domenica 30 settembre 2012

Imprese, Sos di Squinzi al governo "Stiamo morendo di carico fiscale"

Il presidente degli industriali si dice disponibile a rinunciare a tutti gli incentivi in cambio di una minore pressione tributaria su aziende e famiglie. "Su 30 miliardi di aiuti alle aziende private ne arrivano solo tre". La replica di Passera: "Discorso intelligente"

 

TORINO - "Dateci minor carico fiscale, stiamo morendo di fisco. Siamo disponibili a rinunciare a tutti gli incentivi in cambio di una riduzione della pressione fiscale a carico di imprese e famiglie". E' la richiesta del presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, che concorda con la proposta della Lega di eliminare i sussidi alle imprese decotte. 

 

Continua qui

Giovedì il decreto del governo ecco i tagli ai costi della politica

Mannaia su regioni e comuni. Più poteri alla Corte dei Conti. Entro le prossime due settimane anche il voto di fiducia al Senato sull'anticorruzione

di LIANA MILELLA

ROMA - Stop ai rinvii. Si apre, per il governo Monti, la settimana decisiva per voltare pagina sulla corruzione. Giovedì sarà il giorno clou. Da palazzo Chigi uscirà un decreto legge sulle spese pazze degli enti locali che mette il bavaglio alla finanza allegra non solo delle Regioni, ma anche di Province e Comuni. Alla Corte dei conti, che ha già dato col presidente Giampaolino la sua più ampia disponibilità, saranno affidati inediti super poteri di controllo e di successiva sanzione. Questi i capisaldi della manovra anti-sprechi: fondi in base all'effettivo numero degli abitanti, drastico taglio dei consiglieri, stop ai mono-gruppi costituiti da un solo esponente politico ma ugualmente destinatari di ampi finanziamenti, obbligo di rendicontazione, verifiche stringenti. Sulla materia s'annuncia anche un ulteriore intervento nella legge di stabilità che sarà discussa entro la fine dell'anno.  


Continua qui

sabato 29 settembre 2012

In arrivo 'Arpia', maltempo a tenaglia

Forti rovesci dalla Sardegna sul Lazio, piogge su tutto il Nord

L’Italia è ancora divisa e sono 18 i gradi che separano il nord dal sud, dai 18°C di Torino e i 36 di alcune zone della Sicilia. Al nord e sulla Toscana è già autunno con pioviggini in intensificazione, mentre al sud e sulla Sicilia si può tranquillamente continuare la stagione estiva con 35 su molte zone interne e 30°C lungo le coste, complice l’azione dello scirocco. Nella notte tra Sabato e Domenica è atteso un forte peggioramento anche sulla Sardegna.

Continua qui

 

Spagna, inondazioni nel Sud il bilancio è di sette morti

Più di 600 persone evacuate. Chiuso il porto di Valencia. Una bambina di nove anni fra le vittime.

 

MALAGA- Le gravi inondazioni che hanno colpito la Spagna meridionale hanno causato almeno sette morti e costretto centinaia di persone ad abbandonare le loro case. Una bambina di nove anni figura fra le vittime, quattro delle quali sono perite in Andalusia e tre nella regione di Murcia.

A provocare il disastro sono state piogge di estrema intensità: secondo quanto riporta El Pais, a Cadice sono piovuti 200 litri d'acqua per metro quadro. In un'area di Murcia vi sono stati 177 litri di pioggia al metro quadro e 120 nella provincia di Almeria. Le precipitazioni hanno provocato gravi danni alle vie di comunicazione, con il crollo di due ponti autostradali, ferrovie bloccate e automobili che galleggiano per le strade inondate.

Continua qui

 

Cento chilometri a 100 anni, il record del ciclista francese

Cento chilometri a 100 anni, il record del ciclista francese 

Si chiama Robert Marchad, ha 100 anni e nel velodromo di Lione ha percorso 100 chilometri in bicicletta diventando il centenario più veloce del mondo nei 100 chilometri indoor. Il francese, che si è allenato ogni giorno nel tentativo di battere la soglia delle cinque ore, ha tagliato il traguardo in 4 ore, 17 minuti e 27 secondi, con una media di 23,305 chilometri all'ora. Nato ad Amiens il 26 novembre 1911, 1 metro e 52 di altezza per 51 chili, Marchand ha vissuto due guerre  mondiali. La categoria degli over 100 è stata creata per lui a febbraio quando ha stabilito un record percorrendo in un'ora 24,251 km in Svizzera. "Di medaglie ne ho delle casse piene. Non so cosa farmene", ha detto, riferendosi ai suoi exploit giovanili nelle principali competizioni ciclistiche. "Il mio segreto per mantenere la forma? allenarmi. Una volta che mi metterò in poltrona davanti alla tv, mi sarò fregato", ha commentato. Tutti i giorni percorre 30 chilometri in bicicletta. "Fino a 15 anni fa, facevo 15.000 Chilometri all'anno. Oggi, non ne faccio più di 7.000", ha concluso.

