabile sono i saldi di CARMELO LOPAPA

 

ROMA - L'ultima, algida telefonata intercorsa tra la dimora di Arcore e il rifugio di Lorenzago non ha sciolto il gelo di questa vigilia. Così, il premier Berlusconi e il suo ministro Tremonti si presentano all'appuntamento decisivo di questa mattina con lo stato maggiore della Lega senza uno straccio di accordo preventivo tra loro due che sarebbero pur sempre i firmatari della manovra da 45 miliardi. 


Continua qui

domenica 28 agosto 2011

Irene su NY, esondano East River e Hudson

Quattro milioni senza luce su East Coast. 12 vittime in Virginia e North Carolina.

NEW YORK - L'uragano ha causato almeno 12 morti, ma''il peggio e' passato''. In diretta Tv il segretario di stato alla sicurezza interna, Janet Napolitano, invita alla cautela, ma fa capire che forse l'emergenza Irene sta davvero finendo. Poi rassicura i newyorkesi: ''L'uragano sta lasciando la citta'''. Nella Grande Mela si tira un sospiro di sollievo e si prende atto che Irene - declassata da uragano a tempesta tropicale - e' stata meno devastante del previsto, nonostante le raffiche di vento oltre i 120 chilometri orari che hanno sferzato la metropoli per tutta la notte. Qualcuno, pero', adesso comincia a parlare di eccessivo allarmismo.

Continua qui 

Sul cammino di Irene oltre 10 centrali nucleari

 

 

Cade dalla moto, gravissimo il tenore Licitra

Ragusa, l'artista è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Viaggiava senza casco

Salvatore Licitra, 43 anni, considerato uno dei tenori di primo piano nel repertorio drammatico italiano, è stato ricoverato in gravissime condizioni per una caduta con la sua moto, nei pressi di Modica (Ragusa). L'artista ha riportato estesi traumi cranico e toracico, ed è stato già sottoposto a un delicato intervento chirurgico. E' in prognosi riservata.

 Era alla guida di una Vespa, sulla quale viaggiava anche la sua fidanzata, il tenore Salvatore Licitra, rimasto ferito gravemente in un incidente stradale nel Ragusano. Secondo quanto si è appreso, l'artista, forse a causa di un improvviso malore, avrebbe perso il controllo del mezzo che si sarebbe schiantata per terra. Nell'impatto Licitra ha riportato estesi traumi cranici al cranio, alla faccia e al torace; la sua fidanzata delle escoriazioni. Nessuno dei due indossava il casco di protezione.

Continua qui

 

Terrorismo: ucciso in Pakistan numero due Al Qaida

Lo riferiscono fonti Usa, citate dalla pagina Twitter della tv americana Cnbc

ROMA - L'attuale numero due di Al Qaida, Abd al-Rahman, è stato ucciso in Pakistan. Lo riferiscono fonti Usa, citate dalla pagina Twitter della tv americana Cnbc.
Il terrorista è stato ucciso il 22 agosto, lunedì scorso, ha precisato un alto responsabile americano alla Reuters. Sempre in Pakistan, ad Abbottabad, il fondatore e capo di Al Qaida, Osama Bin Laden, era stato ucciso il 2 maggio scorso in un blitz delle forze speciali della Marina statunitense.

Continua qui

 

Ventidue anni, annega a Lavagna

Tragedia sulla spiaggia davanti a centinaia di testimoni

Stava giocando con la sua ragazza e due amici in riva al mare, proprio sulla battigia, quando un’onda alta cinque metri l’ha colpito alle spalle e trascinato in acqua. Un istante ed ecco la tragedia.
È morto così, ieri pomeriggio a Lavagna, Mari Franco Eleazar, 22 anni, residente a Milano assieme ai genitori originari del Venezuela. Quasi certamente è annegato, ma sarà il medico legale incaricato di eseguire l’autopsia dal pm Gabriella Dotto a confermare la causa del decesso. Affogato, nonostante per soccorrerlo si siano gettati in quattro tra i cavalloni e le correnti fuoriose. Ucciso dal mare, sotto gli occhi di decine e decine di testimoni, con le motovedette della capitaneria di porto praticamente bloccate negli scali marittimi e i bagnini che potevano solo esporre la bandiera rossa per invitare i bagnanti a stare al sicuro, sulla spiaggia.

Continua qui

Ecco come cambierà la manovra Iva più alta, meno tagli ai Comuni

L'aumento della imposta sui consumi non è più nel pacchetto di emendamenti della Lega. Tremonti isolato, domani summit tra il premier e Bossi. Berlusconi vuole cancellare l'Eurotassa, il Carroccio alzarla a 200mila euro di ALBERTO D'ARGENIO

 

ROMA - L'intesa sulla manovra bis si avvicina. L'appuntamento è per domani mattina ad Arcore, con Bossi, Berlusconi e Tremonti che avranno una giornata per trovare la quadra e depositare in Senato gli emendamenti al decreto da 45 miliardi entro le otto di sera. In queste ore si lavora a tutti i livelli e il portavoce del premier Paolo Bonaiuti dice: "L'intesa è vicina, sarà perfezionata da Berlusconi e Bossi nel loro incontro". 


Continua qui

"Gheddafi vuole trattare la transizione" Continua la caccia al Colonnello

Il portavoce di Gheddafi, riferisce Al Jazeera, ha telefonato all'Associate Press a New York per dire che il raìs si trova in territorio libico ed è intenzionato a negoziare con il Cnt la formazione di un governo di transizione. Smentite le voci secondo cui il Colonnello si era rifugiato in Algeria. La caccia si sposta su Sirte. Il Cnt lancia l'allarme: "Emergenza umanitaria a Tripoli" e chiede aiuti alle organizzazioni internazionali.

Continua qui 

Fedelissimi raìs fanno nuova strage, 170 uccisi e bruciati

 

Irene spaventa gli Usa, tornado in quattro Stati Bloomberg: "Scaduto il tempo di evacuare"

Drammatico, nuovo appello del sindaco di New York: "Irene è arrivato, state in casa, preparatevi ai blackout". Il picco è previsto dalle prime ore del mattino (ora italiana). L'uragano, declassato a classe 1, ha toccato le coste di Delaware, Maryland, North Carolina e Virginia. Allarme tornado, danni a Lewis. Nove le vittime finora, una è un bambino. Spettrale la Grande Mela: trasporti pubblici fermi, negozi chiusi, 370mila persone evacuate. Anche Boston ferma bus e metro

LA DIRETTA DEL 27 AGOSTO
MAPPA Aree a rischio / LA DIRETTA TV

Continua qui

sabato 27 agosto 2011

La Lega dice no al contratto ponte Tommasi: "Salta la prima giornata"

Beretta rifiuta l'ultima proposta dei Calciatori: «Ricalca quella  fatta da Campana». La replica:
«Tutti i tentativi sono stati vani» Se si troverà un accordo la serie A potrebbe ripartire l'11 settembre

ROMA
Non si gioca. Lega e Aic non sono riuscite a mettersi d'accordo e sabato e domenica, il campionato di calcio non parte. Il Presidente della Lega Calcio Maurizio Beretta ha detto 'nò all'estremo tentativo operato da Damiano Tommasi, presidente dell'Associazione Calciatori (Aic) che, viste le parti ancora molti distanti, aveva tentato la carta del contratto-ponte fino a giugno, proposta che èstata rispedita al mittente. La Federcalcio, da parte sua, ha preso atto e ha ufficializzato il rinvio della prima giornata di serie A 2011-2012.


Continua qui

Orrore in un ospedale a Tripoli isolato per giorni, 200 pazienti morti

I cadaveri rinvenuti nella struttura nel quartiere di Abu Slim. A causa del conflitto non hanno ricevuto le cure necessarie. Molte delle vittime sono civili, ma ci sono sia lealisti che ribelli che erano stati ricoverati per le ferite. Pochissimi sopravvissuti, fra questi un ragazzino

 

TRIPOLI - Lealisti e ribelli, gli uni accanto agli altri, e molti civili. Isolati per giorni a causa del conflitto in corso, e abbandonati a se stessi, senza poter ricevere le cure necessarie. Sono morte così, dimenticate, circa 200 persone in un ospedale del quartiere di Abu Slim, a Tripoli. E di fronte all'orrore si è trovato un inviato della tv araba Al Jazeera, che è entrato nella struttura con la sua troupe. Sui letti, o distesi a terra vicino all'immondizia, i corpi di decine e decine di pazienti.


