lunedì 30 aprile 2012

Lega, da Stiffoni prelievi "sospetti" sul conto rimborsi del Senato

Prelievi in contanti e assegni circolari per almeno 3 milioni di euro sulle somme messe a disposizione dallo Stato per i parlamentari del gruppo tra il 2010 e il 2011. L'indagine del procura di Milano dopo la segnalazione della Banca d'Italia. Non si esclude il reato di peculato per il senatore, che si è già autosospeso.

 

ROMA - Il senatore Piergiorgio Stiffoni, autosospesosi nei giorni scorsi 1dal gruppo parlamentare della Lega Nord, avrebbe utilizzato un conto che serve di norma per rimborsare le spese dei senatori, per effettuare operazioni "sospette" come l'emissione di assegni circolari e una serie di prelievi in contanti.  Le operazioni "sospette" emergono dalle indagini dai pm di Milano sui fondi del Carroccio. Gli inquirenti valutano la posizione di Stiffoni e non è esclusa una eventuale contestazione di peculato, perché si tratta di soldi pubblici.


Continua qui

Mafia, Fiorello a Grillo: ''Hai detto una cazzata''

Nel corso della rassegna stampa quotidiana, Fiorello commenta le dichiarazioni del comico genovese: "La mafia non strangola le sue vittime, le tasse sì". "Mi sa che Grillo ne sa poco di mafia - aggiunge lo showman - che si vada a vedere un pò tutti i pilastri delle autostrade in Sicilia...Grillo te posso dì 'na cosa? Ma vattela a piglia 'nder pizzo"
Fonte

Istat: carrello spesa record Inflazione stabile, benzina a +20,8%

I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza ha un valore più alto del tasso d'inflazione. La disoccupazione ha raggiunto il 9,7 %, il tasso più alto dal 2001. "Ma si aggiungono 250 mila lavoratori in Cig". L'Ilo: "La pressione fiscale rischia di aumentare la recessione"

 

ROMA - Ad aprile il rincaro annuo del cosiddetto carrello della spesa, cioè i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza (dal cibo ai carburanti), è del 4,7% un valore, superiore al tasso d'inflazione (3,3%), che risulta il più alto da settembre 2008. Lo rileva l'Istat nelle stime preliminari.

La reazione dei consumatori.
"Tradotto in termini di costo della vita, significa che una famiglia di tre persone spenderà, per fare la spesa di tutti i giorni, 635 euro in più su base annua, mentre per una famiglia di quattro persone la stangata sarà di 686 euro all'anno". E' quanto calcola il Codacons. "E' evidente che aumentare ad ottobre l'Iva significherebbe una ulteriore spinta sui prezzi già alle stelle", aggiunge. Secondo il Codacons, infatti, "l'effetto sull'inflazione sarebbe variabile tra l'1,32% e l'1,74%, a seconda che scattino anche gli arrotondamenti e le speculazioni". 

 

Continua qui 

Piano segreto Monti-Merkel road map parallela per la crisi

Trattativa per un patto su rigore e crescita. Approvazione in contemporanea dei due Parlamenti del "fiscal compact". L'obiettivo è orientare i tedeschi verso gli eurobond e lo scorporo dal deficit degli investimenti

 

di FRANCESCO BEI
UN'ITALIA più tedesca sul rigore, una Germania più italiana sulla crescita. È questa doppia metamorfosi l'obiettivo di una serrata trattativa segreta sull'asse Roma e Berlino. Un asse che potrebbe portare, nel giro poche settimane, alla più spettacolare operazione di marketing politico europeo dai tempi dei Trattati di Roma: la sincronizzazione dei processi di ratifica del Fiscal Compact e del Fondo Salva Stati (Esm) nel parlamenti di Roma e Berlino. Lo stesso giorno. Con la stessa maggioranza larga di unità nazionale. Con Mario Monti e Angela Merkel riuniti insieme ad assistere all'evento, incorniciato da una "dichiarazione solenne" sul comune destino europeo. Per mostrare ai mercati l'immagine di un'Italia definitivamente avviata alla disciplina di bilancio, con biglietto di sola andata. Per insinuarsi nella crisi dei rapporti tra Francia e Germania, favorita dall'ascesa di Hollande all'Eliseo, e sostituire Parigi nel rapporto privilegiato con Berlino. Ma anche per lasciarsi finalmente alle spalle "il rigore cieco" e puntare davvero a un nuovo patto per la crescita, un "Growth Compact" dopo il famigerato "Fiscal Compact".
 

Continua qui

domenica 29 aprile 2012

Costretto a licenziare i figli, imprenditore si toglie la vita

Dramma nel Nuorese. L'uomo, 55 anni, si è sparato in testa

Si è ucciso con un colpo alla testa venerdì scorso perchè era stato costretto a licenziare i suoi due figli.

L’imprenditore di 55 anni, secondo quanto si legge sull’Unione Sarda, «non ha lasciato nessun biglietto ma più d’uno a Mamoiada (Nuoro) sussurra che si possa trattare dell’ennesima cronaca di una disperazione dovuta a mancanza di lavoro».

«Da impresario aveva dato occupazione a diversi giovani del suo paese, Mamoiada, pendolari verso la costa per costruire case di villeggiatura - si legge sul quotidiano - Poi, negli ultimi mesi, il precipizio della recessione. Che si è tradotto nel fermo dell’azienda, fino alla difficilissima decisione di licenziare i due figli che si trovano alle sue dipendenze».

Cantieri Fincantieri vuoti. Mercoledì consegna dell'Oceania

A giorni l'ultima nave prodotta dallo stabilimento di Sestri passerà di mano all'armatore. I lavori per una nuova chiatta solo dal prossimo autunno. Saranno impiegati solo 330 dipendenti: 410 in cassa integrazione.

 

Lo stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente resta vuoto. Mercoledì l'ultima nave, la Oceania Riviera, lascerà il cantiere e sarà consegnata - con un mese di ritardo - all'armatore. In fabbrica resteranno soltanto un centinaio di lavoratori. Ai lavori per una chiatta, in programma a partire dal prossimo autunno, saranno impegnati solo 330 dipendenti su 740; 410 andranno in cassa integrazione.
Per la nuova chiatta, gli uffici Fincantieri saranno al lavoro già da metà maggio e l'officina navale si metterà all'opera a settembre. Costruzione e allestimento terranno occupati il cantiere fino alla fine di giugno 2013, con un impegno medio di circa trecento operai. Alla fine, si avrà una chiatta con prua e poppa, un megapontone in grado di trasportare grandi blocchi da un cantiere all'altro e di far fronte a tutte le esigenze di Fincantieri.

Continua qui

Così il governo cerca di evitare la stangata Iva Scuole, ministeri, tribunali partono i tagli anti deficit

Napolitano: equità e solidarietà valori imprescindibili anche nel fronteggiare la crisi. Il ministro Piero Giarda al lavoro sulla "spending review". Solo se ci saranno maggiori risorse, potrà essere attuata la "retromarcia" sull'incremento dell'imposta sul valore aggiunto

di ROBERTO PETRINI

ROMA  -  Il ministro Piero Giarda ha lavorato al suo rapporto sulla spending review fino a tarda notte. Lo ha battezzato "Elementi per una revisione della spesa pubblica": lo porterà domani al consiglio dei ministri e, subito dopo lo illustrerà alla stampa. "Nel rapporto nessuna cifra complessiva, ma solo un metodo", dice Giarda in una rapida telefonata. Le cifre dovrà metterle la collegialità del governo operando scelte e opzioni sulla base degli "Elementi". Le indicazioni su come utilizzare le risorse si profilano a due stadi: in prima battuta il consolidamento del pareggio di bilancio nel 2013 e, solo se ci saranno maggiori risorse, la retromarcia sull'aumento dell'Iva previsto per fine anno.

Continua qui

Rapina a Roma, ucciso Angelotti boss della banda della Magliana

Era stato coinvolto nell'esecuzione di Renatino De Pedis. Questa mattina ha tentato un colpo a Mezzocamino, ma le vittime, due fratelli gioiellieri, hanno reagito e sparato. Catturati altri due complici

ROMA - E' Angelo Angelotti il rapinatore ucciso questa mattina a Mezzocammino a Roma, nome storico della malavita romana, fece parte della banda della Magliana e venne coinvolto nell'esecuzione di Renatino De Pedis, il boss ucciso nel febbraio del 1990 in via del Pellegrino. A identificare l'uomo, gli agenti della Squadra Mobile.

Angelotti
, 61 anni, (LA FOTO) questa mattina aveva partecipato insieme ad altri due banditi a un assalto a largo Guido Buzzelli contro due gioiellieri, i fratelli Luca e Andrea Polimadei, di 31 e 36 anni, gestori di un negozio di Compro oro: i fratelli hanno reagito alla rapina e hanno sparato. Angelotti è morto, gli altri due banditi sono stati feriti: Giulio Valente, 44 anni, (FOTO) è stato subito catturato. L'altro era anche riuscito a scappare, ma è stato rintracciato nell'osepdale Cto: si tratta di Stefano Pompili (FOTO) arrestato per l'omicidio di un orefice a Firenze nel 1992.

Continua qui

sabato 28 aprile 2012

BLITZ DELLA FINANZA IN TUTTA ITALIA, CONTROLLI PER IL PONTE DEL 1 MAGGIO

ROMA - L'Agenzia delle Entrate  e la Guardia di Finanza hanno fatto scattare questa mattina in tutta Italia una serie di controlli nell'ambito della lotta all'evasione fiscale. L'operazione, secondo quanto si apprende, interesserà diverse attività commerciali e ricettive e andrà avanti per tutto il ponte del 1 maggio.