Le foto

La Prestigiacomo lascia il Pdl "Ormai sono disgustata"

L'ex ministro dell'Ambiente, in Parlamento da 1994 pronta ad abbandonare il gruppo Azzurro. "Non c'è traccia del sogno berlusconiano, solo gruppi di potere in lotta fra loro"

 

di CARMELO LOPAPA
ROMA - Due sere fa era seduta in prima fila al cospetto del Cavaliere, presentazione show del libro di Brunetta. La settimana prossima formalizzerà l'addio al gruppo del Popolo delle libertà. Il dado è tratto, ha raccontato Stefania Prestigiacomo alle ormai poche amiche e colleghe che hanno tentato di frenarla. Forfait di una "forzista" della prima ora, destinato a fare rumore. Tanto più perché potrebbe portarla sulle sponde dei centristi Casini e Fini.

 

Continua qui

Regioni, le inchieste si allargano Gdf anche in Piemonte ed Emilia

Esplode il caso delle spese delle Regioni. Due nuovi fronti aperti in poche ore: la Guardia di Finanza entra negli uffici della Consiglio regionale piemontese per acquisire documenti, mentre una inchiesta è stata aperta dalla procura di Bologna. Due nuovi indagati nello scandalo alla Regione Lazio. Fiorito, ipotesi di un cambio di imputazione: potrebbe scattare l'associazione a delinquere.

 

ROMA - Da Torino a Palermo si moltiplicano le indagini delle procure sui gruppi consiliari delle Regioni. L'ultima in ordine temporale è quella sui fondi dell'Emilia Romagna 1. Una maxi-inchiesta ad ampio raggio sulla spesa dei gruppi consiliari (ma probabilmente non solo quelle), condotte da un pool investigativo apposito che lavora a pieno ritmo con l'obiettivo di fare luce su eventuali cattive gestioni o sprechi di soldi da parte dei gruppi di Viale Aldo Moro. La nuova maxi-inchiesta si aggiunge alle altre tre su cui la procura stava già lavorando: quella sui rimborsi elettorali della Lega Nord (di cui si occupava il pm Plazzi), quella sulle spese del gruppo Idv nel mandato 2005-2010 2e quella sulle interviste a pagamento 3 realizzate da alcuni consiglieri regionali (entrambe affidate al pm Scandellari).  

 

Continua qui

venerdì 28 settembre 2012

Italia ballerina, non smette di tremare

Il terremoto che ha colpito la zona di Benevento questa notte alle 3:08 ha avuto la sua massima espressione con una scossa valutata di magnitudo 4.1.

È stato sentito molto bene dalla popolazione non solo perché colpita nel sonno, ma anche perché l’epicentro era molto vicino alla superficie, essendo stato localizzato a 11,4 km di profondità.

Nelle ore che sono succedute all’evento primario, altre scosse si sono succedute con intensità massima di magnitudo fino a 3.7. Una scossa che ricade in una fascia ritenuta ad alto rischio sismico nelle carte dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (vedi cartina). L’area infatti è fortemente compressa e quindi ricca di faglie che scaricano l’energia che si accumula nel tempo
[Che cosa fare in caso di terremoto]

Continua qui

Berlusconi: "Euro, grande imbroglio se inflazione aumenta, economia favorita"

L'ex premier alla presentazione del libro di Brunetta. Attacco alla Germania: "Avrebbe dovuto essere paese solidale, e non lo è stato". E "se uscisse dalla moneta unica, non sarebbe una tragedia". Ma sbaglia il cambio tra lira ed euro. Il governo? "Troppe tasse che hanno colpito le famiglie, generando ansia. E questo ci impoverirà sempre di più". Fini: "E' un'irresponsabile. Così incita all'evasione".

 

ROMA - L'euro? Un grande imbroglio. L'inflazione? Se aumenta di un paio di punti, potrebbe favorire l'economia. La Germania? Non è stato un Paese solidale. E se uscisse dall'euro, non sarebbe una tragedia. E' un Silvio Berlusconi a tutto campo quello che interviene alla presentazione del libro di Renato Brunetta, che si intitola, appunto "Il grande imbroglio".