Continua qui

Irene, ordinata l'evacuazione di New York Obama: "Sarà un uragano storico, prepararsi"

L'appello del presidente americano, che anticipa il rientro dalle vacanze per l'emergenza. Il ciclone sarà sabato in North Carolina, domenica toccherà la Grande Mela. Per la prima volta nella storia saranno sospesi i mezzi pubblici. Il sindaco Bloomberg ha disposto l'allontanamento dei cittadini nelle zone a rischio e lo sgombero di ospedali e case di riposo. E in alcuni supermercati già esaurite le torce tascabili


NEW YORK - L'uragano Irene è in arrivo e New York si prepara al peggio, mentre il presidente Obama si appella alla popolazione perché faccia attenzione: Irene "è estremamente pericoloso, di portata storica", ha detto. E il sindaco della metropoli Michael Bloomberg ha ordinato l'evacuazione obbligatoria delle zone vicino alla costa, incluso Battery Park a Manhattan, Coney Island a Brooklyn e Far Rockawway nel Queens, a partire dalle 5 di pomeriggio di sabato: una misura precauzionale che interesserà 250mila persone. Per la prima volta nella storia della "città che non dorme mai", si fermeranno bus e metropolitana a partire da mezzogiorno di sabato. A rischio anche la circolazione sui ponti che collegano Manhattan agli altri boroughs: lo ha annunciato il governatore Andrew Cuomo, riporta il sito del New York Times, spiegando che si fermeranno anche le linee ferroviarie che servono Long Island, la Westchester County e il Connecticut.


Continua qui

 

venerdì 26 agosto 2011

Strage in Aurelia, la tragedia di Anita, Michela e Sara

Sanremo - L’ultima, sottile speranza si è spezzata alle 7.48 di ieri, quando il cuore di Michela ha smesso di battere. Come, poche ore prima, quelli di Sara e Anita. Tre amiche da sempre, tre vite interrotte a soli 21 anni in una serata qualunque, non si sa ancora perché. Si sa come: un Suv sulla stessa corsia dell’auto sulla quale Sara, Michela e Anita viaggiavano assieme ad altri due amici, diretti al Moac di valle Armea, dove, ad attenderli, c’era un’altra ragazza, il cellulare in mano per accogliere messaggi e telefonate. Ma quando è stata lei a provare a chiamare le amiche che non arrivavano, non ha risposto nessuno.
In quel momento, Sara e Anita non c’erano già più, morte straziate all’interno dell’Agila. Mentre Michela e gli altri due ragazzi stavano correndo in ambulanza verso il Borea.

Continua qui

Sindaci, oggi la marcia su Roma

A rischio 112 piccoli comuni dell’alessandrino. «Gli sprechi sono altrove, resisteremo»


Alessandria - La protesta dei piccoli Comuni sotto i mille abitanti si sposta a Roma. Dopo il primo appuntamento di lunedì a Torino, oggi appuntamento davanti a Montecitorio dei sindaci con tanto di fascia e gonfalone per far sentire le loro voci e chiedere all'unisono lo stralcio dell'articolo 16 del "decretone" (manovra fiscale), e riportare la serenità nelle piccole realtà civiche che costituiscono la forza trainante del territorio. Particolarmente significativa la partecipazione piemontese, dove ci sono 596 piccoli Comuni a rischio cancellazione, mentre in provincia di Alessandria sono 112 su 190. Belforte Monferrato, con il suo sindaco Franco Ravera che è anche vice presidente della Comunità montana Aleramica Obertenga (31 Comuni tra ovadese e acquese) è schierato in prima linea per la salvezza. Ad accompagnarli anche nella capitale come è stato a Torino, ci saranno molti cittadini che vogliono mantenere le loro prerogative di appartenenza ad una comunità territoriale che rischia di scomparire. I pullman partiranno dall'area degli impianti sportivi di Belforte. «Raccoglieremo - spiega Ravera - non solo i sindaci della Aleramica Obertenga, ma anche molti di paesi dell'Oltregiogo che non fanno parte della Comunità». Rientro in serata o nel corso della notte. L'iniziativa è patrocinata dalle associazioni dei piccoli Comuni (Anpci, Anci Piemonte, Uncem Piemonte, Legautonomie Piemonte) che portano a Roma la voce del dissenso. Oggi i municipi saranno tutti chiusi, per dare un segno forte di civile protesta nei confronti di chi, magari inserendo un codicillo in un qualche decreto, senza dare senso e giustificazione ad una scelta, può distruggere anni di laborioso e proficuo lavoro, di rilancio di un territorio, di salvezza di storia, tradizioni, rilancio economico, ambientale, turistico, crescita demografica, mantenimento dei servizi essenziali, tutto, praticamente a costo zero, o quasi. «Addossare parte delle responsabilità del debito - sostiene Franco Ravera - alle piccole comunità civiche, è scellerata demagogia». Aggiunge l'ex sindaco di Silvano d'Orba, Pino Coco: «Le spese da tagliare sono altre e chi ci governa ben lo sa.

Continua qui

Rais localizzato a Sirte, bombe sul bunker. Razzi lealisti su aeroporto di Tripoli

Frattini: Gheddafi voleva Lampedusa un inferno. 'Finte' vittime civili per incolpare Nato

PARIGI - Muammar Gheddafi sarebbe stato localizzato a Sirte: è quanto affermano fonti dell'Eliseo vicine a Nicolas Sarkozy. Il colonnello libico, finora introvabile, sarebbe stato visto nella sua città natale, ormai uno dei pochi bastioni di resistenza del regime, già bombardata dalle forze Nato.

ORNADO RAF BOMBARDANO BUNKER A SIRTE  - Tornado della Raf hanno bombardato con missili ad alta precisione un vasto bunker a Sirte, la citta' di origine del colonnello Gheddafi. Lo ha annunciato il ministero della Difesa britannico. I Tornado sono decollati dalla base Marham a Norfolk giovedi' notte. ''Una formazione di Tornado GR4 ha lanciato missili Storm Shadow contro un vasto bunker quartier generale'', informa il ministero della Difesa in un comunicato. Non ci sono indicazioni che Gheddafi fosse a Sirte o nel bunker al momento dell'attacco. ''Non e' questione di trovare Gheddafi, ma di assicurare che il regime non abbia la capacita' di continuare la guerra contro il popolo libico'', ha detto il ministro della Difesa Liam Fox alla Bbc. L'attacco contro il bunker - ha detto Fox - serviva a assicurare che non ci fosse alcun centro di comando alternativo nel caso in cui il regime dovesse cercare di lasciare Tripoli''.

Continua qui

giovedì 25 agosto 2011

Vacanzieri senza soldi: turismo ligure nel caos

Genova - Turismo ligure nel caos I villeggianti hanno le tasche sempre più vuote: le vacanze durano meno e il fatturato delle strutture ricettive cala del 5%. In Regione, si fa quel che si può: si cerca di allungare la stagione e si lancia un appello al Governo per evitare la cancellazione dei “ponti festivi” del prossimo anno. L’unico dato positivo sembra arrivare dall’aumento dei turisti stranieri. «Per una regione che vive di turismo come la nostra senza le feste si perderebbero milioni di euro - dice l’assessore Angelo Berlangieri - e si metterebbero a rischio migliaia di posti di lavoro». I dati sono tutt’altro che confortevoli: nei primi mesi del 2011 gli arrivi in Liguria sono aumentati del 2,8% ma le presenze sono diminuite del 1,7%.

Continua qui

Ancora caldaccio, ma sabato temporali e aria più fresca al nord

Oggi e venerdì ancora grande caldo sull'Italia ma, tra venerdì sera e sabato pomeriggio da ovest la coda di un fronte temporalesco coinvolgerà il settentrione, recando temporali forti sulle Alpi e sulle zone pianeggianti limitrofe con calo termico. Coinvolta forse anche la costa ligure. Altrove poche variazioni. Domenica di sole ovunque, ancora caldo al centro-sud. Da lunedì evoluzione incerta.

 

SITUAZIONE: una saccatura, legata ad un vortice sulle Isole Britanniche, coinvolge l'Esagono francese favorendo il passaggio di impulsi temporaleschi che sfiorano anche il nostro settore alpino. Una maggiore penetrazione della saccatura verso sud tra venerdì e sabato riuscirà a spingere la coda di una perturbazione anche sul nostro settentrione, dove si attiveranno forti temporali, segnatamente lungo la regione alpina.

ATTENZIONE: davanti al passaggio frontale non è esclusa la formazione di nuclei temporaleschi multicellulari prefrontali tra la Valpadana ed il settore alpino, specie tra venerdì pomeriggio e l'alba di sabato.