I controlli degli investigatori dell'Agenzia delle Entrate, circa duecento uomini, interesseranno in particolare una serie di esercizi che dichiarano di svolgere attivit… di agriturismo, mentre quelli delle Fiamme Gialle riguardano il contrasto all'abusivismo commerciale, alla contraffazione, all'utilizzo di lavoratori in nero, nonch‚ l'emissione di scontrini e ricevute fiscali. Secondo quanto si apprende, sono circa un centinaio gli agriturismi finiti sotto osservazione, selezionati dopo aver accertato la presenza di anomalie fiscali «molto significative».

Continua qui

VANESSA, SANGUE A CASA DEL FIDANZATO. LA MADRE: "GENITORI CHIEDANO PERDONO"

MILANO -  Aldilà della piena confessione ci sono anche i rilievi del Ris a inchiodare l'assassino di Vanessa Scialfa, la giovane di 20 anni strangolata dal convivente Francesco Lo presti, di 34 anni. Il sostituto procuratore di Enna Augusto Rio ha conferito stamani l'incarico al medico legale Cataldo Raffino che dovrà eseguire l'autopsia sul corpo della giovane. A coadiuvare le operazioni anche il medico legale della polizia Letizia Galtieri. Intanto i Ris di Messina hanno concluso i rilievi nell'appartamento dove si è consumato l'omicidio, in Via Filippo Gallina a pochi passi dal Castello di Lombardia. I militari hanno trovato tracce di sangue probabilmente fuoriuscito dal naso della vittima dopo la strangolamento. Lo Presti aveva tentato di cancellare tutto con della varechina ma il luminol ha rivelato la presenza di tracce ematiche.

Continua qui

Calabria, uccisi padre e figlia Si indaga per duplice omicidio

COSENZA - Miserioso fatto si sangue a Villapiana, nel Cosentino. Il builancio è di due morti - padre e figlia - e di un ferito, la moglie dell'uomo.

Le vittime sono Vincenzo Genovese, 67 anni, e la figlia Rosa di 26. All'ospedale - le sue condizioni non destano preoccupazione - la madre della vittima, Domenica Ruggiano, di 54 anni.

Il duplice omicidio si è verificato in una casa di campagna alla periferia del centro ionico del cosentino. A sparare è stato un fucile. In un primo momento i carabinieri si erano indirizzati verso la pista dell'omicidio-suicidio. Ma  Domenica Reggiano ha detto che a sparare stamattina sarebbe stato un estraneo. E le indagini hanno cambiato direzione.

Continua qui

La carica delle tasse locali oltre mille euro a famiglia

Sindacati in trincea: "Così ci mangeranno del tutto la tredicesima di quest'anno". Alla vigilia delle elezioni, molti sindaci hanno già aumentato i tributi, altri lo faranno dopo di ROBERTO PETRINI

 

LA carica delle tasse comunali continua. A pochi giorni dalla tornata elettorale che coinvolgerà circa mille amministrazioni locali, la pressione fiscale è in primo piano: Imu, addizionali Irpef, tassa dei rifiuti, imposta di soggiorno, tasse di scopo, Rc auto e Irpef regionale. Secondo l'"Osservatorio" della Uil servizi politiche territoriali i sindaci che hanno già deciso il rincaro dell'Irpef sono 341, i grandi Comuni che hanno deliberato rincari dell'Imu (già assai pesante) sono 24, quelli che hanno varato la tassa di soggiorno 495, mentre 12 capoluoghi hanno aumentato la Tarsu. Il costo medio è alto: 157 per l'Irpef comunale, 371 per quella regionale, 113 euro per l'Imu prima casa, 223 per la spazzatura. Tassa di soggiorno anche sui camping. In media più di 1.000 euro se ne andranno in tasse locali. Ma non è finita: entro il 30 giugno, dopo le elezioni, i Comuni potranno ancora aumentare l'Irpef e avranno tempo fino al 30 settembre per ritoccare l'Imu. "Giù le tasse", hanno chiesto Cgil, Cisl e Uil. "Ci mangeranno la tredicesima del 2012", ha avvertito il segretario della Uil Angeletti.  


Continua qui

Ecco i segreti della Lega conti e dossier pericolosi

L'ex tesoriere della lega Belsito

L’ex tesoriere Belsito spiava anche Reguzzoni e Giorgetti

GUIDO RUOTOLO
E adesso spuntano anche un conto cifrato della Lega in Svizzera, a Lugano, e dossier e documenti sottratti a Finmeccanica e Fincantieri con tanto di bollo «documenti classificati». Dossier contro i nemici del Cerchio Magico di fede bossiana e non. Non solo Bobo Maroni, ma anche altri dirigenti del Carroccio sono stati vittime di «una fortissima attività di spionaggio e di controllo ravvicinato». Persino su chi viene considerato fedele di Bossi, come Marco Reguzzoni o Giancarlo Giorgetti e i loro entourage.

Continua qui

venerdì 27 aprile 2012

Schianto in moto con il fidanzato. Belen ricoverata per escoriazioni

La showgirl e il nuovo compagno, il ballerino Stefano De Martino, sono stati sbalzati dalla moto
su cui viaggiavano dopo aver tamponato un'auto

Roma
La showgirl Belen Rodriguez e il suo nuovo compagno, il ballerino Stefano De Martino, sono ricoverati in ospedale dopo un incidente stradale avvenuto in via Tiburtina al chilometro 13.

I due a bordo di una moto di grossa cilindrata hanno tamponato un’auto e sono stati sbalzati. Ora si trovano ricoverati all’ospedale Sandro Pertini dove i medici li stanno sottoponendo alle cure del caso.
Ai due sono state riscontrate lievi escoriazioni.

Continua qui

Delitto di via Poma, assolto Busco "Non ha ucciso lui Simonetta"

La sentenza della Corte d'Assise d'Appello smonta il primo grado. Decisiva la perizia sulle tracce
di sangue. Lieve malore in aula

Roma
Raniero Busco è stato assolto con formula piena «per non avere commesso il fatto». Il collegio presieduto da Renato D’Andria, nel riformare la sentenza di primo grado - che lo aveva condannato a 24 anni - per l'omicidio della fidanzata Simonetta Cesaroni-, ha comunicato che depositerà le motivazioni in 90 giorni. Raniero Busco è stato colto da malore dopo la pronuncia di assoluzione della Corte d’Assise d’Appello di Roma. Sorretto dal fratello e attorniato da una gran ressa di telecamere e fotoreporter l’ex fidanzato di Simonetta è stato portato in una stanza dai carabinieri che svolgono l’ordine pubblico in
Corte d’appello. Esiste una giustizia», così il fratello di Raniero Busco mentre sorreggeva l’ex fidanzato di Simonetta Cesaroni. Tanti  amici di Raniero  hanno gridato frasi di incitamento all’uomo assolto oggi dall’accusa di omicidio volontario. Decisiva per l’assoluzione di Raniero Busco la perizia disposta dalla Corte d’Assise d’Appello. Secondo le risultanze della perizia il segno su un seno di Simonetta non sarebbe riconducibile ad un morso di Busco e sul reggiseno della ragazza oltre al Dna dell’ex fidanzato comparirebbero altri due Dna.

Continua qui

Voglia di mare ma la parentesi estiva non durerà molto

Oggi e sabato le giornate migliori, poi disturbi con locali rovesci al nord-ovest e sulla Sardegna, il Primo Maggio su gran parte del centro-nord. Mercoledì 2 ancora tempo incerto. Giovedì 3 spesso soleggiato, ma da venerdì 4 i modelli stanno inquadrando un nuovo e significativo peggioramento, con annesso calo termico a partire dal nord.

 

BREAK ESTIVO molto breve: la parentesi calda durerà lo spazio di qualche giorno, quella stabile una manciata di ore, perchè già da domenica si farà strada un corpo nuvoloso diretto al nord-ovest e con riflessi anche sulla Sardegna, mentre nei giorni successivi l'instabilità si impadronirà di quasi tutto il centro-nord e della Campania.  

 

Continua qui

S&P declassa la Spagna e la Fiat "A rischio sistema bancario di Madrid"

La decisione sul debito spagnolo modifica anche l'outlook, che passa a negativo. E stima una contrazione del Pil dell'1,5% per il 2012 e dello 0,5% per il 2013. Sulla casa automobilistica italiana pesa la debole performance in Europa

 

NEW YORK - L'agenzia di rating Standard&Poor's ha nuovamente declassato il debito sovrano della Spagna, stavolta di due gradini, arrivando a BBB+. A motivare la decisione è il rischio che Madrid sia costretta ad innalzare l'ammontare del suo debito pubblico e debba sostenere le banche iberiche.

Il precedente voto di Standard & Poor's sul debito spagnolo era A. L'agenzia ha anche modificato l'outlook in negativo perché ci sono "rischi significativi" che la posizione fiscale di Madrid possa peggiorare ulteriormente esponendo il Paese a nuovi tagli del rating.

S&P prevede poi una contrazione dell'economia spagnola dell'1,5% per il 2012 invece della leggera crescita stimata in precedenza. Nel 2013, per l'agenzia Usa, il Pil iberico calerà di un ulteriore 0,5%.

Per quanto riguarda la Fiat, il rating passa da BB- da BB. L'outlook è mantenuto invece stabile. Il taglio del rating al Lingotto, secondo Standard & Poor's, riflette in primo luogo "la debole performance di Fiat in Europa". 