VIDEO: L'ATTACCO ALL'EURO 1 

 

Continua qui 

 

La Germania fuori dall’euro? Merkel: “Berlusconi dice assurdità”

 

Verso un week-end spesso piovoso al centro-nord, da lunedì l'estate crolla anche al sud

L'instabilità andrà poi gradualmente smorzandosi, anche se fino a mercoledì 3 ottobre è attesa ancora qualche nota di instabilità. In prospettiva primo week-end di ottobre più soleggiato e mite.

 

 Le nostre giornate nelle mani di un vortice di bassa pressione: è quello che ci ha riservato Giove Pluvio almeno sino a tutto il prossimo fine settimana. Cosa significa? Significa che il tempo che ci troveremo sopra la testa sarà spesso inaffidabile, a tratti anche piovoso, in particolare al nord e al centro. 

 

Dopo una relativa tregua attesa nella giornata di venerdì 28, nuove nubi si materializzeranno nei cieli del centro, in viaggio verso il settentrione. Sono gli avamposti della sesta perturbazione di settembre, quella che poi diverrà protagonista sulle stesse regioni nelle giornata di sabato e domenica.

Sabato 29 attese piogge anche di un certo peso al nord, Toscana e Sardegna. Domenica 30 generale instabilità, con ombrelli nuovamente necessari su gran parte del centro-nord, Sardegna esclusa. Primi acquazzoni anche nelle zone interne della Campania, sintomo di un tempo che tenterà di cambiare anche al sud nella giornata di lunedì 1 ottobre.

Continua qui

 

giovedì 27 settembre 2012

La terra trema nel Sannio scossa di magnitudo 4.1

Paura e nessun danno a persone o cose per un terremoto registrato nella notte nella provincia di Benevento. All'alba altre due scosse di minore intensità.

ROMA - Un terremoto di magnitudo 4.1 è stato registrato nel Sannio, in provincia di Benevento. Lo fa sapere la Protezione civile, precisando che al momento non risultano danni a persone o cose.

 

Continua qui

Osservatore Romano: falso il papiro sulla moglie di Gesù

Osservatore Romano: falso il papiro sulla moglie di Gesù
 
Dieci giorni dopo la rivelazione della presunta "moglie" di Gesù attestata da un frammento di papiro, scende in campo l'Osservatore romano, con un corsivo del direttore Giovanni Maria Vian dal titolo: "In ogni caso, un falso". La storia del frammento, "molto problematico e controverso", è raccontata "con prudenza e rigore" sul giornale vaticano dal coptologo Alberto Camplani, che insegna storia del cristianesimo all'università di Roma la Sapienza ed è stato tra gli organizzatori del convegno internazionale teatro del clamoroso annuncio. "Annuncio - scrive Vian - preparato senza lasciare nulla al caso: testate americane preavvertite, una conferenza stampa preventiva tenuta da Karen King per preparare uno scoop mondiale che però è stato subito messo in discussione dagli specialisti. Ragioni consistenti indurrebbero a concludere che il papiro sia anzi una maldestra contraffazione (come tante altre provenienti dal Vicino Oriente) che potrebbe essere stata finalizzata alla vendita, da parte di un privato a una prestigiosa istituzione, del frammento e di altri manoscritti. Nel quadro, del tutto implausibile, di una lettura del fenomeno gnostico tendenziosa e piegata a un'ideologia contemporanea che con la vicenda storica del cristianesimo antico e con la figura di Gesù non ha nulla a che vedere. Insomma - conclude l'Osservatore romano - in ogni caso un falso"
 

Senza veli sul calendario: è per ricordare l'amico scomparso

Si sono spogliate per una buona causa. Un gruppo di 24 ragazze tra i 18 e i 40 anni ha posato senza veli tra i campi per commemorare un amico. Il 21enne - Richard Warr  che aveva perso la vita in un incidente d'auto lo scorso agosto nel Regno Unito. Le sue amiche hanno deciso di ricordarlo per la sua passione per le donne e per la natura: si sono lasciate fotografare nude tra i cavalli con indosso solo stivali, fucili, borse e bicchieri di vino e whisky. Il ricavato del calendario 'GameBirds 2013' sarà devoluto in beneficenza per l'ambulanza aerea del Midlands. La decisione di destinare i proventi alla Midlands Air Ambulance nasce proprio dal fatto che il servizio di soccorso ha lottato duramente per salvare la vita al giovane Richard Warr.
(Eleonora Giovinazzo)