Continua qui

 

Amy non morì per droga L' autopsia: solo tracce di alcol

MILANO - Negativo alle droghe, positivo all' alcol. Il risultato dei test tossicologici sul corpo di Amy Winehouse parla chiaro. Non è stata la droga a uccidere la popstar inglese, il 23 luglio scorso. E non è stato, neppure, un cocktail di alcol e sostanze proibite, come all' inizio si era ipotizzato. Quando è morta Amy era «pulita». Gli esiti degli esami condotti sul corpo della cantante (poi cremato) all' indomani del ritrovamento nella casa londinese di Camden, sono stati comunicati ieri alla famiglia. L' assenza di «tracce di sostanze illegali» conferma quello che aveva detto il padre Mitch Winehouse al funerale di Amy: «Tre anni fa mia figlia era uscita dalla droga. I medici avevano detto che era impossibile, ma ci era riuscita». E smentisce, in parte, quanto dichiarato a pochi giorni dalla scomparsa dal pusher londinese Tony Azzopardi, cioè che Amy si fosse rifornita da lui di cocaina e eroina per 1.200 sterline. Se Amy Winehouse ha acquistato droga poche ore prima del decesso, non l' ha mai consumata. Conclusione: a un mese dalla scomparsa, si sa che cosa non ha ucciso a 27 anni l' interprete di Back to Black . Ma non ancora che cosa l' abbia uccisa. Nel corpo sono state trovate tracce di bevande alcoliche ma «non è stato possibile determinare se l' alcol abbia avuto un ruolo determinante». Stando, ancora, a quello che aveva dichiarato il padre, dopo aver chiuso con la droga, Amy «ora stava provandoci con l' alcol; aveva appena completato tre settimane senza toccare un goccio». Questo aveva anche fatto supporre che il decesso potesse essere dovuto a una crisi d' astinenza. Per saperne di più sulle cause della morte occorrerà attendere ancora. «Si aspetta l' esito dell' inchiesta in ottobre» ha annunciato ieri la famiglia. Nel frattempo dopo il recente furto di inediti e lettere dell' artista, adesso i familiari devono fare i conti con altri guai visto che c' è chi ha registrato il nome The Amy Winehouse Foundation e vuole metterlo all' asta; e c' è chi in rete commercializza nel nome di Amy merchandise non autorizzato. Severino Colombo

Fonte

Uccide donna e si impicca nell'aquilano

E' successo ieri sera a Celano, vittima di nazionalità polacca

(ANSA) - AVEZZANO (L'AQUILA), 25 AGO - Un uomo di circa 40 anni (del quale non sono state ancora rese note le generalità) ha ucciso ieri sera con alcuni colpi d'ascia una donna polacca, subito dopo è fuggito ed è stato ritrovato impiccato in una zona poco distante dal centro abitato di Celano, nell'aquilano. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Avezzano (L'Aquila).

Fonte

Il bunker di Gheddafi: prima e dopo

Le immagini del satellite mostrano il compound di Gheddafi, a Tripoli, fotografato ad agosto e dopo i bombardamenti dei giorni seguenti. Il 23 agosto le forze ribelli hanno preso d'assalto l'area di Bab al Azizya, nel sud della capitale libica. Il 'bunker', costruito da re Idris e successivamente ampliato dal colonnello è circondata da tre cinte murarie in cemento difese con le armi. All'interno, oltre alla residenza privata del raìs, i pozzi per l'acqua, anche ambienti per ospitare le truppe, una biblioteca, una moschea, un campo di calcio e uffici collegati tra di loro da una rete di tunnel sotterranei

Le foto 

Tripoli, i luoghi della battaglia visti dal satellite. FOTO

 

Al Jazeera nel tunnel di Gheddafi

 

 

 

 

Rapiti quattro giornalisti italiani Caccia al raìs: una taglia, vivo o morto

I reporter sequestrati lungo la strada da Zawiya a Tripoli. Ucciso l'autista. Sono Elisabetta Rosaspina, Giuseppe Sarcina del Corriere della Sera, Domenico Quirico de La Stampa e Claudio Monici di Avvenire. Il presidente del Cnt offre 1,6 milioni di dollari,l oltre all'amnistia, per chi catturi o uccida Gheddafi

 

TRIPOLI - Hanno combattuto tutta la notte, mirando al cuore della capitale libica, la zona di Bab al Aziziya dove si trova il compound di Muammar Gheddafi. E' nella residenza-bunker che si concentrano ancora gli scontri, una colonna di fumo nero si innalzava ancora in serata. Intorno, incessanti, i colpi di arma da fuoco. Tripoli brucia. Dopo tre giorni di combattimenti si contano almeno 400 morti e 200 feriti. E in serata arrtiva la notizia del sequestro di quattro giornalisti italiani: rapinati, picchiati e condotti in un'abitazione a Tripoli.

Caccia al raìs. Per gli insorti, prendere il Colonello significa il riconoscimento ufficiale, e la resa dev'essere incondizionata. Solo allora la guerra finirà. Il raìs lo vogliono vivo o morto. Per questo il capo del Consiglio nazionale transitorio, Mustafa Abdel Jalil, ha offerto 1,6 milioni di dollari a chiunque lo catturi o lo uccida. A chi lo consegnerà, sarà concessa l'amnistia. A offrire il denaro per la taglia, ha spiegato Jalil, sono alcuni uomini d'affari libici e lo stesso Cnt.

AUDIOREPORTAGE Ponte: "L'ultima fortezza" 1 2DIRETTE TV 1 3 - 42 5
6

Il sequestro dei giornalisti italiani. Dopo la liberazione dei 35 reporter stranieri bloccati all'interno dell'hotel Rixos di Tripoli (IMMAGINI 7 - VIDEO 8), quattro giornalisti italiani sono stati rapiti alle porte di Tripoli (MAPPA 9). Si tratta di Domenico Quirico de La Stampa, Elisabetta Rosaspina e Giuseppe Sarcina del Corriere della Sera e Claudio Monici di Avvenire. I quattro stanno bene: la notizia è arrivata dallo stesso Monici al quale è stata data la possibilità di telefonare al quotidiano per cui lavora. E al quale ha riferito che sono stati rapiti da un gruppo armato mentre stavano andando in macchina da Zawiyah a Tripoli. I quattro sarebbero stati derubati e malmenati, ucciso il conducente dell'auto. Subito dopo i giornalisti sono stati trasferiti in un appartamento. Il console a Bengasi, Guido De Sanctis, ha poi reso noto che si trovano in un appartamento a Tripoli, tra Bab Al-Aziziya (il bunker di Gheddafi) e l'hotel Rixos: "stanno bene" e "sono stati anche rifocillati con cibo e acqua". Dall'appartamento, ha aggiunto De Sanctis, si vede un noto centro commerciale di proprietà della figlia di Gheddafi. Dietro il sequestro ci sarebbe un gruppo di lealisti. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano segue la vicenda minuto per minuto.


Continua qui

mercoledì 24 agosto 2011

Si ribalta tir, miracolosamente illeso l’autista

Serravalle Scrivia (Al)

Un camion che trasportava cemento si è ribaltato lungo la 35 bis dei Giovi all’altezza di una rotonda. Si attende un mezzo da Frosinone per trasbordo del materiale. Traffico regolare.

Una autocisterna che trasportava cemento in polvere si è ribaltata, questa mattina verso le 9, lungo la 35 bis dei Giovi, all’altezza dei centri commerciali, affrontando una delle rotonde. Avvertiti da alcuni testimoni, sul posto sono intervenuti i soccorsi, insieme ai vigili del fuoco e alla polizia stradale di Serravalle. L’autista, un uomo di origine senegalese, è stato estratto dall’abitacolo miracolosamente illeso. Il traffico non ha subito rallentamenti poiché, in quel tratto, la strada è a doppia corsia.
Il camion è rimasto a bordo strada per diverse ore, in attesa dell’arrivo di un mezzo apposito da Frosinone in grado di aspirare e trasferire il contenuto della cisterna. 

Fonte

Tripoli, si combatte ancora Cnt: "Taglia sul raìs vivo o morto" Liberi i giornalisti stranieri al Rixos

I ribelli assaltano e conquistano il compound di Bab al-Aziziya, ma il colonnello non c'è. Il presidente del Consiglio di transizione offre 1,6 milioni di dollari per chi catturi o uccida il raìs, oltre all'amnistia. In poche ore Gheddafi lancia due messaggi audio: "Solo una ritirata tattica", dice sostenendo di aver fatto un giro in incognito per Tripoli e di non aver visto una "città in pericolo". Secondo il Cnt nei tre giorni di battaglia nella capitale ci sarebbero stati 400 morti e oltre 2.000 feriti. Cnn: "Sul campo forze speciali Francia, Gb, Qatar e Giordania", ma Nato precisa: "l'Alleanza non ha e non avrà forze sul terreno". Appello di Aysha Gheddafi: "I libici si uniscano a noi contro gli stranieri"

Continua qui

Punta l'arma contro i carabinieri i militari sparano e lo uccidono

Il ragazzo ucciso ieri alla periferia di Laterza aveva il volto coperto da una mascherina. La pattuglia stava effettuando alcuni controlli nella zona

 


Un giovane incensurato di 19 anni è stato ucciso la notte scorsa da un carabiniere in servizio durante controlli alla periferia di Laterza, nel Tarantino. Secondo la ricostruzione fatta dal comando provinciale dell'Arma, quando il carabiniere ha sparato, il giovane, che aveva il volto coperto da una mascherina, aveva un'arma puntata contro i militari, risultata poi essere una replica a salve.