Continua qui

Lo spot eccessivo di Agent Provocateur non piace alle donne

Un ladro ruba la borsetta di un'anziana alla fermata dell'autobus. Una ragazza decide di riportare la refurtiva alla donna e corre dietro al ladro liberandosi durante l'inseguimento dei vestiti fino a rimanere in lingerie. Lo spot del marchio di intimo Agent Provocateur sta facendo il giro del web riaprendo la polemica sui limiti - già oltrepassati da aziende come American Apparel - che le pubblicità di biancheria intima dovrebbero tenere

Termini, collisione fra due Frecciarossa quattro carrozze inclinate, dieci feriti

Alle 19.20 due treni che stavano entrando in stazione si sono scontrati a causa del cedimento di un binario. Trasportati in ospedale cinque passseggeri e cinque membri del personale viaggiante. Sul posto sono intervenuti Polfer, 118 e vigili del fuoco. Caos nella stazione: cancellati arrivi e partenze, traffico ferroviario deviato nelle stazioni Tiburtina e Casilina. La security delle Ferrovie dello Stato impedisce ai fotografi di lavorare.

 

Un incidente fra due treni Frecciarossa è avvenuto intorno alle 19.20 appena fuori dalla stazione Termini, dieci i feriti, cinque dei quali passeggeri e tre facenti parte del personale viaggiante. I feriti sono stati trasportati al San Giovanni, al Pertini e all'Umberto I. Sul posto sono intervenuti Polfer, 118 e i vigili del fuoco.

Secondo quanto si è appreso, un treno Frecciarossa in arrivo da Milano si è scontrato, poco fuori dalla stazione, con un altro convoglio in arrivo da Napoli. Entrambi i convogli viaggiavano a bassa velocità, meno di 30 chilometri orari. L'incidente si è verificato sui binari numero 4 e 5.


Continua qui

Lavitola: «I 5 milioni chiesti a Silvio? È in debito di riconoscenza verso di me»

Io ero il consulente di Finmeccanica. Con loro avrei potuto guadagnare sette, otto milioni di euro

NAPOLI - Finmeccanica? «Io ero il loro consulente... Con loro avrei potuto guadagnare sette, otto milioni di euro». Silvio Berlusconi? «Ero il suo consigliere politico alla faccia di Letta e Ghedini». Eccole le prime rivelazioni dal carcere di Poggioreale di Valter Lavitola. Ecco il verbale che serve a far capire quale sarà la difesa del faccendiere finito in cella per corruzione internazionale e false fatturazioni per ordine dei giudici di Napoli. Ma anche perché accusato a Bari, proprio in concorso con l'ex premier, di aver indotto l'imprenditore Gianpaolo Tarantini a mentire nell'inchiesta sulle escort portate alle feste del Presidente. Parla Lavitola, si dice disposto a collaborare e mostra di voler affrontare ogni dettaglio dei suoi rapporti con l'azienda di Stato specializzata in sistemi di difesa, tanto che i pubblici ministeri lo invitano più volte a limitarsi a rispondere alle domande. Ma anche il suo legame con Berlusconi e il suo ruolo rispetto al governo da lui guidato.

Continua qui 

giovedì 26 aprile 2012

Ovada, aumenta la povertà

Ovada - Aumenta la povertà, cresce il disagio sociale, diventa patologico il rischio e si allarga la rete delle categorie che ricorrono all’assistenza. Sono preoccupanti i dati sullo stato del settore dei servizi sociali e degli investimenti nel 2011.
Non si tratta solamente di numeri ma di situazioni spesso drammatiche che vengono alla luce perché dietro i numeri ci sono altrettante storie. «Tuttavia - chiarisce l’assessore Gaggero - la situazione ovadese continua a essere meno grave di altre in ambito provinciale, in parte per fattori esterni alla volontà e alle possibilità di intervento dell’amministrazione comunale, in parte per le scelte fatte ad Ovada, dove il sociale è un punto primario».

«Ho arrestato io mio fratello»

Genova - La vita porta a fare scelte a volte senza ritorno, l’educazione che si è ricevuta è importante. Ma poi la responsabilità è individuale, i figli non sono tutti uguali. Da Caino e Abele in poi.
Oggi il poliziotto Fabrizio Raspa, di Cornigliano, può raccontare quello che ha vissuto l’altra mattina. La cronaca di un arresto, quella del fratello minore Mirko, sospettato di essere l’autista di una gang di spacciatori, che per lui è stato il più difficile. E visto da fuori (con distacco) è una storia commovente di amore familiare.

Contro i test sugli animali, performance-choc in vetrina

Seviziata e umiliata per dieci ore nella vetrina di un negozio londinese: davanti agli occhi inorriditi dei passanti e con indosso solo una tuta color carne, la 24enne Jacqueline Traide si è volontariamente sottoposta ad una lunghissima sequenza di test comunemente effettuati su animali nel campo dei prodotti cosmetici. Alla ragazza, fra le altre cose costretta con la forza ad ingerire poltiglie con la bocca spalancata da un divaricatore, sono anche state iniettate sostanze irritanti negli occhi. Una dura dimostrazione, allestita nella vetrina di un negozio della catena Lush, specializzata in cosmetica non testata sugli animali.

Il video

Padova, tabaccaio spara e uccide un rapinatore

Un tabaccaio ha esploso un colpo di pistola e ucciso uno dei ladri che stavano tentando un furto nel negozio, a Civè di Corezzola (Padova). Il negoziante nelle prime ore di stamattina, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, ha sentito dei rumori provenire dalla tabaccheria ed è sceso di casa armato con una pistola. Visti alcuni ladri all'opera, ha sparato, forse a scopo intimidatorio, ma il colpo ha raggiunto uno del gruppetto che è morto poco dopo. Gli altri sono fuggiti a bordo di un'auto risultata rubata. I carabinieri stanno sentendo il tabaccaio e uno straniero fermato poco lontano. Al momento a carico del negoziante non sono state formulate ipotesi di reato

Fonte

Calvario tasse, a maggio 82 scadenze fiscali. Il governo intanto compra altre 400 auto blu

Le incongruenze del governo Monti: mentre si chiedono agli italiani nuovi sacrifici, il ministero dell'economia pubblica un bando per l'acquisto di nuove auto blu.
Sessantamila auto blu non bastano (anche se 800 sono inutilizzate). E così spunta un bando per la  "fornitura in acquisto di berline medie con cilindrata non superiore a 1600 cc e dei servizi connessi ed opzionali per le Pubbliche Amministrazioni”. E la spesa prevista è fino a un massimo di 10 milioni di euro. Intanto a maggio 82 scadenze fiscali per gli italiani.

Usa, dona un rene al suo capo: licenziata

Long Island, dopo il gesto di generosità l'impiegata non riusciva ad essere al lavoro a causa dei forti dolori. Il capoufficio, una donna di 61 anni, non ha avuto pietà nonostante il generoso gesto

Una donna madre di due bambini è stata licenziata dopo aver donato un rene al suo capoufficio. E' accaduto a Long Island, dove una 47enne, impiegata presso un gruppo che gestisce concessionari di auto, ha avuto il ben servito dal suo superiore, una donna di 61 anni, alla ricerca disperata di un donatore di rene. La donna è stata licenziata perché dopo l'intervento non riusciva ad essere al lavoro a causa dei forti dolori.Secondo il racconto di Debbie Stevens, il capo, Jackie Brucia, le aveva parlato dei suoi problemi di salute durante una visita che l'impiegata aveva fatto al suo vecchio ufficio dopo essersi trasferita in Florida. 

Continua qui

 

martedì 24 aprile 2012

Istat: divario salari-prezzi al top dal 1995

Il divario tra gli stipendi e la crescita dei prezzi tocca il top dall'agosto del 1995

ROMA - A marzo la forbice tra l'aumento delle retribuzioni contrattuali orarie (+1,2%) e il livello d'inflazione (+3,3%), su base annua, tocca una differenza di 2,1 punti percentuali, che rappresenta il divario più alto dall'agosto del 1995. Lo rileva l'Istat.
Le retribuzioni contrattuali orarie a marzo restano ferme su febbraio e salgono dell'1,2% su base annua. Lo rileva l'Istat, aggiungendo che la crescita tendenziale e' la piu' bassa almeno dal 1983, ovvero dall'inizio delle serie storiche ricostruite, 29 anni fa.

Fonte

 

Corte dei Conti: "Troppe tasse in Def" Bankitalia: "Aumenti siano temporanei"

Il presidente Luigi Giampaolino, in audizione alla Camera: "La pressione fiscale salirà salirà dal 42,5 per cento del 2011 al oltre il 45 per cento per l'intero triennio successivo".  Grilli: "Non ci sarà nessuna nuova manovra". Dl fisco, il governo mette la fiducia.

 

ROMA - Il governo ha messo la fiducia in Senato sul decreto legge sulle semplificazioni fiscali. L'aula del Senato è stata sospesa per consentire alla conferenza dei capigruppo di riunirsi e definire i tempi del voto di fiducia che dovrebbe svolgersi domani. Il tutto mentre il governo nega una nuova manovra correttiva dei conti pubblici e la Corte dei Conti lancia l'allarme di un "corto circuito rigore/crescita", sottolineando che l'aver puntato sull'aumento della pressione fiscale per riaggiustare i conti avrà "effetti recessivi". "Prendendo a riferimento il 2013 si può calcolare - dice il presidente Luigi Giampaolino - che l'effetto recessivo indotto dissolverebbe circa la metà dei 75 miliardi di correzione netta attribuiti alla manovra di riequilibrio".  