Le foto

Gaffe di Kate, indossa l'abito sbagliato

E' una gaffe in buona fede, ma pur sempre una gaffe. E così nelle ultime ore i siti di mezzo mondo sono inondati di notizie e commenti su quello che molti definiscono il "dress disaster" di Kate Middleton. Sbarcata alle Solomon Islands col marito William, la duchessa di Cambridge aveva fatto sapere, attraverso il suo entourage, che nell'occasione avrebbe indossato un abito tipico del luogo. Per dimostrare il suo rispetto per i costumi e le tradizioni locali. Peccato però - come le autorità delle Solomon hanno ora confermato - che quel famoso vestito, sui toni del fucsia, sia in realtà tipico di un altro arcipelago: le Cook Islands.

 

Continua qui

Sallusti, Cassazione lo condanna a 14 mesi Capo dello Stato esaminerà sentenza

"La notizia pubblicata da Libero era falsa", spiega la Corte in una nota. Il giornalista ha rifiutato le misure alternative al carcere e ha annunciato le proprie dimissioni. Severino: "No comment, ma cambiare norma". Stamane il Pg aveva chiesto uno sconto della pena. Il procuratore Bruti Liberati: "Pena sospesa per mancanza di accumuli e recidive"

 

Continua qui

Taglio di 300 consiglieri, indennità ridotte le Regioni vogliono un decreto per la riforma

Errani illustra il piano a Napolitano e al governo. I seggi attuali diminuiranno di un terzo, aumentati i controlli. Sanzioni a chi non si adegua: avrà meno fondi.

 

ROMA - I governatori delle Regioni, sotto accusa da giorni dopo il 'caso Lazio', hanno deciso di anticipare le mosse del governo, che già ventilava provvedimenti per tagliare le loro spese, con una proposta choc; via un terzo dei consiglieri regionali in tutta Italia, circa 300. Poi indennità ridotte e più controlli. Per fare presto i governatori chiedono all'esecutivo di agire per decreto.

 

Continua qui

mercoledì 26 settembre 2012

Uruguay pronto a votare in favore dell'aborto

Nel Palazzo del governo di Montevideo, Uruguay, la Camera dei deputati sta discutendo su una legge che permetta l'interruzione di gravidanza. Davanti al palazzo, numerose donne a sostegno della legge si sono radunate, con corpi dipinti, fra slogan e cartelli di sopporto, per sostenere la libertà di scelta della donna.

Le foto

Scontro sulla metro di Milano, 20 feriti

Tamponamento fra due treni per il malore di un macchinista. Soccorsa anche una donna incinta
Il sindaco Pisapia: “L’urto è avvenuto a 14 km l’ora”


Milano
Tamponamento tra due treni della metropolitana milanese tra le fermate Garibaldi e Gioia della linea 2. Nell’incidente una ventina di feriti, tra i quali il macchinista del treno. Lo scontro è avvenuto fortunatamente a bassa velocità: 14 km orari. Lo spiega il sindaco Giuliano Pisapia che informa della situazione su Twitter. È sempre Pisapia a fornire il primo bilancio: nove feriti lievi assistiti sul posto e 2 non gravi portati in pronto soccorso per accertamenti. Lo ha detto l’assessore alla sicurezza del comune di Milano Marco Granelli, e lo twitta il sindaco. Poi il bilancio si aggrava. Alla fine sono complessivamente una ventina, tra feriti e lievemente contusi, i passeggeri coinvolti. Da una prima ricostruzione sembra che il macchinista del secondo convoglio abbia avuto un lieve malore e sia entrato in stazione, lentamente, nonostante in banchina fosse già presente un altro treno, tamponandolo. I due mezzi hanno riportato piccoli danni. Il ferito più grave si trovava sulla prima carrozza del treno che arrivava da fuori stazione: è stato portato al pronto soccorso per la frattura del femore. 

Continua qui

Il dietrofront dell'Italia siamo tornati a 20 anni fa

I consumi degli italiani non sono mai precipitati così in basso dal dopoguerra ad oggi. E il livello della nostra vita ha innestato la retromarcia
di MAURIZIO RICCI

 

GIÀ CI avevano spiegato che i nostri figli stanno e staranno peggio di noi. Ora scopriamo che anche noi stiamo peggio di noi. Nel senso che la nostra vita era più comoda e facile anche solo pochi anni fa e, se si guarda un po' più lontano, ci si accorge che il Paese sta speditamente remando all'indietro. Con l'aggravante che quel passato a cui mano mano ci adeguiamo è tutt'altro che luminoso: è l'Italia degli anni '90 e delle grandi stangate di finanza pubblica, degli anni '80 dell'iperinflazione e degli choc petroliferi degli anni '70. Siamo più poveri di cinque anni fa, vestiamo peggio di vent'anni fa, mangiamo anche meno bistecche. E non compriamo più automobili, come dice Marchionne, anche perché benzina e manutenzione ci succhiano il bilancio.