I carabinieri erano intervenuti dopo una segnalazione alla centrale operativa, relativa alla presenza di alcuni giovani in atteggiamento sospetto, poco dopo le due di notte.

Fonte

Terremoto a New York,ne' vittime o danni

Il sindaco, trasporti parzialmente influenzati dopo scossa

(ANSA) - NEW YORK, 24 AGO - Il terremoto di magnitudo 5,9 avvertito ieri in tutta la costa Est degli Stati Uniti non ha provocato ne' vittime ne danni a New York, ha comunicato il sindaco della citta', Michael Bloomberg. I trasporti sono stati solo parzialmente influenzati dall'evento, ha detto ancora il sindaco, aggiungendo che qualche aereo e' rimasto a terra, ma poi e' partito e ora gli aeroporti funzionano regolarmente.
 

Fonte

Libia, Gheddafi non molla: vittoria o morte. Missili su Tripoli, scud su Misurata

Il raìs torna a parlare via radio. Regime: governo resisterà per mesi, anche per anni

TRIPOLI, 24 AGO - Diverse forti esplosioni, almeno dieci, hanno letteralmente scosso la capitale libica Tripoli pochi minuti fa, nella zona orientale della città, mentre nel cielo volteggiano i jet Nato. Lo ha constatato l'inviato dell'ANSA sul posto.

Continua qui

martedì 23 agosto 2011

Tripoli, l’aeroporto in mano ai ribelli Obama: «Il regime volge al termine»

Ancora molto incerta la situazione nella capitale libica. Questa mattina, una testimonianza raccolta da Radio19 dal Vicariato apostolico di Tripoli, ha confermato che la città non è ancora completamente in mano ai ribelli e che non si conosce ancora la sorte di Gheddafi: durante la telefonata (audio) , su una linea molto disturbata, l’interlocutore (la cui identità preferiamo non rivelare) spiega in inglese che sta chiuso in casa «perché fuori è pericoloso: si sentono spari, noi seguiamo in televisione l’evolversi della situazione».


Continua qui

Camion fuori strada, grave una ragazza

Genova - Grave incidente a Nervi, in via Donato Somma all’altezza della prima curva di Capolungo. Una ragazza in condizioni disperate, e Aurelia bloccata per un’ora: il transito sarà consentito solo alle moto.
Un autoarticolato, che trasportava delle pietre e detriti provenienti da un cantiere, è finito contro un muretto. L’impatto ha causato la perdita del carico che ha travolto una passante. Ora è ricoverata in codice rosso al San Martino. Il conducente del camion è stato invece trasportato al Galliera, in condizioni non gravi.
Silvia Cannarsa torinese di 20 anni è rimasta gravemente ferita e accompagnata in codice rosso all’ospedale San Martino. Il ragazzo che era con lei invece, Federico Cartasegna, è rimasto illeso. Secondo una prima ricostruzione, il conducente del veicolo avrebbe perso il controllo del mezzo e sarebbe finito contro un muro.

Continua qui

Troppe multe, automobilisti si vendicano: su Facebook le infrazioni del sindaco

Quei vigili urbani pronti a sanzionare senza pietà a suon di multe ogni piccolo peccato automobilistico, agli abitanti di Conselve proprio non andavano giù: al punto da decidere di "pedinare" il sindaco Antonio Ruzzon, fotografarne le infrazioni al volante e pubblicarle in bella vista sulle pagine di Facebook. I cittadini del piccolo comune padovano adesso fanno battaglia in rete attraverso il comitato "Lasciateci respirare". All'ennesima multa, si sono armati di macchina fotografica e hanno pedinato per giorni il responsabile delle loro disgrazie al volante, cogliendolo in fallo più volte. Ruzzon è stato sorpreso a parcheggiare la macchina a fianco del municipio "in evidente divieto di sosta, peraltro sistematica" - accusano i suoi detrattori - o a parlare al telefono durante la guida. "Quale esempio offre il primo cittadino - rincarano dalla pagina Facebook - quando è il primo a trasgredire le regole?". La risposta del sindaco? Nessuna marcia indietro: "Tra un anno qui ci saranno le elezioni - spiega l'esponente Udc - ed evidentemente qualcuno, in particolare i grillini, si sente già in campagna elettorale e mi vuole fare la guerra".

Le foto

Si stacca pneumatico dal camion: distrutto il taxi

Un tamponamento anomalo, dalle conseguenze sorprendenti: vicino all'aeroporto internazionale di Tocumen, a Panama, uno pneumatico si è staccato improvvisamente da un'autopompa dei vigili del fuoco e a grande velocità ed è andata a finire la sua corsa contro un taxi fermo un centinaio di metri più avanti.
(a cura di Matteo Marini)

Il video

Tragedia all'air-show: lo stunt precipita dall'aereo

Todd Green voleva salire in volo su un elicottero ma è caduto, precipitando da un'altezza di 60 metri. Trasportato d'urgenza in ospedale, l'uomo è morto per le ferite riportate. L'incidente alla base aerea di Selfrodge, vicino a Detroit.

Il video di uno spettatore

Figlio del Colonnello in diretta tv: ''Mi assediano''

Scoop di 'al-Jazrrra', che è riuscita a intervistare in diretta il primogenito di Muammar Gheddafi, Mohammed, mentre a Tripoli piombavano le milizie ribelli: all'emittente televisiva il figlio del Colonnello ha confermato di essere stato catturato dagli insorti e di essere tenuto agli arresti domiciliari. "Banditi armati hanno circondato la mia residenza", ha raccontato per telefono alla televisione satellitare. "Io sono ancora a casa, loro sono là fuori. Hanno detto che garantiranno la mia incolumità, ma stanno assediando casa mia". Mentre parlava, in sottofondo erano distintamente udibili colpi di arma da fuoco. "Sì", ha aggiunto il figlio di Gheddafi, "gli spari sono in casa mia". Poi, di colpo, la linea è caduta e per qualche istante sullo schermo diventato buio è stato solo silenzio.  Più tardi comunque Mohammed è stato in qualche modo contattato, e ha così potuto assicurare che lui e i familiari erano illesi.

Fonte

Marsiglia: deruba la ''sua'' banca, preso

Uno dei cassieri della locale Agenzia di Credito ha tentato, insieme a due complici, di sottrarre 30.000 euro: l'allarme è scattato, e la polizia è intervenuta catturando i tre

Afa record in Sardegna, temperatura percepita 47 gradi

Non da' tregua il clima africano sull'Italia. Allarme bambini, anziani e malati

CAGLIARI - L'ondata di caldo africano che sta interessando in queste ore tutta l'Italia, ha fatto registrare temperature record in Sardegna, dove la colonnina di mercurio sfiora i 40 gradi in diversi centri dell'isola, con una temperatura percepita, pero', che supera abbondantemente i 40 gradi. A Capo Carbonara, nella costa sud orientale della Sardegna, il servizio meteorologico dell'Aeronautica militare ha rilevato una temperatura percepita di ben 47 gradi (con un tasso di umidita' dell'83%). A Cagliari, alle 12, la temperatura era di 31 gradi, ma quella percepita di 39, con diversi termometri della citta' che, appunto, segnavano i 40 gradi, cosi' come ad Alghero (41 gradi) e Oristano (40).
Ma il clima africano non da' tregua anche al resto d'Italia. Ben 18 citta', delle 27 monitorate dal bollettino quotidiano della Protezione civile, sono sotto ondata di calore. A Messina il record della temperatura percepita, ben 43 gradi; segue Torino con 40.
L'ondata di calore si ha quando caldo e umidita' persistono per tre o piu' giorni consecutivi. In questi casi e' necessario adottare interventi di prevenzione mirati alla popolazione a rischio. Si tratta di bambini, anziani e persone affette da patologie respiratorie e cardiovascolari).