Continua qui

«Dai fondi neri Finmeccanica 10 milioni di euro al Carroccio»

Scandalo LEGA. i racconti dei testimoni chiave e i documenti trovati in Svizzera

L'inchiesta di Napoli su presunte tangenti  pagate per ottenere commesse all'estero

ROMA - Erano in una fiduciaria svizzera i documenti che proverebbero il pagamento di tangenti da parte di Finmeccanica per ottenere commesse estere. E per finanziare la politica italiana. Milioni di euro versati dopo la sigla dell'accordo per la vendita di 12 elicotteri di Agusta Westland al governo indiano. È il sistema già accertato in altre indagini per creare «fondi neri». Denaro che in parte potrebbe essere finito nelle casse della Lega Nord. I documenti sono stati recuperati dai magistrati napoletani che indagano sugli affari della holding specializzata in sistemi di difesa. Nei loro fascicoli ci sono i verbali di due testimoni «eccellenti» come Lorenzo Borgogni - ex capo delle relazioni istituzionali - e Francesco Tuccillo, ex presidente di Finmeccanica Africa.

Continua qui

 

 

lunedì 23 aprile 2012

Liberata la nave Enrica Ievoli il comandante: stiamo tutti bene

A bordo ci sono sei marinai italiani: cinque siciliani e un pugliese. La nave era stata sequestrata il 27 dicembre scorso. La moglie dell'ufficiale: come se un morto fosse resuscitato.

 

La petroliera Enrico Ievoli, sequestrata dai pirati il 27 dicembre scorso e condotta in un porto somalo, è stata rilasciata dai pirati. L'annuncio è stato dato dal ministro degli Esteri Giulio Terzi. "Stiamo molto bene, è tutto sotto controllo. L'equipaggio sta benissimo" sono state le prime parole del comandante Agostino Musumeci, riferite dall'armatore, che ha comunicato: "La nave è già partita dalle coste della Somalia e a bordo ci sono i militari italiani". "Piango di gioia - ha detto Rita Gianfriddo, moglie di Musumeci - Non ho dormito per quattro mesi, ho sempre avuto paura. Voglio ringraziare l'armatore e lo Stato. Prima era come avere un morto in casa, ora non c'e  più, è resuscitato". "Ho già sentito mio marito - ha aggiunto - mi ha detto che è stanco. Non abbiamo parlato di altro. Arriverà al massimo il prossimo 1 maggio".


Continua qui

Crac Parmalat: Tanzi condannato anche in secondo grado

La Corte di Bologna ha confermato in appello la sentenza inflitta dal tribunale di Parma per il crac da 14,5 miliardi. Leggero sconto di pena rispetto al primo grado di giudizio. Per Tonna 9 anni e 11 mesi. Annunciato il ricorso in Cassazione. Le decisioni sugli altri imputati. Il Codacons: "E le banche?"

 

La corte d'appello di Bologna ha condannato a 17 anni e 10 mesi Calisto Tanzi per il crac della Parmalat.
GUARDA LE FOTO

Nove anni e 11 mesi e 20 giorni a Fausto Tonna, l'ex direttore finanziario del Gruppo. In primo grado erano stati condannati dai giudici di Parma rispettivamente a 18 e 14 anni.


Continua qui

Truffa a Inps, per tre anni riscuote pensione madre morta

Scoperta dalla guardia di finanza di Prato, dal 2009 ha intascato 21 mila euro

FIRENZE - Per tre anni ha riscosso la pensione della madre deceduta. La truffa ai danni dell'Inps, per un totale di 21 mila euro, messa a segno dalla figlia di una donna morta nel 2009, è stata scoperta dalla Guardia di finanza di Prato. Dopo la morte della madre, la figlia, una cinquantaquattrenne residente nel comune di Poggio a Caiano, non aveva comunicato il decesso all'ente previdenziale.

Continua qui

Hollande in testa, resiste Sarkozy L'incognita Le Pen, al terzo posto

Dati ancora parziali, ma molto vicini ai definitivi. Il candidato socialista ha il 28,63 % delle preferenze, il presidente uscente il 27,8 %. L'ultradestra, a sorpresa, riceve il 18,1 % dei voti. La leader della destra dichiara: "Non darò indicazioni di voto 1". Il candidato dell'estrema sinistra, Melenchon (11,13%), invece, ha già dato il suo appoggio "incondizionato" alla compagine di Hollande. Il centrista Bayrou (9,11 %) non ha ancora espresso alcuna indicazione. I sondaggi dicono comunque che la sinistra dovrebbe vincere anche al secondo turno, tra due settimane. Ma gli indecisi sono ancora il 18 %

Continua qui

 

La strana morte di Bergamini

Catanzaro - Si fa sempre meno credibile la tesi secondo la quale Denis Bergamini, il calciatore del Cosenza morto il 18 novembre del 1989, si sia suicidato. Bergamini, secondo quanto stabilì l’inchiesta condotta all’epoca dei fatti dalla Procura della Repubblica di Castrovillari, si sarebbe ucciso facendosi investire volontariamente da un camion lungo la statale 106 jonica, a Roseto Capo Spulico.
La tesi del suicidio sarebbe stata avvalorata dalle testimonianze della fidanzata di Bergamini, che era insieme a lui quando morì, e del camionista che era alla guida del mezzo che avrebbe investito il calciatore, provocandone la morte.
Una serie di elementi che stanno emergendo dalla nuova inchiesta aperta sulla morte di Bergamini dalla stessa Procura di Castrovillari fanno vacillare la tesi del suicidio ed avvalorano sempre più quella che in realtà il calciatore sia stato ucciso. Trovano sempre maggiore riscontro, così, i sospetti sulle circostanze della morte di Bergamini che hanno sempre avuto i familiari del calciatore, originario di Boccaleone di Argenta (Ferrara). Il padre e la sorella di Bergamini, in particolare, non hanno mai creduto al suicidio e hanno presentato un esposto sulla base del quale è stata aperta la nuova inchiesta.

domenica 22 aprile 2012

Giornata della Terra, il pianeta si festeggia

Manifestazioni in 175 Paesi, coinvolte 500 milioni di persone. A Napoli grande concerto a km zero.

MILANO - Concerti, manifestazioni, campagne di sensibilizzazione e riforestazione. Tutto il mondo si mobilita domenica 22 aprile in occasione della 42ma edizione della Giornata della Terra, nata nel 1970 quando il senatore statunitense Gaylor Nelson lanciò il primo Earth Day. Si svolgeranno manifestazioni in 175 nazioni nelle quali saranno coinvolte 500 milioni di persone con l'obiettivo di arrivare a un miliardo di «azioni verdi» per il summit mondiale di Rio+20 in programma a giugno.

Continua qui

 

Acqua: quasi a secco, chiudiamo i rubinetti

 

La foresta che nasce sul ghiacciaio

 

sabato 21 aprile 2012

Una legge regionale per la “pet therapy”

Genova - Una legge per regolare l’esperienza della pet therapy . Un mondo sempre più popolato di animali, conigli, cavalli, pesci, criceti asini cani che aiutano bambini e anziani, ma anche uomini e donne giovani, a rimediare a un danno fisico o psichico che la vita ha loro inferto.
Gli esponenti dell’Istituto Italiano di Bioetica, oggi, nel corso di un convegno che si tiene nell’aula magna di Scienze della formazione in corso Podestà, presentano una proposta di legge regionale, la prima, proprio per salvaguardare, in un mare magno di interventi, la salute sia degli animali che degli assistiti. Una pratica quella della pet therapy sempre più estesa, ma che non è sottoposta a criteri precisi e generali di conduzione. In Liguria non conosciamo neppure il numero degli specialisti che la attuano, siano essi privati o associazioni. Così la legge può aiutare anche dando vita a un censimento, per creare un registro a disposizione di tutte le persone interessate.

L’Africa muore di sete su un mare d’acqua

UNO STUDIO LONDINESE HA RIVELATO UNO STRATO LIQUIDO DI 75 METRI NELLE REGIONI SETTENTRIONALI. MA OCCORRE CENTELLINARLO

Mappato il sottosuolo, enormi quantità di “oro blu”. Riserve per oltre settant’anni

MATTIA BERNARDO BAGNOLI
Londra
L’Africa è zeppa d’acqua, specie nella sua parte più arida, il deserto del Sahara. I suoi abitanti non se ne sono mai accorti non perché colpiti da violente insolazioni ma perché l'oro blu, da secoli, si è rifugiato nel sottosuolo. E non due gocce. Le faglie sotterranee, infatti, superano di ben cento volte la quantità d’acqua che si trova oggi in superficie. Per l’Africa si tratta - potenzialmente - di una rivoluzione copernicana. A patto, precisano gli esperti, di saper gestire la scoperta con parsimonia.

A mappare con attenzione, per la prima volta, le risorse idriche nascoste del «continente assetato» sono stati i ricercatori della British Geological Survey e del University College London (UCL). Che sperano così, anche grazie all’aiuto dei grafici colorati, di «aprire gli occhi alla gente» e portare il tema al centro del dibattito internazionale. «Le riserve maggiori - spiega alla BBC Helen Bonsor, uno degli autori della ricerca - si trovano nelle regioni settentrionali dell’Africa: in Libia, Algeria e Chad». Ovvero in enormi, e antichi, bacini sedimentari. «Si tratta di aree coperte da uno strato d’acqua spesso 75 metri. È una quantità enorme». E pensare che nel continente sono circa in 300 milioni a non avere accesso ad acqua potabile - senza contare che, al momento, solo il 5% della terra coltivabile è irrigata.

Continua qui

Quei maxi prelievi di Daccò 150mila euro per la vacanza d'oro

Non solo sei carte di credito, il faccendiere ritira un fiume di denaro cash per i soggiorni con Formigoni. Il nuovo fronte dell'inchiesta: soldi usati per corrompere pubblici funzionari

di PAOLO BERIZZI e DAVIDE CARLUCCI

MILANO - Ci sono le carte di credito, su cui risultano i pagamenti dei viaggi di Roberto Formigoni. Ma ci sono anche i prelievi in contanti. Molto consistenti. Fino a 90mila euro alla volta, per un totale di 2 milioni. Dall'analisi dei movimenti bancari dei numerosi conti correnti di Pierangelo Daccò, il faccendiere arrestato per il crac del San Raffaele e per la distrazione all'estero dei soldi della fondazione Maugeri, emerge una sospetta corrispondenza tra il fiume di denaro cash attinto dai conti personali e i viaggi che lo stesso Daccò finanziava per sé e per il gruppo vacanze Formigoni & Co. È il nuovo fronte dell'inchiesta milanese e ruota attorno a un dubbio: che il faccendiere non si limitasse a far sparire valuta, ma corrompesse, con banconote e trasferte di piacere (ce n'è anche una in Patagonia, nel 2007, da 20mila euro) pubblici funzionari.