 

Continua qui 

 

Italia, carrello vuoto



martedì 25 settembre 2012

Regione Veneto, fuori busta a tutti i consiglieri: 2.100 euro al mese esentasse

È la somma che ognuno dei 60 eletti incassa come rimborso: vengono prelevati dal "Fondo per le spese impreviste"

VENEZIA - I sessanta consiglieri regionali del Veneto hanno il "fuori busta". Un po’ come quegli operai che a fine mese, oltre allo stipendio regolare, si vedono allungare dal padroncino, a parte, il "nero".Solo che qui, per gli inquilini di Palazzo Ferro Fini, stiamo parlando di una somma che supera la paga di un operaio: 2.100 euro al mese. Netti. Pagati sull’unghia e, in quanto catalogati come rimborso spese pur senza mostrare una sola pezza giustificativa, esentasse. Il rimborso, infatti, è forfettario. Da alcuni mesi quel rimborso non compare più in busta paga proprio per evitare che finisca nella parte imponibile. Il rischio - raccontano - c’era.  

Per non dire dei controlli che qualche solerte funzionario dell’Agenzia delle Entrate potrebbe, metti mai, sognarsi di fare. Così, al Ferro Fini da aprile funziona la seguente partita di giro: il consiglio regionale dà i soldi ai gruppi consiliari, i quali gruppi consiliari distribuiscono ogni mese ai propri consiglieri 2.100 euro a testa. Ci hanno raccontato che in Veneto hanno fatto risparmi? Che hanno tagliato i consiglieri e i vitalizi (dalla prossima legislatura)? Che hanno ridotto le indennità? Vero. Si erano però dimenticati di specificare il fuori busta e non ci avevano nemmeno detto che i soldi per i rimborsi spese vengono presi dal "fondo di riserva per le spese impreviste". Del resto, quando mai s’è vista una deliberazione dell’Ufficio di presidenza del consiglio regionale? Tutto secretato. Perfino la legge (la numero 4/2012) che ha ridotto le indennità è peggio della pagina della sfinge della Settimana enigmistica: un "omissis" dietro l’altro. Comunque, checché ne dicano i signori dottori commercialisti, i rimborsi spese forfettari per i politici veneti sono esentasse.


Continua qui

Incidente Brindisi il macchinista diventa eroe

Il video

La Sicilia come il Lazio? La Procura apre un'inchiesta sulle spese dei gruppi parlamentari

Al momento non risultano indagati. Documenti ai raggi X per scovare eventuali sprechi

La procura di Palermo ha aperto un fascicolo d'inchiesta sui capitoli di spesa dei gruppi parlamentari nell'Assemblea regionale siciliana, per verificare eventuali sprechi e irregolarità. Al momento non vi sono indagati e non è ipotizzato alcun reato. La procura scaverà nelle spese dei gruppi negli ultimi anni per capire se ci possano essere state "spese pazze" e ingiustificate come successo alla Regione Lazio.

Continua qui

Protesta Alcoa, tensione a Cagliari: 4 feriti. Negli scontri una sindacalista presa a calci

Disordini tra operai e forze dell'ordine davanti all'assessorato regionale al Lavoro. La rappresentante Uilm a Tgcom24: "Forse incomprensioni con le forze dell'ordine"

Due poliziotti e due operai sono rimasti feriti negli scontri di questa mattina davanti all'assessorato regionale al Lavoro di Cagliari, dove i dipendenti dell'azienda manifestavano per chiedere gli ammortizzatori sociali anche per le ditte che lavorano in appalto. Alcuni dei presenti hanno cercato di entrare nei locali, scontrandosi con le forze dell'ordine schierate all'ingresso. A farne le spese anche la rappresentante Uilm Daniela Piras.

 

Continua qui

Julia perde 73 chili in un anno: le foto giorno per giorno

Settantadue chili in meno in un anno documentati giorno per giorno sotto le luci impietose dei camerini nei negozi di abbigliamento. Un progetto coraggioso e riuscito quello di Julia Kozerski, 28 anni, di professione artista. Dal costume da bagno alla lingerie, passando per il tacco 12 e le ballerine: 200 diversi vestiti e mise che mostrano i cambiamenti di Julia, fisici ed emotivi. "Quando ho iniziato con questo progetto, non sapevo che avrei perso peso" - racconta la Kozerski - "volevo solo cambiare stile di vita. Così ho iniziato a eliminare cibo-spazzatura e a fare ginnastica. Vedere la mia immagine che cambiava di giorno in giorno mi ha aiutato ad arrivare fino in fondo."