Continua qui

 

lunedì 22 agosto 2011

Le ultime ore del regime libico Tripoli libera, giallo sulla sorte del Rais

Centocinquantasei giorni di insurrezione, guerra civile e intervento internazionale hanno concluso nella notte 42 anni di regime in Libia. A Bengasi decine di migliaia di persone hanno aspettato per tutta la notte la “notizia”, la cattura o la morte del “leader della rivoluzione”, il golpe militare che il 1 settembre 1969 rovesciò la monarchia di re Idris, considerato troppo accondiscendente verso l’occidente. La notizia però non è arrivata e Gheddafi è rimasto nel suo ultimo rifugio, nel quartiere di Bab el-Azizia, dove si sono concentrate le sacche finali della resistenza delle sue truppe. Sporadici combattimenti sarebbero ancora in corso in alcuni quartieri, ma la capitale libica è nelle mani dei ribelli.

Negli ultimi due giorni la morsa su Tripoli si è chiusa e già nel pomeriggio di ieri la Nato si era sbilanciata a dire in un comunicato ufficiale che il regime stava crollando. Tra mezzanotte e mezzo e l’una di notte in sequenza sono arrivate le conferme: arrestati due dei tre figli superstiti del colonnello, Saif al Islam - ricercato come il padre dalla Corte penale internazionale dell’Aja per crimini contro l’umanità – e Mohammed, il meno implicato nella dittatura, che per telefono all’emittente panaraba Al Jazeera ha raccontato direttamente che casa sua era circondata dai ribelli. La comunicazione è caduta improvvisamente dopo che si sono sentiti degli spari e sembrava che Mohammed fosse stato ucciso, mentre più tardi si è saputo che si era arreso ai ribelli.

Continua qui

Muore nella via ristretta dai posteggi

Lo scooter di un ex capotreno centrato da un’auto che usciva dal park. Esplode la polemica

Genova - È morto ieri mattina nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Martino. Gennaro Esposito, 67 anni, dopo quattro giorni di agonia, non ce l’ha fatta. Vittima di un terribile incidente stradale avvenuto nel pomeriggio del 17 agosto: il suo scooter, un Honda Forza, era andato a sbattere contro un’auto che stava uscendo da un’area privata, in via al Forte di San Giuliano, una stretta strada a doppio senso che da via Gobetti conduce al mare. Il pensionato, caduto a terra, era finito contro un veicolo parcheggiato, riportando un gravissimo trauma cranico.
La tragedia ha riacceso la polemica sulla disposizione dei posteggi, ricavati su un lato della stradina: ostacolano la visuale, soprattutto per chi esce dai box e si immette nella carreggiata. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, la donna al volante della Golf Variant contro la quale si è schiantato Gennaro Esposito non aveva rispettato la precedenza. Forse, a causa del sole, non aveva potuto volgere lo sguardo sullo specchio convesso di sicurezza, installato proprio per evitare di tagliare la strada ai mezzi in transito.
I funerali non sono ancora stati fissati in attesa del nulla osta della procura.

Fonte

 

Inchiodano per guardare auto in bilico Maxitamponamento, con 11 feriti

Una macchina che sfonda il guardrail e resta in bilico. Sospesa nel vuoto, su un cavalcavia vicino a Mantova. Un incidente di per sé senza gravi conseguenze per il conducente, un uomo di 30 anni. Ma la curiosità è costata cara a chi viaggiava sull'autostrada sottostante, la A22. Rapiti dalla scena da film, molti automobilisti hanno rallentato di colpo. Risultato: un maxitamponamento che ha convolto cinque macchine e ha provocato undici feriti, nessuno dei quali in gravi condizioni. La carreggiata, tra il casello di Mantova sud e quello di Mantova nord, è rimasta chiusa per diverse ore. La coda di veicoli ha raggiunto i sei chilometri. La situazione del traffico è tornata alla normalità solo verso mezzogiorno.

Fonte

Temperature verso il picco dei 40 gradi Controesodo infuocato sulle strade

Ovunque temperature sopra la media del periodo. Ondata di calore fino a sabato. Sulle autostrade domenica da bollino rosso: picchi attesi sulla A14, tra Ancona e Bologna, e sul tratto fiorentino della A1. Terza corsia tra Firenze sud e Firenze nord

 

Umidità, afa, temperature verso i quaranta gradi. L'ondata di calore che sta investendo l'Italia - la più intensa dall'inizio dall'estate - sta raggiungendo il suo picco. Valori record fino all'intera giornata di mecoledì, ma farà molto caldo fino a sabato. Valori oltre i 33/35 gradi su gran parte delle nostre regioni anche se le zone più coinvolte saranno la Valpadana e le aree interne di Toscana e Lazio. Termometri verso i 38/40 gradi a Prato, Ferrara, Firenze, Bologna, Mantova, Grosseto. Punte di 36/38 gradi anche a Roma, Foggia, Caserta, Matera, Cosenza, in provincia di Catania e nelle zone interne sarde.  

 

Continua qui

 

I ribelli prendono Tripoli catturati i figli manca solo il raìs

I soldati del Cnt nella capitale senza trovare grandi resistenze. I pretoriani di Gheddafi si arrendono. Il colonnello asserragliato nel bunker. Molte le incognite, il dittatore: "Temo che la capitale brucerà"

 

Festa in piazza Verde TRIPOLI - Tripoli è insorta, è quasi tutta in mano ai ribelli, ai quali si sono arresi la Guardia repubblicana di Muammar Gheddafi e  tre dei suoi figli, fra i quali Seif al Islam, mentre del rais non ci sono notizie, tranne un messaggio diffuso in tv intorno alla mezzanotte. Nella frammentarietà delle notizie che in nottata hanno cominciato ad accavallarsi a ritmo vertiginoso, emerge il quadro di una capitale che ha smesso di combattere, che non offre resistenza agli insorti, che hanno cominciato a entrare a ondate in città al tramonto, con la fine del digiuno giornaliero del Ramadan. 


Continua qui

sabato 20 agosto 2011

Lecce, investe e uccide una donna, poi scappa

Rintracciata poco dopo alla guida di una Smart, in stato di ebbrezza

Una giovane donna di 23 anni, di Bologna, è morta dopo essere stata investita da una Smart guidata da un'altra donna. Quest'ultima è fuggita senza prestare soccorso, ma è stata rintracciata poco dopo dai carabinieri. E' risultata in condizioni di ubriachezza. E' stata denunciata per omicidio colposo e omissione di soccorso. Nell'incidente è rimasto ferito anche un giovane di 20 anni che è ricoverato in gravi condizioni nell'ospedale di Lecce.

Secondo una ricostruzione dell'accaduto fatta dai carabinieri, la vittima, insieme al suo amico che è di Paolo del Colle (Bari), stava passeggiando sulla litoranea, quando è stata travolta da una Smart guidata da un donna, che è stato accertato guidava in stato di ebrezza. Il 20enne ferito è stato ricoverato nell'ospedale Vito Fazzi di Lecce, nel reparto di neurochirurgia, e i medici non hanno sciolto la prognosi nei suoi confronti.
 

 

Omicidio-suicidio in Alto Adige

Cacciatore uccide la moglie e poi si spara

Tragedia familiare in Alto Adige. Nel paesino di Tesimo, in provincia di Bolzano, un uomo ha ucciso la moglie e si è tolto la vita. L'uomo, un cacciatore, avrebbe ucciso la donna con il fucile sparandole due colpi, per poi puntarselo addosso e suicidarsi. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e il magistrato della Procura di Bolzano.

L'omicidio-suicidio è avvenuto in un appartamento del Kirchenhof di Tesimo, paesino di mezza montagna della valle dell'Adige non distante da Merano in Alto Adige. L'uomo, Erich Windegger di 48 anni, prima ha ucciso la moglie (Caecilia Windegger anch'essa di 48 anni) con due colpi di fucile, regolarmente denunciato, e poi si è rivolto l'arma contro togliendosi la vita. L'allarme è stato lanciato dal fratello dell'omicida-suicida.
 