Continua qui

Formigoni è sempre più isolato adesso invoca il popolo dei fax

Casa, nuovo rischio stangata un'Imu bis per i Comuni

Potrà essere utilizzata per finanziare opere pubbliche come scuole, parchi, strade. Una modifica al decreto fiscale amplia la base imponibile a tutti gli immobili. A differenza di prima, potrà finanziare la totalità dei lavori e durerà 10 anni invece di 5.

 

di VALENTINA CONTE e ROSA SERRANO
ROMA - Arriva a sorpresa sui tavoli dei primi cittadini, ancora ignari della portata. Forse perché infilata un po' alla chetichella nel decreto sulle semplificazioni fiscali, approvato due giorni fa alla Camera. L'imposta di scopo rinasce dalle ceneri e si candida ad essere l'Imu-bis. Uno strumento nelle mani dei sindaci per finanziare asili, scuole, parchi, biblioteche, strade, parcheggi. Ma anche una nuova tassa sul mattone, il bancomat più gettonato in questo tempo di crisi e sacrifici.


Continua qui

venerdì 20 aprile 2012

Si stringe il cerchio attorno a Ligresti: sequestrato il 20% di azioni Premafin

L’ipotesi della Procura di Milano è di manipolazione del mercato

PAOLO COLONNELLO
Milano
Il cerchio attorno a Salvatore Ligresti si stringe. In serata la Guardia d Fnanza ha sequestrato, su ordine del gip Arnoldi e richiesta del pm Luigi Orsi, il 20 per entro delle azioni Premafin in mano all'immobiliarista. La procura infatti ritiene che con quelle azioni Ligresti, e l'uomo che viene ritenuto il suo "trustee" all'estero, ovvero Giancarlo De Filippi, potessero continuare a commettere il reato di aggiotaggio manipolativo. Il sequestro delle azioni è stato eseguito nei confronti della stessa Premafin e di Salvatore Ligresti. Ma l'ipotesi alla base del provvedimento è che il 20 per cento sia quello intestato a una serie di società «schermo» estere facenti capo a due «trus» delle Bahamas, l'Eritage e l'Evergreen, gestiti da De Filippi, ex collaboratore di Ligresti, di fatto la persona che secondo la Procura gestiva anche gli investimenti. Niente di male, formalmente. Peccato che secondo una relazione della Consob, allegata anche alle richiesta di fallimento presentata lunedì dal pm Orsi, è stato rilevato che tra il 2 novembre 2009 e il 6 settembre 2010, le società che fanno capo ai due trust hanno comprato azioni Premafin tutti i giorni in chiusura di Borsa, cioè nel momento più facile per condizionare il mercato. Tradotto in termini giuridici: un aggiotaggio manipolativo gigantesco durato per un anno. Con quale scopo?

Continua qui

giovedì 19 aprile 2012

Lega, scoppia la guerra dei dossier Maroni: spiato con soldi del partito

I pm pronti a sentire Belsito:"Diamanti consegnati a Stiffonie Rosi Mauro". Ma la senatrice
si difende: "Ho usato soldi miei"

Miilano
Nella Lega Nord scoppia la "guerra dei dossier". L’ex tesoriere Francesco Belsito avrebbe messo in atto una «attività di spionaggio» per «screditare» Roberto Maroni. L’ex ministro conferma l’esistenza del dossier («io l’ho visto», ammette), sottolinea di non aver nulla da nascondere («e» ridicolo«) e passa immediatamente al contrattacco con una rivelazione bomba: »Sembra che il dossier sia stato pagato con i soldi della Lega«, afferma. È il via, di fatto, ad una contro-indagine interna per scoprire «se qualcuno sapeva o era consenziente».

Continua qui 

Lega, affitto per Calderoli. Spese pazze di Reguzzoni

Nella trappola del rigore

Il Paese nella morsa dell’austerity rischia di non riuscire a centrare il pareggio di bilancio nel 2013. Intanto la recessione prosegue e blocca la crescita. Quali sono le ricette degli esperti e come
giudicano le mosse di Monti?

A CURA DI TONIA MASTROBUONI
Roma
Il Governo ha rivisto al ribasso le stime sulla crescita italiana rispetto allo scorso autunno. Ora si parla di un Pil in frenata dell’1,2% (contro il -0,5%). Il rigore e la cura del governo Monti contro i conti pubblici alla deriva fanno discutere. La terapia d’urto di Palazzo Chigi sarà davvero efficace?

Su questi temi La Stampa ha interpellato cinque autorevoli economisti. Alcuni temono che la correzione virtuosa che Monti sta cercando di portare avanti sui conti pubblici non riesca a produrre effetti altrettanto virtuosi sulla crescita. Anzi, che l’austerità abbia già innescato la spirale micidiale per cui più si stringe la cinghia e più difficilmente si riesce a tornare a crescere.

Continua qui

Unioncamere: nel 2012 chiuse 146mila imprese

Primo trimestre in salita: meno iscrizioni e più cessazioni, saldo -26.090. Il presidente Dardanello: «Servono politiche di sostegno»

MILANO - Il 2012 comincia in salita. Meno iscrizioni e più cessazioni: è così che, nel primo trimestre del 2012, si è allargata la forbice della vitalità delle imprese tra chi sceglie di entrare sul mercato creando una nuova attività (sono stati in 120.278 tra gennaio e marzo) e chi, al contrario, ne è uscito (in tutto, 146.368). In particolare, rispetto allo stesso periodo del 2011, le iscrizioni sono diminuite di 5mila unità mentre le cessazioni sono aumentate di ben 12mila unità, con il risultato di un saldo del periodo pari a -26.090 imprese. Praticamente il triplo rispetto ai primi tre mesi del 2011, quando erano mancate all'appello «solo» 9.638 imprese. In termini relativi, la riduzione dello stock delle imprese nel I trimestre è stata pari al -0,43%, contro il -0,16% del 2011. Questo, in sintesi, il quadro che emerge dai dati sulla nati-mortalità delle imprese italiane nel primo trimestre dell'anno, fotografati da Movimprese e resi noti oggi a Lecce dal presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello, nel corso del convegno sullo sviluppo del Mezzogiorno, organizzato dalla Camera di commercio del capoluogo salentino.

Continua qui

Dl fiscale, no all'esenzione per anziani e disabili

Eventuale detrazioni saranno a carico dei Comuni

MILANO - Le agevolazioni fiscali per anziani e disabili ricoverati in ospizi e ospedali e per le proprietà immobiliari degli italiani all'estero saranno a carico dei comuni. Le amministrazioni locali potranno disporre l'agevolazione sulla prima casa, nel caso questa non sia abitata per motivi sanitari, facendosi carico del mancato gettito statale, quindi coprendo il 100% dell'esenzione. 

Continua qui

Enpam: indagato anche il super consulente

Il 4 dicembre 2011 Report si era occupato dell'Enpam e di come venivano investiti i soldi degli iscritti. Maurizio Dallocchio era l'esperto che consigliava l'Ente negli investimenti. Oggi è tra quelli indagati per il reato di truffa aggravata. - Antonino Monteleone

L'ENTE - Tra le casse di previdenza private quella dei medici vanta il primato del patrimonio più ricco. Una stima approssimativa lo quantifica, tra immobili e liquidità, attorno agli 11 miliardi di euro. Una torta troppo grande per rimanere lontana da interessi a volte torbidi, a volte, anzi spesso, in conflitto tra loro. Medici che per garantirsi la pensione hanno bisogno di muovere quel patrimonio. Investimenti immobiliari e finanziari. E dietro la porta dei dirigenti, negli anni, i promotori finanziari delle più importanti banche d’investimento hanno fatto la fila.  

Continua qui 

mercoledì 18 aprile 2012

Boni lascia la presidenza del Pirellone "Faccio un passo indietro come Bossi"

Dopo settimane di polemiche in seguito all'avviso di garanzia per una vicenda di tangenti,
anche l'esponente della Lega ha lasciato la presidenza del consiglio regionale lombardo
E Formigoni ha nominato assessori Ruffinelli e Peroni al posto dei dimissionari Rizzi e Maullu

di RODOLFO SALA

Lui lo ha descritto come un "bisogno" personale per togliere se stesso e la famiglia dai riflettori; ma anche come un "dovere" nei confronti del suo partito, la Lega Nord. Davide Boni ha deciso di dimettersi da presidente del consiglio regionale della Lombardia un mese e mezzo dopo l'avviso di garanzia ricevuto per una vicenda di tangenti e dopo i ripetuti 'no' a fare un passo indietro. "Seguo l'esempio di Umberto Bossi", ha affermato, anche se non pochi hanno fatto notare che dalle dimissioni del Senatur è passata più di una settimana. "Un gesto apprezzabile", ha tuttavia riconosciuto subito il triumviro Roberto Maroni, che anche in Regione - dove le opposizioni hanno avuto gioco a rilanciare la richiesta di elezioni anticipate - vuole adesso un ricambio generazionale.