Le foto

LAZIOGATE: L’EX PRESIDENTE POLVERINI OSPITE DI GIOVANNI FLORIS

Dopo aver rassegnato le dimissioni da presidente della giunta del Lazio, Renata Polverini sarà ospite di Ballarò in una puntata incentrata sulla crisi della Regione.
Che giudizio dare della classe politica italiana alla luce dello scandalo che ha travolto il Lazio? Se ne parlerà, martedì 25 settembre alle 21.05 su Raitre, in una puntata che vedrà un intervento del presidente del Senato Renato Schifani. Tra gli altri ospiti di Giovanni Floris il presidente dell’IdV Antonio Di Pietro, il responsabile industria della FIOM Giorgio Ariaudo, il direttore di “Panorama” Giorgio Mulè, l’editorialista del “Corriere della sera” Gianantonio Stella, il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli.
In apertura la copertina satirica di Maurizio Crozza.

Fonte

Cocaina, arrestato direttore poste Senato. Presa banda italo-albanese: 10 arresti

ROMA - Il direttore dell'ufficio delle Poste del Senato è stato arrestato dai carabinieri per spaccio di cocaina. L'uomo è ritenuto il braccio destro di un boss albanese che gestiva i pusher nella parte sud dell'hinterland di Roma. Secondo quanto si è appreso il 53enne O.R., lavorava insieme a un'autista Cotral, 36enne, che gestiva il traffico di droga quando arrivava dalla Capitale tramite gli albanesi. A quanto accertato dagli investigatori, il sodalizio era ormai "consolidato".

L'alleanza italo-albanese per il rifornimento e lo spaccio di cocaina nel territorio della provincia a sud della Capitale è stata scoperta dai carabinieri della Stazione Valmontone che dall'alba di oggi sta notificando 10 misure cautelari - 6 in carcere e 4 agli arresti domiciliari - nei confronti di 3 cittadini albanesi e 7 italiani.

Continua qui

lunedì 24 settembre 2012

Ozono e azoto ai massimi, i cittadini europei respirano l'aria più inquinata



Lo sostiene l'ultimo rapporto dell'Agenzia europea dell'ambiente

Bruxelles, 24 set. - (Adnkronos) - I cittadini europei respirano aria inquinata a livelli superiori ai limiti internazionali. Lo sostiene uno studio pubblicato oggi dall'Agenzia europea dell'ambiente. L'aria più inquinata è in Bulgaria e Romania con elevatissime percentuali di particolato, azoto ed ozono emessi da trasporti, agricoltura e produzione industriale; particolare allarme è provocato dalla presenza di ozono nell'aria cui è sottoposto il 17% dei cittadini dell'Unione.
 
Continua qui

Lazio, lo scandalo fondi travolge Polverini la governatrice presenta le dimissioni

In serata la presidente comunica alla giunta la sua intenzione di fare un passo indietro. Inutile il pressing di Alfano e Berlusconi. L'ultimo attacco da Casini: "Uno schifo, bisogna ridare la voce ai cittadini"

ROMA - Renata Polverini ha rotto gli indugi e ha deciso di dimettersi comunicando ai componenti della sua giunta la sua decisione "irrevocabile". Il passo arriva dopo una giornata in cui si erano rincorse le voci sulle mosse della governatrice del Lazio travolta dallo scandalo sui faraonici fondi per i gruppi regionali.

"Comunico solo stasera ciò che avevo comunicato alle 18 a Napolitano. Alle 19.30 a palazzo Chigi a Monti e che ho atteso per comunicarlo a voi prima di incontrare i leader della coalizione che mi sostiene. La decisione è irrevocabile", ha poi ripetuto nel corso di una conferenza stampa.