 

Giallo di Melania, le soldatesse: "Basta bugie"

Si difendono su Facebook: "In caserma si lavora, se Parolisi colpevole pagherà"

foto Facebook
 
E' una difesa accorata quella di una soldatessa della caserma di Ascoli al centro di pettegolezzi e sospetti dopo la morte di Melania Rea e il coinvolgimento del marito Salvatore Parolisi. Sul profilo Facebook di un cronista di Newsmediaset, parla una delle reclute: in caserma, dice, si lavora, non si fa vita mondana. E conclude: "Siamo stanche, vogliamo rispetto per noi, per le nostre famiglie e per la nostra divisa".
Un post sulle novità che potrebbero emergere dall'esame del Dna sul corpo di Melania, scatena il dibattito sul profilo Facebook del nostro cronista. Tra le varie risposte, quelle che insinuano altri sospetti riguardo alla caserma di Colle San Marco, che custodirebbe il vero movente del delitto. Risponde una delle soldatesse che si addestrano lì, difendendo le sue commilitoni e in generale tutto l'esercito. Ecco il commento:

"... (omissis) cosa ci sono in caserma? traffici loschi? tipo? fammi un esempio dato che noi non abbiamo mai visto nulla di simile..poi che altro c'è in caserma? festini, sette sataniche, giro di prostituzione..ah no, è vero..ho letto anche che ci drogano...eh certo sapete proprio tanto sulla vita che facciamo in caserma eh...ma già è vero, noi ci infiliamo nei letti degli istruttori, mica ci spacchiamo il c... dall'alba al tramonto senza sosta a lavorare..nooo, abbiamo anche questo gran tempo di fare tutto ciò di cui voi accusate gli istruttori e addirittura l'intero Reggimento..mamma mia...tutti FBI siete diventati..peccato che non avete azzeccato nulla di tutto quello che succede li dentro perchè sapete cos'è? la vita in quella caserma è militare, non mondana come quella di chiunque altro..
 ci sei mai andata a colle s. marco che dici che è poco affollata? mi sa che non sei a conoscenza di ciò che hai scritto e ti consiglio di informarti meglio su ciò che facciamo noi, e i nostri superiori..allora vi dirò una cosa...ci trattano benissimo, siamo felici, abbiamo degli istruttori che ci vogliono bene e non si sono mai approfittati di noi e ci hanno trattate sempre con i guanti bianchi..chiunque ci rispetta, si lavora, si suda sotto al sole, si va a letto sfinite ma soddisfatte del nostro lavoro...non inventate cavolate su di noi o sul ciò che c'è in quella caserma perchè 1) non c'è niente da sapere visto che si lavora solo sodo. 2) nessuno va a letto con nessuno, nessun istruttore ci ha mai trattate male o stuprate e grazie a dio non abbiamo mai avuto problemi con la droga..la camorra c'è solo a napoli e dintorni...

state parlando di una caserma non del grande fratello..quindi se non volete portare rispetto ne a noi soldatesse, che non sappiamo nulla di tutto ciò che succede al di fuori, e nemmeno al Reggimento in generale, almeno abbiate la decenza di non sparare cavolate, ma di tacere, visto che già ci pensano i giornalisti ad umiliarci con la loro ignoranza sulle nostre vite lì dentro...con questo concludo.."

 Continua qui

Tripoli accerchiata, Gheddafi pianifica fuga

Un aereo venezuelano sarebbe atterrato a Djerba per evacuare famiglia Gheddafi

ZAWIAH - Centinaia di ribelli libici hanno sferrato l'attacco contro la piazza centrale di Zawiah, 50 km a ovest di Tripoli, dove si annidano le ultime sacche di resistenza dei soldati di Muammar Gheddafi. Lo riferiscono i corrispondenti stranieri sul posto. La piazza centrale è un luogo simbolo della rivolta iniziata sei mesi fa, repressa nel sangue dalla 32/a Brigata guidata dal figlio di Gheddafi, Khamis. I ribelli sono riusciti a respingere la gran parte degli avversari, ma gli scontri a fuoco continuano nelle zone circostanti.

Continua qui
 

Borse, l'Europa brucia 94 miliardi Piazza Affari maglia nera d'Europa

I mercati non sono riusciti nel tentativo di rimbalzo, schiacciati dai timori di recessione rilanciati da Jp Morgan. Pesano i no agli Eurobond. A Milano male i bancari e la Fiat

di VITTORIA PULEDDA

MILANO - L’Europa non è riuscita nel tentativo di ribaltare il terribile responso della vigilia, schiacciata dai timori di recessione rilanciati da Jp Morgan. E in parte complice il profondo rosso della chiusura precedente a Wall Street (seguita dal tracollo delle Borse asiatiche, dove Seul ha perso oltre il 6% e Tokio il 2,5%), l’impostazione fiacca si è imposta sui mercati fin dal mattino nel Vecchio Continente

Continua qui

venerdì 19 agosto 2011

Tagli e accorpamenti, municipi in rivolta sindaci in piazza contro la manovra

L'Anci chiama a raccolta gli amministratori il 29 agosto a Milano. Il 26 manifestazione dei piccoli Comuni davanti a Palazzo Chigi: "Non è in gioco la nostra poltrona, ma la vita del nostro paese"

ROMA - La manovra economica 1 del governo è ancora avvolta nell'incertezza, ma i Comuni hanno deciso di non perdere tempo lanciando subito una mobilitazione straordinaria contro i tagli e la soppressione dei municipi inferiori ai mille abitanti.

Il Comitato Direttivo dell'Anci, l'associazione dei comuni italiani, è stato convocato in via straordinaria per giovedì prossimo. Ufficialmente all'ordine del giorno figurano "le valutazioni e decisioni sugli effetti della manovra finanziaria, sui servizi pubblici locali e sulla spesa per gli investimenti dei comuni", ma in realtà la bocciatura delle misure antideficit da parte degli amministratori è già netta e l'allarme è alle stelle.

Continua qui

Borse, torna il panico da recessione Milano a picco, l'Europa brucia 300 miliardi

I timori per l'economia dopo il report di Morgan Stanley affondano i mercati a partire dai titoli della finanza e dell'auto. La Fed, i dati Usa e il calo pesante di Wall Street peggiorano le cose: Piazza Affari crolla e cede oltre il 6,1%, Francoforte e Parigi più del 5% di LUCA PAGNI

 

MILANO - Dopo cinque giorni di tregua, torna la paura per una nuova recessione globale e le Borse di tutto il mondo registrano un'altra giornata drammatica. Un crollo generalizzato, iniziato con l'Asia nella notte, amplificato dalle vendite in mattinata in Europa per poi avere il suo epicentro negli Stati Uniti. Wall Street ha aperto in profondo rosso, trascinando il vecchio Continente in una delle sedute peggiori dell'anno: soltanto contando la società a maggiore capitalizzazione, il Vecchio Continente ha bruciato 300 miliardi di euro, annullando quasi tutti i rialzi dell'ultima settimana.


Continua qui

giovedì 18 agosto 2011

Una sexy doccia da record

Una sola confezione di gel doccia per 152 persone, eccone la prova nel video più hot dell'estate.

Il video

NY, tir sospeso a mezz'aria, tragedia sfiorata

Uno spargitore di sale in manutenzione sbaglia manovra e sfonda la parete dell'officina, penzolando nel vuoto. Il meccanico alla guida salvato dai vigili del fuoco.

Il video

Aula deserta, Pedica attacca Schifani

Maggioranza, era seduta formale e mancavano anche senatori IdV

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - In un'aula quasi deserta, il testo della manovra economica varata dal Consiglio dei ministri il 12 agosto scorso, e' stato incardinato al Senato. Il senatore dell'IdV Stefano Pedica ha definito ''una vergogna'' l'assenza del presidente del Senato. Immediate le repliche della maggioranza: da Pedica attacco ''inutile e inqualificabile'', era una seduta formale di pochi minuti e senza votazioni e mancavano 9 senatori IdV.

Fonte

Infermiera con Tbc, paura al policlinico Gemelli

Roma, controlli su oltre mille neonati. I medici rassicurano: "Il rischio non è elevato"

Un'infermiera del policlinico Gemelli di Roma è stata sospesa dall'incarico dopo avere scoperto di essersi ammalata di tubercolosi. La donna lavorava nel reparto di neonatologia, dove vengono accolti i bambini subito dopo la nascita. Per questo motivo, in via precauzionale, oltre mille bambini nati nella struttura da marzo a metà luglio verranno richiamati per essere sottoposti a controlli.Il rischio che i bambini siano stati contagiati, ha spiegato il responsabile del reparto Costantino Romagnoli, "non è giudicato elevato". "La maggiore possibilità di essere stati contagiati riguarda chi convive con un malato", ha aggiunto il medico sottolineando che in un nido il contatto fra personale sanitario e i piccoli è più diradato e non è sempre la stessa infermiera ad occuparsi dello stesso bambino.

Continua qui

Manovra, spunta l'ipotesi di uno scudo-bis Wall Street spinge le borse, Milano +1,27%

Il testo presentato in un Senato praticamente deserto. I frondisti del Pdl, intanto, presentano le loro proposte di modifica. Piazza Affari "maglia rosa" in Europa

Un nuovo scudo fiscale, per far rientrare i capitali rimasti all'estero, con una "penale" però superiore a quella del 5% inserita nel "condono" precedente, del 2009. E' una delle ipotesi che, secondo fonti della maggioranza, si starebbe valutando. L'idea sarebbe quella di sfruttare la tobin tax europea che potrebbe rendere più difficile l'anonimato degli evasori.L'iter parlamentare della manovra, intanto, ha preso il via in un Senato praticamente deserto: undici i senatori presenti, presidente di turno compreso. Il testo è passato alle commissioni Affari costituzionali per il parere di costituzionalità e da martedì sarà in commissione Bilancio, dopo aver ricevuto i pareri di tutte le commissioni competenti. L'approdo in aula è previsto per il cinque settembre.