Continua qui

Lega, Maroni: "Se sono stato spiato bisogna cacciare subito tutti i responsabili"

Belsito riconsegna alla Lega Nord i diamanti, i lingotti e l'Audi di Bossi jr

L'ex tesoriere della Lega Nord, indagato dalle Procure di Milano, Napoli e Reggio Calabria,
ha provveduto a consegnarli. Cota: "I diamanti saranno venduti e i soldi andranno alle sezioni"

 

Tornano alla base, cioè nella sede della Lega Nord in via Bellerio a Milano, dieci lingotti d'oro e undici diamanti, parte dell'investimento che sarebbe stato messo a punto dall'ex tesoriere Francesco Belsito, indagato per appropriazione indebita e truffa nell'inchiesta milanese sulle distrazioni dei fondi del Carroccio, utilizzati, secondo l'accusa, anche per le spese personali di Umberto Bossi e dei suoi familiari. L'ex amministratore del partito, su consiglio del suo legale, l'avvocato genovese Paolo Scovazzi, ha consegnato a un autista del movimento i preziosi che aveva (e a cui gli inquirenti stavano dando la caccia) e l'Audi A6 che il figlio di Umberto, Renzo Bossi, avrebbe utilizzato per un periodo e poi restituito allo stesso Belsito. I diamanti restituiti "saranno venduti ed il ricavato andrà alle sezioni", secondo quanto ha riferito a Ballarò il presidente della della Regione Piemonte, Roberto Cota. 


Continua qui

Libera Sandra Mariani, rapita in Algeria nel 2011 "Sto bene. Adesso mi sento come in paradiso"

La Farnesina conferma la notizia apparsa prima sul sito della televisione araba Al Arabiya. Secondo l'emittente, la donna si trova ora nel Burkina Faso. Terzi: "Grande soddisfazione e sollievo". In lacrime il padre della donna: "Sta per tornare a casa". Il ministero degli Esteri: Nessun riscatto pagato

 

ROMA - La conferma arriva dalla Farnesina: Maria Sandra Mariani, la turista italiana rapita da Al Qaeda nel febbraio 2011 nel sud dell'Algeria, è stata liberata. La notizia era apparsa prima sul sito di Al Arabiya, poi è stata ufficializzata dal ministero degli Esteri. Secondo la tv araba, Mariani 1, 54 anni, si troverebbe in questo momento nel Burkina Faso.

"Maria Sandra Mariani è libera. Ne ho appena informato i familiari. Mi unisco alla loro grande soddisfazione e sollievo per questa magnifica notizia", ha detto il ministro degli Esteri Giulio Terzi di Sant'Agata. Il titolare della Farnesina ha ringraziato "tutti coloro che hanno contribuito all'esito positivo della vicenda con grande dedizione, costanza e professionalità". 


Continua qui

martedì 17 aprile 2012

In coma per un cerotto antidolorifico In fin di vita un bambino di tre anni

Gli oppiacei nella medicazione hanno provocato un'overdose. La nonna: l'errore è stato mio

Torino
È andato in overdose da stupefacenti per un cerotto antidolorifico, o forse più di uno, applicatogli dalla nonna. Il bambino, che ha solo tre anni e mezzo, è ora in coma nel reparto di rianimazione dell’ospedale infantile Regina Margherita di Torino. Il cerotto, hanno accertato i medici, contiene oppiacei: nulla di pericoloso per un adulto ma con potenziali effetti devastanti per un soggetto di così tenera età. I Carabinieri hanno trasmesso gli atti alla Procura della Repubblica del capoluogo piemontese.

Continua qui

Formigoni, spuntano i viaggi regalati "Ma nessuno mi ha mai dato un euro"

La giunta regionale lombarda perde i pezzi e ora l'inchiesta investe direttamente anche
il governatore. Che avrebbe ricevuto una serie di omaggi dal faccendiere Daccò
La leghista Rizzi lascia la giunta: "Obbedisco al mio partito". Si dimette anche il pdl Maullu

 

La giunta di Roberto Formigoni perde i pezzi - a cominciare dall'assessore leghista dimissionaria Monica Rizzi e dal pdl Stefano Maullu - scossa dalla bufera dello scandalo Lega e dalle inchieste giudiziarie che scuotono la sanità lombarda e ora investono direttamente anche il presidente della Regione Lombardia.

I viaggi pagati dal faccendiere. E' di stamane la notizia, pubblicata dal Corriere della Sera, secondo cui in uno dei verbali dei suoi numerosi interrogatori Giancarlo Grenci, il fiduciario svizzero del faccendiere Pierangelo Daccò, avrebbe parlato (e documentato) di somme destinate al pagamento di viaggi aerei per Formigoni, un suo collaboratore, suo fratello Carlo e una quarta persona. Ottomila euro per il volo Milano-Parigi di Formigoni e del suo collaboratore, altrettanti per un volo analogo intestato a Carlo Formigoni e Anna Martelli, forse la sua compagna. Pagati da Daccò, il faccendiere ciellino che, insieme all'ex assessore pure ciellino Antonio Simone, avrebbe distratto dal patrimonio della Fondazione Maugeri circa 70 milioni di euro sotto forma di consulenze e appalti fittizi, finalizzati, secondo l'accusa della Procura, alla creazione di fondi neri all'estero.


Continua qui

Imu in 3 rate, una detrazione a famiglia Salta il fondo per gli sgravi fiscali

Il governo approva la delega: introdotta la carbon tax e niente soppressione Irap. Sì alla rateizzazione del pagamento dell'imposta sull'abitazione principale. Televisione, eliminato il beauty contest

 

ROMA - Salta il fondo per gli sgravi fiscali. La misura che doveva finanziare il calo delle tasse con il gettito della lotta all'evasione fiscale non rientra nella versione del ddl approvata in consiglio dei ministri. La delega verrà attuata a parità di gettito e quindi non si attende alcun aumento di pressione fiscale. "Ovviamente, razionalizzare il prelievo in funzione dell'equità e della rimozione di distorsioni comporterà - sottolinea Palazzo Chigi - una redistribuzione del prelievo, ma questa resterà confinata all'interno dei singoli comparti"


Continua qui

lunedì 16 aprile 2012

A Milano il giorno delle 'pentite' di Arcore

La prima ad arrivare in tribunale e' la giovane Imane Fadil

Al processo di Milano sul caso Ruby - dove e' imputato Silvio Berlusconi - sfilano le giovani 'pentite' ospiti ad Arcore durante i presunti festini a luci rosse.
Il pm Antonio Sangermano ha, infatti, citato come testimoni Maria Makdoum, la danzatrice del ventre di origine araba che, che durante le indagini ha raccontato agli inquirenti quel che avrebbe visto a Villa San Martino durante la serata del 12 luglio di due anni fa, le due ex miss Ambra e Chiara e Imane Fadil, tre delle cinque ragazze che si si sono costituite parte civile nel procedimento per la stessa vicenda ma a carico di Lele Mora, Emilio Fede e Nicole Minetti.

Continua qui

 

Lavitola arrivato a Fiumicino Si costituisce l'ex direttore dell'Avanti

Il faccendiere era latitante da otto messi dopo un ordine di custodia cautelare emesso dalla procura di Napoli con l'accusa di concussione, Sarà sentito dai magistrati che indagano sulla P4, sulle tangenti Finmeccanica e dovrà chiarire i suoi rapporti con Tarantini

 

ROMA - Valter Lavitola, l'ex direttore dell'Avanti latitante in Sudamerica dal 14 ottobre 2011, è rientrato stamattina in Italia per costituirsi. L'aereo Alitalia proveniente da Buenos Aires con a bordo Lavitola è atterrato all'aeroporto di Fiumicino alle 6:41. Piumino blu smanicato,
maglioncino bianco, jeans, scarpe da ginnastica, zainetto beige in spalla e con un piccolo trolley: così è apparso Lavitola appena sbarcato dal Boeing 777 dell'Alitalia atterrato a Fiumicino.
Qui l'ex direttore dell'Avanti è stato prelevato da un nutrito dispiegamento di uomini della Polizia di frontiera e condotto negli uffici della Polizia giudiziaria, dove è avvenuta la notifica degli atti a suo carico. Da Roma sarà ora trasferito nel carcere napoletano di Poggioreale.

Continua qui

 

domenica 15 aprile 2012

Milano, morto il farmacista avvelenato con il cianuro

Era in coma da alcune settimane. Ad ucciderlo un conoscente che gli doveva del denaro

Milano
È morto questa mattina in ospedale a Milano, dopo essere stato in coma per un paio di settimane, Luigi Fontana il farmacista avvelenato con un aperitivo al cianuro, da un amico imprenditore, Gianfranco Bona. Bona, ora in carcere, ha confessato di aver avvelenato l’amico per evitare di pagare un debito di 270 mila euro.

Continua qui

 

sabato 14 aprile 2012

Choc in campo a Pescara, Morosini crolla e muore

Il giocatore del Livorno ha avuto un malore al 31' del primo tempo, crollando in terra 

PESCARA  - Dramma in campo a Pescara: il giocatore del Livorno Piermario Morosini e' crollato a terra per un malore e poi e' morto in ospedale. Stop a tutti i campionati di calcio nel fine settimana, a partire da Milan-Genoa prevista al Meazza alle 18.00. Il Coni inoltre ha invitato tutto il mondo dello sport per tutto il weekend ad osservare un minuto di silenzio.

La notizia del decesso del 25enne centrocampista del Livorno è stata data dal cardiologo dell'ospedale di Pescara Edoardo De Blasio. Subito dopo si sono viste scene di dolore straziante, con urla e pianti, tra i giocatori toscani.

Continua qui 

Troppi calciatori vanno incontro ad arresto cardiaco. Come è possibile?