 

Continua qui 

 

Fiorito, le vacanze a San Pietroburgo

 

CASO RAGUSA, SI CERCA IL CORPO NEI TERRENI DELLA BASE USA 'CAMP DARBY'

SAN PIERO A GRADO (PISA) - Colpo di scena nelle ricerche del cadavere di Roberta Ragusa, la 45enne madre di famiglia scomparsa il 13 gennaio scorso dalla sua abitazione di Gello, frazione di San Giuliano Terme (Pisa). Gli inquirenti stanno scavando in alcuni terreni della base militare americana di Camp Darby, sul litorale pisano. In corso da stamani un'ampia battuta di ricerca. Alle operazioni partecipano almeno 50 carabinieri del Reggimento Tuscania e del comando territoriale dell'Arma e due unità cinofile. La perlustrazione si è concentrata per lo più nell'area boschiva di San Piero Grado dopo che nei giorni scorsi carabinieri paracadutisti del Tuscania avevano effettuato sopralluoghi per delimitare l'area al centro delle ricerche. Complessivamente al momento le unità cinofile e i militari hanno ispezionato circa 600 metri quadrati di territorio.

Continua qui

Caso Ragusa, senza esito le ricerche della donna vicino alla base Usa di Camp Darby

Ritorna in mare Gina tartaruga salvata

Dopo tre mesi di cure Gina, tartaruga marina che soffriva di gravi problemi respiratori, è stata rilasciata dai veterinari dell'Acquario di Genova nelle acque del Mar Ligure 

(video di Riccardo Molinari)

Polverini: "Ho informato Monti" ancora voci di dimissioni

Descritta come "molto provata", la governatrice ha chiesto un parere sulla situazione al premier, in partenza per gli Usa. Nelle stesse ore, i consiglieri del Pd, Sel e Idv hanno rassegnato le dimissioni. Bisogna arrivare a 36 firme, decisiva l'Udc. Alemanno chiede di "azzerare il centrodestra"

ROMA - Renata Polverini sarebbe di nuovo tentata dalle dimissioni. Lo scrive per prima l'agenzia Agi, che cita ambienti del Pdl. La governatrice del Lazio ha incontrato il presidente Monti, in partenza per gli Stati Uniti, al quale ha chiesto un parere sulla vicenda. Riserbo sulle intenzioni della governatrice: "Spetta a lei riferire sull'esito del colloquio". Renata Polverini viene descritta come "molto provata", anche dopo l'ultimo colpo alla sua leadership, arrivato dal sindaco di Roma Alemanno, che ha dichiarato in serata: "Bisogna azzerare la leadership del centrodestra". 1

 

Continua qui 

domenica 23 settembre 2012

In due sul passeggino: il sonno del gatto e del bimbo

Sono amici inseparabili. Ma la sdraietta è chiaramente troppo piccola per ospitare entrambi. E così il bambino deve pazientemente adattarsi a super gatto, continuamente alla ricerca di una comoda posizione. Tra abbracci e dolci carezze i due, alla fine, trovano la soluzione ideale per riposare
(a cura di Pier Luigi Pisa)

Il video

Alle sfilate si incrociano le due Minetti. Annalisa: ''Personalità diverse''

Si sono solo sfiorate, mentre una terminava il suo set fotografico, l'altra lo stava iniziando. Un incrocio che ha mandato in tilt anche i fotografi, che hanno chiamato l'una con il nome dell'altra. Le due Minetti, Nicole consigliere regionale della Lombardia e Annalisa - cantante, atleta, modella - si sono trovate nel backstage della stessa sfilata alla Fashion Week di Milano. E la medaglia di Londra 2012 a chi gli ha fatto notare come in molti abbiano messo in contrasto i diversi modelli di donna che le due incarnano ha risposto: "Non giudico nessuno, il libero arbitrio da a tutti la possibilità di fare le proprie scelte" 

Il video

Himalaya, valanga travolge 35 alpinisti Almeno 13 morti. Anche un italiano



KATHMANDU - Tragedia della montagna nella notte sul Manaslu sulla catena dell'Himalaya in Nepal, dove una valanga ha travolto una spedizione di 35 alpinisti. Da una prima ricostruzione di Silvio Mondinelli, uno degli alpinisti sul posto, raggiunto telefonicamente da Sky Sport, tra le vittime ci sarebbe anche un'italiano, al momento i corpi estratti dalla neve sono 13 ma il bilancio potrebbe ancora aggravarsi, diversi i feriti.

Continua qui

Lavoro, disastro Liguria in Italia nessuno fa peggio

Dai dati del 2012 uno spaccato inquietante. Dalla Centrale del Latte alle piccole aziende, una crisi senza fine

di AVA ZUNINO



CONTINUA a scendere l'occupazione in Liguria e la ripresa resta una chimera che invece di avvicinarsi si allontana: adesso è un record nazionale. Negativo, purtroppo. L'allarme lo lancia Confartigianato Liguria che ha appena finito, con il proprio Ufficio Studi, di elaborare i dati Istat relativi all'andamento dell'occupazione nel secondo semestre di questo 2012.