Continua qui

mercoledì 17 agosto 2011

Una colata di cemento su Serravalle S. (Al)

Un piano che prevede la trasformazione delle colline di Serravalle Scrivia. Una nuova realtà, che già qualcuno chiama “Serravalle 2”, dovrebbe nascere alle spalle di uno degli outlet più “visitati” del Nord Italia. L’ormai “vecchio” Designer McArthurGlen non basta più, ora si pensa alla “Serravalle bis”. Cementificazione dell’ambiente o riqualificazione del paese? Il timore degli abitanti della zona è quello di «assistere, impotenti, a una totale devastazione del paesaggio. Una colata di cemento sul verde e sulle vigne». I residenti, forse spaventati dai trascorsi della costruzione dell’outlet, temono di vedere le proprie verdi colline trasformate in un mare di mattoni.
Il piano - chiamato “Masterplan Bollina” - è stato portato in Comune dalla società Pragaotto, la stessa Praga holding che nel 1999 ha gettato la prima pietra della zona commerciale di Serravalle. «È stato presentato alla commissione edilizia - conferma il sindaco Antonio Molinari -, il completamento dell’area della Bollina». Un nuovo quartiere che ospiterà residenze e alloggi. Quasi due milioni di metri quadri di sbancamento dei verdi colli piemontesi. «In termini turistici è a mio avviso - puntualizza il sindaco - un progetto che va a completare e a offrire nuove strutture ricettive e ulteriori opportunità di lavoro. Con le nuove attività che verranno offerte, si migliorerà e si valorizzerà il sito che gravita intorno all’orbita dell’outlet. La sfera commerciale andrà a fondersi con quella turistica». L’amministratore delegato della Praga holding, la ditta che si occupa dei lavori, rassicura: «L’obiettivo è quello di puntare alla rivalutazione di un territorio prevalentemente collinare. Saranno anche inseriti, nella nuova costruzione, diversi dettagli che puntano all’eno-turismo».

Continua qui

Omicidio plurimo aggravato, l’accusa per il guidatore del Suv

Alessandria - È stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario plurimo aggravato Ilir Beti, il conducente del Suv che, guidando contromano e ubriaco sulla A26 Voltri-Sempione, sabato scorso ha ucciso quattro giovani turisti francesi, in viaggio verso la Slovenia.
Lo ha confermato la Questura di Alessandria. Fino a oggi Ilir Beti, 35 anni, albanese, imprenditore edile residente ad Alessandria, era indagato in stato di libertà per omicidio colposo, lesioni colpose e guide in stato di ebbrezza.
Proprio il fatto che fosse rimasto libero aveva suscitato forte indignazione, specie tra i parenti delle vittime.

Continua qui

Calderoli: "Calciatori, aliquota doppia" La replica. "Sono stupidaggini"

Il ministro polemizza con gli atleti: "Proporrò un raddoppio del contributo come per i politici". Risponde l'Aic

ROMA - Roberto Calderoli, ministro della Semplificazione normativa, interviene sull'ipotesi di sciopero dei calciatori, legata anche alla richiesta che siano le società di calcio a pagare il contributo di solidarietà 1 previsto dalla manovra aggiuntiva: "Se dovessero continuare a minacciare scioperi o ritorsioni, proporrò che come ai politici anche ai calciatori venga raddoppiata l'aliquota del contributo di solidarietà". "I calciatori - aggiunge - fanno i capricci: non so se sia giusto o meno il contributo di solidarietà, ma se c'è qualcuno che dovrebbe pagarlo sono proprio i calciatori, che rappresentano la casta dei viziati".


Continua qui

Tassa sui capitali 'scudati' una torta da 100 miliardi

Ipotesi prelievo straordinario dell'1-2% sui capitali dichiarati per lo scudo fiscale. E altri 150 miliardi sono ancora all'estero. Del tesoretto legalizzato all'estero sono rimasti circa 60 miliardi  di MAURIZIO RICCI

 

ROMA - Un tesoretto niente male, a cui ricorrere in questi momenti di ristrettezze, l'Italia lo ha. Però, all'estero. Sono i capitali esportati illegalmente, negli anni, in Svizzera, in Lussemburgo, a San Marino, nel Principato di Monaco e in paradisi fiscali assortiti, da chi voleva evadere le tasse.

 

Continua qui

Incidente stradale in Namibia morta un'italiana, altri 15 feriti

La vittima aveva 66 anni. Illesi altri quattro connazionali. I 20 erano in escursione nel Sud del Paese a bordo di un 4x4: uno dei pneumatici è scoppiato e il veicolo si è ribaltato

ROMA - Una turista italiana è morta e altri 15 connazionali sono rimasti seriamente feriti in un incidente stradale in Namibia. Altri quattro loro compagni sono rimasti illesi. I 20 italiani erano a bordo di un camion safari 4 x4 per un'escursione organizzata da Avventure nel mondo. All'origine dell'incidente lo scoppio di uno dei pneumatici che ha fatto ribaltare il grosso mezzo. La vittima si chiamava Rosangela Ubezio, 66 anni, di Vercelli. I feriti più gravi sono stati portati in eliambulanza in un ospedale di Windhoek, capitale del paese. La Farnesina sta aspettando la dichiarazione di autorizzazione dell'ospedale per avviare la procedura dei rimpatri sanitari.

Continua qui

Due italiani morti in scontro tra barche

La barca a vela dei turisti si e' scontrata con un fuoribordo

ZAGABRIA - Due turisti italiani sono morti in Croazia nello scontro della loro barca a vela con un fuoribordo, nel mare Adriatico; illese invece altre due persone che erano sulla stessa imbarcazione,entrambe di nazionalita' croata e che, in base ai primi accertamenti, dovrebbero essere gli skipper. L'incidente è avvenuto al largo dell'isola di Maslinovik, vicino Sebenico. Le due vittime sono due coniugi padovani Francesco Salpietro e Marinelda Patella: al momento dello scontro stono stati rimasti feriti alla testa. I loro corpi sono stati ripescati qualche ora più tardi dalla polizia. Salpietro era un ingegnere industriale di 63 anni, la moglie Marinelda, di 61, lavorava come dietologa all'Uls 16 e ed era conosciuta e apprezzata per i suoi studi sul supporto nutrizionale ai malati oncologici. La coppia, che abitava in centro a Padova, lascia due figli di 22 e 26 anni. L'imbarcazione sulla quale si trovavano, la ''Santa Pazienza'', aveva partecipato negli ultimi anni a due edizioni della ''Barcolana'' di Trieste e veniva custodita in un cantiere nautico di San Giorgio di Nogaro (Udine). L'altra imbarcazione, uno yacht, era guidata da un uomo d'affari croato, il controverso imprenditore Tomislav Horvatincic,: né lui né l'altra persona che era a bordo sono rimasti feriti. ''Sfortunatamente il sistema di guida dell'imbarcazione si è guastato e non ero in grado di dirigerla in modo normale e uscire dalla rotta di collisione con l'altra barca. Ho fatto tutto il possibile per avvertire le persone sulla barca a vela ma purtroppo non sono riuscito ad evitare il tragico scontro", ha poi riferito l'uomo, che e' uno dei maggiori imprenditori del settore edile in Croazia, e che è stato già interrogato dalla polizia.

Continua qui

venerdì 12 agosto 2011

Cargo affonda peschereccio dispersi in mare padre e figlio


Arrestati ufficiale e timoniere del Jolly Grigio

di IRENE DE ARCANGELIS



LA VIOLENZA dell'impatto lo catapulta in mare. E questo gli salva la vita. Riemerge e il suo peschereccio non c'è più. Affondato in una manciata di secondi, portandosi via, a cinquecento metri di profondità, i suoi due compagni di equipaggio. Il comandante è salvo, non i suoi uomini, padre e figlio, che si trovavano sottocoperta. In poche ore di serrate indagini si delinea la dinamica del gravissimo incidente a due miglia e mezza a Sud di Punta San Pancrazio a Ischia.

Il cargo Jolly Grigio della società Messina di Genova  -  un bisonte del mare, lungo 143 metri e largo trentadue, stazza da ventitremila tonnellate e che viaggia alla velocità di dodici nodi  -  prende in pieno un peschereccio sulla murata di dritta. Letteralmente lo investe, come un Tir su una utilitaria. Perché sulla plancia di comando non c'è nessuno. 