 

Strage di Piazza della Loggia: in appello tutti assolti

La Corte scagiona Carlo Maria Maggi, Delfo Zorzi, Maurizio Tramonte e Francesco Delfino

BRESCIA - La Corte d'assise d'appello di Brescia ha assolto Carlo Maria Maggi, Delfo Zorzi, Maurizio Tramonte e il generale dei carabinieri Francesco Delfino nel IV processo per la strage di Piazza della Loggia, che causò 8 morti e oltre cento feriti il 28 maggio del 1974.
In primo grado, il 16 novembre 2010, i 4 erano stati assolti con formula dubitativa. Nei confronti del quinto imputato del processo di primo grado, Pino Rauti, anch'egli assolto, non era stato presentato ricorso da parte della Procura ma solamente da due parti civili.
Prima di leggere la sentenza, il presidente della Corte d'assise d'appello, Enzo Platé, ha ringraziato i giudici popolari per l'impegno e lo scrupolo profusi durante la durata del processo.

Continua qui

 

In Amazzonia tribu' 'salva clima'

Prima al mondo vende rinuncia a disboscamento. 1 mln euro anno

(di Oliviero Pluviano)

SAN PAOLO - Una tribu' amazzonica brasiliana e' la prima al mondo a ricevere un certificato internazionale che permettera' di vendere crediti di CO2, per il disboscamento che evitano sul loro territorio, a imprese del primo mondo che acquistano cosi' il 'diritto di inquinare'. Gli indios ''paiter-suruis'', ai confini tra lo stato di Rondonia e il Mato Grosso, hanno espulso ultimamente un centinaio di segherie abusive per guadagnare piu' di un milione di euro all'anno da qui al 2038.


Continua qui

Sos suicidi per debiti, almeno 18 da inizio anno

Nasce associazione dei familiari, fiaccolata a Roma

di Luca Laviola
ROMA - L'ultimo ieri in provincia di Treviso. Ma forse non e' stato l'ultimo. Non tutti i piccoli imprenditori e i lavoratori che si suicidano per debiti finiscono sui giornali, secondo Federcontribuenti. Almeno 18 si sono tolti la vita solo dall'inizio dell'anno - ma potrebbero essere di piu' -, quattro dei quali in Veneto, due a Roma e due a Genova, e poi a Milano, Torino e Bolzano e in Sicilia: e' il calcolo dell'associazione, che stamani ha presentato un esposto alla procura di Roma su quella che definisce ''mattanza sociale''.
Si chiede alla magistratura di accertare se vi siano responsabilita' istituzionali dietro la piaga dei suicidi per la crisi economica. Sotto accusa in particolare la politica del governo e i metodi di riscossione delle imposte di Equitalia. ''Lo Stato non puo' fare stalking - ha detto il presidente di Federcontribuenti Carmelo Finocchiaro -. E' una persecuzione assoluta verso chi non puo' pagare, non verso chi non vuole pagare''.

Continua qui

 

Italia, sempre peggio produzione industriale: -6,8%

La produzione industriale, a febbraio, è calata dello 0,7% rispetto a gennaio (il dato è destagionalizzato). Il crollo è stato registrato su base annua, dove il dato corretto per gli effetti di calendario è in picchiata di 6,8 punti percentuali. Le rilevazioni diffuse dall’Istat fotografano un quadro drammatico, dove la produzione stagna: gli effetti del suicidio fiscale imposte da Mario Monti non tardano a farsi percepire, e anzi sorprendono per la loro immediata potenza di fuoco.
Sesta diminuzione consecutiva - L’Istat registra un forte ribasso anche su base mensile: dopo il calo segnato a gennaio (del 2,6%) ecco una nuova flessione, che nella media del trimestre dicembre febbraio è dell’1% rispetto al trimestre precedente. In termini annui si tratta della sesta diminuzione consecutiva: l’indice viaggia in territorio negativo senza soluzione di continuità da settembre del 2011. Ma il tonfo del 6,8% registrato a febbraio 2012 risulta il peggior dato da novembre del 2009, quando la produzione industriale registrò un arretramento del 9,3 per cento.

Continua qui

Salumiere ucciso durante una rapina freddato con un colpo al volto

L'omicidio commesso da una banda di quattro persone che hanno fatto irruzione nel negozio del centro di Ruvo di Puglia incappucciati. Sono scappati a piedi. A terra è rimasto l'uomo di 37 anni

di GIOVANNI DI BENEDETTO

Ucciso con un colpo al volto durante una rapina. E' morto così un salumiere di 40 anni di Ruvo di Puglia, nel Barese, freddato da una banda di quattro persone incappucciate che hanno fatto irruzione nel suo negozio in corso Piave, nei pressi dell'ospedale.

E' successo intorno alle 21.30, dopo l'orario di chiusura dell'attività: i malviventi volevano portar via l'incasso della giornata. L'omicidio probabilmente è scaturito da un tentativo di reazione da parte della vittima.

Continua qui

Bus in fuga contro multa: il vigile resta appeso per un chilometro

E' rimasto attaccato al tergicristalli di un autobus in corsa per quasi un chilometro, raggiungendo i 50 km/h, dopo che il conducente si è rifiutato di pagare una multa. Protagonista dell'episodio accaduto in Vietnam un vigile urbano, Nguyen Manh Phan, che aveva ordinato all'autista di accostare per controlli sulla patente. Il conducente, Phung Hong Phuong, si è fermato solo dopo essere stato inseguito da polizia e residenti. E' finito in manette per avere disobbedito a un pubblico ufficiale, reato che comporta un minimo di tre anni di carcere.

Il video

La Lega prova a rifarsi un'immagine Rinuncia agli ultimi rimborsi elettorali

Il Carroccio dice no alla quarta tranche del denaro pubblico. L'annuncio del capogruppo alla Camera, Giampaolo Dozzo, accompagnato dall'invito agli altri partiti a "devolvere tali somme in beneficenza o alle Ong". Decisione per "evitare strumentalizzazioni mentre si discute la proposta di legge sulla trasparenza dei partiti". Alfano: "Migliorare i controlli per far sì che opinione pubblica conosca i bilanci"

 

ROMA - L'operazione "pulizia" per la Lega non è solo una questione interna. C'è da rimuovere il fango dall'immagine di un partito che si vantava della sua diversità, della sua onestà, della rettitudine di una dirigenza tutt'uno con la base. E che invece si è ritrovato con la stessa leadership travolta da uno scandalo inimmaginabile fino a qualche settimana fa, riguardante l'utilizzo privato del denaro versato alla Lega dallo Stato e titolo di rimborso elettorale.


Continua qui

venerdì 13 aprile 2012

Sardegna, allerta meteo si abbatte il mini-ciclone Lucy

Nubifragi sull'isola. A Nuoro le scuole sono chiuse

NUORO - E' allerta meteo per tutta la giornata in Sardegna, dove da stanotte piove in molte zone dell'isola e dove per le prossime 24 ore - secondo l'avviso della Protezione civile - potrebbero verificarsi temporali con forti raffiche di vento. Per questo, il sindaco di Nuoro, Sandro Bianchi, stamattina alle 6,30 ha emesso l'ordinanza di chiusura di tutte le scuole e istituti di ogni ordine e grado della città. Le abbondanti precipitazioni ed il forte vento previsti per oggi hanno portato il dirigente del servizio Protezione civile dell'amministrazione locale ad annunciare già da ieri l'allerta meteo e la possibilità che le scuole rimanessero chiuse. Stamani la comunicazione via sms a tutte le famiglie che abbiano provveduto ad iscriversi all'inizio dell'anno scolastico al servizio fornendo un recapito cellulare. E' la prima volta che a Nuoro vengono chiuse le scuole a causa delle piogge. In precedenza simili ordinanze i sindaci le avevano emesse solo dopo abbondanti nevicate, compresa l'ultima del febbraio scorso. Intanto già da qualche ora su tutta la provincia sta piovendo abbondantemente e si prevede per tutta la giornata maltempo.


Continua qui

'L'Imu quest'anno si paghera' in tre rate'

Relatore al decreto annuncia un emendamento: 'Lo presentero' entro martedi' in Commissione'

ROMA - L'Imu quest'anno ''si paghera' in tre rate''. Lo ha detto il relatore al dl fiscale, Gianfranco Conte (Pdl), preannunciando il contenuto di un emendamento che presentera', alla Commissione Finanze della Camera, entro lunedi'.
RELATORE, NO MODIFICHE IMU ANZIANI CASE RIPOSO - ''Sono contrario'' a modifiche della normativa Imu per gli anziani che sono nelle case di riposo. Lo ha detto il relatore al dl fiscale e presidente della Commissione Finanze della Camera, Gianfranco Conte (Pdl), spiegando che con un eventuale sgravio ''potrebbe crearsi un problema sociale''. (ANSA). (ANSA) - ROMA, 13 APR - Gianfranco Conte, parlando a margine dei lavori della Commissione Finanze sul dl fiscale, ha spiegato che il rischio e' che un'agevolazione di questo genere ''spinga i familiari a mettere gli anziani nella casa di riposo'' per usufruire della tassazione piu' leggera sulla loro casa di abitazione. Nell'iter in Senato il sottosegretario all'Economia Vieri Ceriani aveva gia' espresso il suo parere contrario ad agevolare le case degli anziani in residenze di cura per un ''rischio di evasione ed elusione''.

Continua qui

 

Aumentare le tasse su benzina per pagare la Protezione civile

La proposta

Un nuovo aumento dell'accisa sulla benzina per alimentare il fondo nazionale della protezione civile. E' quanto emerge dalla bozza di decreto allo studio del governo che riordina la protezione civile

MILANO - Rimpinguare il Fondo nazionale di protezione civile con un aumento delle accise sui carburanti e, in aggiunta o in alternativa, con una tassazione degli sms. Lo prevede la bozza del decreto legge con disposizioni urgenti per la riforma della protezione civile", all'esame domani del consiglio dei ministri. Nel caso delle accise sui carburanti l'aumento massimo è previsto in cinque centesimi al litro, mentre per gli sms la tassazione sarebbe di massimo due centesimi per comunicazione, pagata dai gestori ma con la facoltà però di rivalersi sui clienti. La proposta, tuttavia, dopo essere stata formulata, ha suscitato subito un'ondata di polemiche e dalla bozza sarebbe già sparita l'ipotesi di tassare gli sms. 


Continua qui

Cgil, Cisl e Uil in piazza a Roma Camusso: "Se dati veri, via presidente Inps"

I sindacati chiedono al governo risposte per "migliaia di persone senza stipendio e senza pensione". La protesta dopo le stime del ministro Fornero secondo cui sono 65mila i lavoratori interessati. Cifre sballate secondo il segretario generale Cigl: "Si scherza col fuoco". L'Istituto di previdenza: "Nessuna contraddizione di cifre"

 

ROMA - I sindacati scendono in piazza a Roma per chiedere al governo risposte sugli esodati. La manifestazione unitaria di Cgil, Cisl e Uil ha preso il via da Piazza della Repubblica, da dove è partito il corteo alle 10. Una protesta proprio il giorno dopo che l'esecutivo ha stabilito in 65mila 1il numero dei lavoratori coinvolti. Cifra che non convince i sindacati, secondo cui il numero è molto più alto: decine di migliaia di persone in più. I leader di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti hanno parlato al termine del corteo, in piazza Santissimi Apostoli, chiedendo un incontro all'esecutivo: "Non si salva il Paese senza salvare gli italiani, e cioè i lavoratori, non quelli che portano i capitali all'estero", ha detto Camusso.

VIDEO - La diretta della manifestazione 2


Continua qui

Sanità, nuova indagine su Vendola

Il governatore della Puglia ancora nei guai per una transazione da 45 milioni  con un ospedale.
Coinvolti anche due ex assessori pugliesi e un vescovo.

Un'altra indagine in meno di 24 ore sulla testa di Nichi Vendola. Il presidente della Regione Puglia ha ricevuto l'avviso di conclusione delle indagini della Procura di Bari su una transazione da 45 milioni conclusa tra il governo regionale e l'ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti. I reati ipotizzati sono abuso d'ufficio, peculato e falso.

Continua qui

Palermo, trema la terra la gente in strada, scuole chiuse

Scossa alle 8,21 con epicentro a 11 chilometri al largo della costa siciliana. Magnitudo 4,3. Per precauzione evacuate alcuni istituti
 

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita alle 8,21 a Palermo. Paura in città, con gli abitanti che sono scesi tutti in strada.  L'evento è stato infatti avvertito nettamente dalla popolazione. Secondo una prima stima il sisma sarebbe stato di magnitudo 4,3 con ipocentro a 11 chilometri al largo dalla cosca siciliana.Panico in molte zone della citta' di Palermo, alcune scuole per precauzione sono state evacuate. Secondo i sismografi dell'Ingv, l' epicentro era a circa 11 chilometri dalla città, nel Tirreno meridionale, al largo dell'isola di Ustica.

Fonte 

Palermo, sisma fuori da sistema faglie più noto

Terremoto a Palermo: collegato con Sumatra?

 

Rosy Mauro e Belsito espulsi. Si salva Renzo Bossi

Il vicepresidente del Senato: "Rancore ha vinto su verità. Dimissioni in Senato? Un passo alla volta". Il consiglio Federale in via Bellerio convoca il congresso per fine giugno. L'inchiesta: i pm chiedono atti relativi a conti bancari, patrimonio immobiliare e mobiliare del movimento politico e i bilanci. Il Senatur: "Se famiglia ha preso soldi, rimborserò"

 

MILANO - Il consiglio federale della Lega ha deciso l'espulsione di Rosy Mauro e dell'ex tesoriere Francesco Belsito dal partito, fissando al 30 giugno e primo luglio il congresso federale per l'elezione del nuovo segretario, dopo il passo indietro di Bossi. Nessun provvedimento, invece, per Renzo Bossi: le sue dimissioni da consigliere regionale della Lombardia sono state ritenute sufficienti per evitare la radiazione. A quanto si apprende, del figlio di Bossi non si è proprio discusso. Al consiglio in via Bellerio ha partecipato a sorpresa anche la Mauro, che è arrivata scortata dal presunto fidanzato (anche se lei ha sempre smentito) l'agente Pier Mosca, (video 1) per sostenere una lunga autodifesa. Secondo i presenti, l'organo decisionale del movimento ha ascoltato un accalorato suo intervento, nel quale ha ripetuto la sua estraneità a quanto emerso dall'inchiesta. Ma alla fine è stata votata l'espulsione, anche per la determinazione di Roberto Maroni. Che ha minacciato di lasciare il triumvirato in caso di assenza di provvedimenti. Contro la decisione del consiglio si è espresso solo Marco Reguzzoni. ''Se si accerterà davvero che qualcuno della mia famiglia ha preso dei soldi appartenenti alla Lega io farò un assegno per rimborsare l'intero importo'', ha detto Umberto Bossi ai leghisti.


Continua qui

 

Corruzione e concussione: arrestato ex assessore leghista di Piacentino

Lega, accertamenti su Calderoli. Al setaccio tutti i conti di Belsito

Eliana Cartella, l'ex di Renzo Bossi: ''Voleva fare il leader''

 

 

giovedì 12 aprile 2012

Forte sisma in Messico: evacuazioni terremoto colpisce anche le coste Usa

Due potenti scosse (5,9 al largo dell'Oregon, 7,0 a 200 chilometri da Acapulco) hanno colpito la costa Pacifica dell'America del Nord. Non ci sono notizie di danni


CITTÀ DEL MESSICO - Doppia forte scossa di terremoto nella costa occidentale dell'America. Secondo le rilevazioni dell'istituto geosismico americano, un sisma di magnitudo 7 è stato registrato in Messico, a 207 miglia da Acapulco.

Il terremoto è stato avvertito anche a Città del Messico, dove la gente si è riversata in strada. Il sindaco ha
però rassicurato sulla situazione sottolineando che i servizi pubblici, dagli ospedali alla metropolitana, funzionano regolarmente.

 

Continua qui

Tv indiana: "Paolo Bosusco liberato". La conferma dall'ambasciatore italiano

La guida di trekking rilasciata nella zona del villaggio di Mohona e sarebbe già nella capitale. Era stato rapito il 14 marzo con Claudio Colangelo. Il ritorno attraverso la foresta di Raingibari.

dal nostro inviato PAOLO G. BRERA

ROMA - Paolo Bosusco è libero. La notizia è stata data dalla tv di stato indiana Ndtv e confermata telefonicamente da una persona che accompagna uno dei due mediatori impegnati durante la trattativa tra i ribelli maoisti e il govero dell'Orissa per la liberazione dei due ostaggi italiani 1. Secondo la fonte, Bosusco e la sua "scorta" stanno riscendendo un crinale della montagna per uscire dalla foresta di Raingibari e, secondo le previsioni, dovrebbe arrivare entro un paio d'ore al posto di polizia dove sarà interrogato. Secondo altre fonti, invece, Bosusco sarebbe già nella capitale Bhubaneswar.

Continua qui

mercoledì 11 aprile 2012

Fiaccolata sotto la neve contro la Tav

La pioggia battente, mista a neve, non ha scoraggiato i No Tav, che si sono riuniti al campo sportivo di Giaglione per una fiaccolata sui sentieri della Valle Clarea. Gli attivisti sono giunti fino alla recinzione del cantiere per la Torino-Lione di Chiomonte: alla luce delle fiaccole si sono fermati e hanno iniziato a scandire slogan.

Le foto

Dimissioni, Mauro dice no a Bossi: "Perché?" Maroni da Bergamo avverte: "Ti dimettiamo noi"

Nuovo "giuramento" di alleanza tra il leader e l'ex ministro dell'Interno. Il Senatur: "Chiedo scusa perché danni fatti da chi porta il mio nome". Il pressing del Triumvirato sulla vicepresidente del Senato che va a difendersi da Vespa. Dopo il nuovo video scandalo, interrogato dai pm milanesi l'autista di Bossi Jr. Ora indagano anche le Procura di Genova e Bologna

 

MILANO -  Umberto Bossi e Roberto Maroni sono saliti insieme sul palco per la serata dell'orgoglio leghista a Bergamo. I due leader del Carroccio sono stati accolti dal coro 'Lega' scandito dalla base. Insieme a loro, anche Roberto Calderoli e Manuela Dal Lago, oltre al segretario provinciale di Bergamo, Cristian Invernizzi e il presidente della Provincia, Ettore Pirovano.

Organizzato dai dirigenti locali, l'evento era nato come una specie di congresso autoconvocato, nel caso Bossi non si fosse dimesso. Dopo il passo indietro del Senatur, è stato deciso di trasformare l'appuntamento in una manifestazione di solidarietà nei suoi confronti ma allo stesso tempo in una occasione per chiedere "pulizia" all'interno del partito. Non a caso, i giovani padani si sono presentati con simboliche scope color verde.


Continua qui

martedì 10 aprile 2012

Se il cuore accelera, l'abito è trasparente

E' l'ultima follia nel campo della moda, o se preferite in quello dei gadget tecnologici: un vestito femminile che diventa sempre più trasparente, man mano che accelerano i battiti di chi lo indossa. Il messaggio, insomma, è malizioso: più sei su di giri, in stato di eccitazione, più diventi seducente. Un ennesimo esempio di "strano ma vero", destinato però a non passare inosservato (foto Caters News Agency / Iberpress)