Continua qui

'Contributo' da privati sopra 90 mila euro

Dalle rendite alle pensioni, le misure allo studio. Stop feste, liberalizzazioni e privatizzazioni

ROMA - Nelle misure che il governo sta mettendo a punto per fronteggiare la crisi ci sarebbe anche un prelievo (forse compreso fra il 5 e il 10%) sui redditi dei privati superiori ai 90mila euro annui. Si tratta del cosiddetto "contributo di solidarietà" cui ha accennato il ministro dell'Economia Giulio Tremonti nella sua audizione alla Camera. L'indiscrezione trapela in ambienti della maggioranza. Si tratterebbe di una estensione anche al settore privato della tassa già prevista dalla manovra proprio sui redditi dei pubblici dipendenti superiori ai 90 mila euro. Non è ancora chiaro se si tratti di una misura 'una tantum' o se il "contributo" possa essere esteso a più anni, da qui al 2013, data del previsto pareggio di bilancio.

Continua qui

Imprenditrice sequestrata a Eboli, trovata a Cassino

La donna è stata rilasciata perché l'auto dove l'avevano costretta a salire è rimasta a secco. Caccia ai sequestratori

CASSINO (FROSINONE) - E' stata trovata nel pomeriggio dalla Polizia Stradale sulla A-1 tra Cassino e Pontecorvo (Frosinone) una donna di 31 anni, imprenditrice, che sarebbe stata rapita questa mattina a Eboli. Ora tra Cassino e Pontecorvo è in atto un'ampia battuta dei carabinieri a caccia dei sequestratori.

Continua qui

Nonno eroe salva nipoti e muore

Tragedia nel mare di Cozze, sul litorale del Barese

Ha visto i suoi nipoti, due 13enni fra loro cugini, in difficoltà tra le onde nel mare di Cozze, nel barese, e non ha esitato a tuffarsi per portarli in salvo. Con l'aiuto del padre di uno dei ragazzi e dei bagnini, Antonio Amodio, 64 anni, è riuscito a portare in salvo i nipoti, ma a costo della vita: dopo il salvataggio si è accasciato su uno scoglio ed è morto nonostante i tentativi di rianimarlo.Amodio, un tecnico elettronico in pensione trasferitosi da anni in Francia, e i suoi familiari avevano lasciato di buon'ora casa per recarsi al mare. Il nonno, che teneva d'occhio a distanza i nipoti, quando li ha visti annaspare tra le onde si è lanciato in loro soccorso seguito dal genero e dagli assistenti al salvataggio di un vicino villaggio turistico. 

Continua qui

giovedì 11 agosto 2011

Rischia di annegare, drammatico salvataggio alla “spiaggia del sale”

Santa Margherita - La guardia costiera di Santa Margherita Ligure e di Portofino e un elicottero dei vigili del fuoco sono intervenuti nella zona di mare antistante la `spiaggia del sale´, tra Chiavari e Zoagli, dove un diportista, che si è buttato in acqua dal gommone sul quale si trovava con altre tre persone, si è trovato in difficoltà a causa del moto ondoso.
Dopo essere riuscito a raggiungere la spiaggia l’uomo, di 39 anni, residente nell’alessandrino, si era accasciato con un principio di annegamento e stato di choc. Poco dopo aveva raggiunto la spiaggia anche un altro occupante dell’imbarcazione mentre alcuni bagnanti hanno chiamato il numero di emergenza della guardia costiera.
Sul gommone, che era il tender di un’imbarcazione a vela, erano rimaste due donne. Sul posto sono subito giunti una motovedetta della Capitaneria proveniente da Santa Margherita e un gommone giunto da Portofino che, a causa del mare mosso, non sono riusciti ad avvicinarsi alla spiaggia, che è difficilmente raggiungibile via terra, per soccorrere l’uomo.

Continua qui

Ragazzo ucciso con bottiglia Bloccato 17/enne

Era stato ferito con dei cocci di bottiglia al culmine di una lite

SOVICO (MONZA E BRIANZA) -E' morto il 18/enne di Sovico (Monza-Brianza) ferito con dei cocci di bottiglia al culmine di una lite. Delle indagini si occupano i carabinieri di Monza e Biassono.
Secondo una prima ricostruzione, la lite al termine della quale è stato ucciso con un coccio di bottiglia un giovane a Sovico (Monza-Brianza), sarebbe scaturita mentre la vittima, che aveva 18 anni, non 15, e il suo aggressore - un sudamericano di qualche anno più giovane, che i carabinieri stanno ancora cercando - stavano giocando a carte in un parchetto. Secondo la ricostruzione dei militari, l'aggressore, con un coccio di bottiglia, avrebbe colpito l'altro ragazzo recidendogli la carotide.

Continua qui

 

mercoledì 10 agosto 2011

Borse, nuovo mercoledì nero per i timori sul rating della Francia

Un'altra seduta drammatica sui mercati europei. Stavolta sono i rumours sul possibile declassamento di Parigi ad affondare i titoli finanziari e i listini. Il panico contagia Wall Street malgrado le smentite delle stesse agenzie di rating e l'annuncio del piano antideficit di Sarkozy. Milano "brucia" 22,2 miliardi di euro

di ANDREA GRECO

MILANO - Seduta drammatica come poche sui listini azionari. Oggi è la Francia l'epicentro del terrore finanziario che in poche ore pomeridiane sconvolge gli indici, già male intonati dall'avvio. Le sole voci, incontrollate e smentite dalle stesse agenzie di rating, di un possibile declassamento del merito di credito di Parigi, fanno tracollare i listini nel timore panico di una deriva di tipo italiano, o spagnolo, per il paese che con la Germania regge l'Europa e l'euro.

Continua qui

Compattatore nella voragine, muore l'autista "Gli ho urlato di fermarsi, ma era troppo tardi"

Ieri sera si è aperta una buca nel manto stradale a Casalnuovo, nel napoletano e un mezzo per la raccolta rifiuti di una ditta di Benevento non è riuscita ad evitarla. Niente da fare per l'autista, che aveva provato a frenare. Ferite altre due persone. Per il crollo, sgomberato un edificio con 25 famiglie. Forti infiltrazioni d'acqua probabile causa della buca. Il racconto dei testimoni, le indagini dei carabinieri

 

Cade ultraleggero, due morti a Narni

Due persone sono morte a causa della caduta di un ultraleggero nella zona di Nera Montoro, nel comune di Narni (Terni). A bordo due persone, morte entrambe: il pilota, di 45 anni, e una donna ungherese sui 35 anni.
I corpi sono stati recuperati dai vigili del fuoco. Alcuni testimoni hanno visto l'ultraleggero in difficoltà e dopo precipitare, forse dopo aver toccato cavi dell'alta tensione. Complicate le operazioni di recupero perché il velivolo è caduto in una zona impervia.

Fonte

Rapinata pompa benzina vicino Roma un morto e un ferito grave

Due persone con il volto coperto e il casco hanno sparato contro il titolare

ROMA - Un romano di 62 anni è morto e suo fratello è rimasto gravemente ferito durante una rapina a un distributore di carburante a Cerveteri, alle porte di  Roma, sulla via Aurelia. I due rapinatori sono poi fuggiti.

Continua qui

Cade da pedalo', muore bimbo di 16 mesi su spiaggia Feniglia

E' caduto in acqua e poi e' annegato. Inutili i soccorsi

GROSSETO - Un bambino di 16 mesi è morto stamani a Orbetello (Grosseto): secondo una prima ricostruzione sarebbe caduto in acqua da un pedalò e poi è annegato. Il piccolo è stato portato dalla madre in auto al pronto soccorso dell'ospedale di Orbetello (Grosseto) dove i sanitari hanno tentato di rianimarlo per 40 minuti ma il bambino non ha mai ripreso il battito del cuore. Quasi sicuramente, si spiega da fonti sanitarie, è arrivato già morto. Accertamenti dei carabinieri e della guardia costiera sono in corso basandosi sul racconto, ancora frammentario, della madre: in base ai primi elementi il bambino era insieme a lei su un pedalò quando ad un certo punto sarebbe finito improvvisamente in acqua. L'episodio è accaduto davanti alla spiaggia della Feniglia; dopo aver portato fuori dall'acqua il bambino, da qui la donna ha tentato la corsa disperata all'ospedale di Orbetello dove è arrivata intorno alle 11.15, consegnando il figlio privo di sensi ai sanitari del pronto soccorso. Ora la donna, originaria di Roma e madre di altri due figli, è in stato di choc. Viene seguita da uno psicologo.

Continua qui