Da giugno in poi, la Liguria registra la maggior diminuzione su scala nazionale: l'occupazione è scesa del 4,1 per cento rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. E la media nazionale registra invece, sempre in questo secondo semestre dell'anno, una flessione dello 0,2 per cento. E' una crisi infinita, che non dà tregua, di cui non si riesce a intravedere la conclusione. Una crisi che riguarda aziende grandi come la Parmalat con il caso della Centrale del latte di Fegino, altre come la Lincoln Electrix e realtà con pochi dipendenti in Liguria, come la Silocaf-Pastorini, impresa della logistica portuale che trasferisce tutto a Trieste e licenzia i sette dipendenti genovesi. Il problema è che non si tratta di un fenomeno italiano ma di una crisi che morde in Liguria più che altrove.

Continua qui 

Ilva, un anno di crisi coinvolti altri 170 lavoratori

Sindaco nomina la fidanzata sua vice cade giunta leghista nel Bergamasco

I primi malumori a Capriate San Gervasio subito dopo la nomina e la spartizione in famiglia
delle deleghe. Proteste nella maggioranza, formata con una lista civica, fino alle dimissioni.

Una 'parentopoli' in casa leghista ha fatto crollare una giunta comunale bergamasca. A soli quattro mesi dalla sua elezione è affondata l'amministrazione comunale di Capriate San Gervasio, composta dalla Lega Nord (alla quale appartiene l'ormai ex sindaco Mauro Paolo Dorici) e da una lista civica, che lo scorso maggio avevano sconfitto un'inedita alleanza tra Pd e Pdl. I malumori contro il sindaco erano cominciati tre settimane dopo il voto, quando, al primo Consiglio comunale del 24 maggio, aveva annunciato la sua scelta di nominare come vicesindaco la fidanzata Valeria Cavenaghi, che aveva alle spalle nove anni da assessore e aveva appena conquistato 140 preferenze.

 

Continua qui

 

Si finge pilota di aerei vola gratis con divise e tesserine

Un uomo di 32 anni è stato scoperto e denunciato dai carabinieri nell'area check in dell'aeroporto Torino-Caselle per attentato alla sicurezza dei trasporti aerei, sostituzione di persona e usurpazione di titolo 

Ha finto di essere un pilota di una compagnia aerea straniera e ha viaggiato gratis su un aereo di linea, proprio come Leonardo Di Caprio nel film "Prova a prendermi". Un uomo di 32 anni è stato scoperto e denunciato dai carabinieri di Torino per attentato alla sicurezza dei trasporti aerei, sostituzione di persona e usurpazione di titolo. Secondo i carabinieri in almeno un'occasione l'uomo si è finto pilota di una compagnia straniera e con un nome d'arte è riuscito a volare quale terzo pilota in cabina. Sequestrate divise e tesserini. I dettagli in mattinata durante una conferenza stampa.

 

Continua qui

Cagliari-Roma non si gioca Prefetto contro Cellino

Rinviata a data da destinarsi.La decisione nella notte, dopo la sfida del presidente del Cagliari che aveva invitato i tifosi a recarsi allo stadio «perché i miei ingegneri reputano lo stadio agibile», contro la decisione istituzionale di far disputare il match a porte chiuse di ALESSANDRO DI MARIA

Continua qui

Cagliari-Roma, è 0-3: il giudice ha deciso

sabato 22 settembre 2012

I big della musica italiana cantano per l'Emilia ferita

Già raccolti 3,7 milioni per le scuole. Sul palco Jovanotti, Liga,
Claudio Baglioni e Antonacci

Reggio Emilia
Cancelli aperti di prima mattina, al Campovolo di Reggio Emilia che ospita Italia loves Emilia, il concertone di solidarietà per l'Emilia ferita dal terremoto. Sul palco i big della musica italiana. Da Ligabue a Biagio Antonacci, da Claudio Baglioni a Elisa.

Continua qui

Ohio, sei anni dopo la morte del marito scopre di aver sposato il padre naturale

A Valerie Spruill, allevata dai nonni, la rivelazione è stata fatta da uno zio

Si è sposata con un uomo che aveva 15 anni più di lei e, dopo la morte di lui, ha scoperto che quell'uomo era suo padre. La storia "edipica" (ma al contrario) accade in Ohio e la protagonista della vicenda si chiama Valerie Spruill. Il coniuge, Percy, è scomparso quattordici anni fa e soltanto nel 2004 la donna è venuta a sapere della sconcertante verità.Valerie, racconta il Beacon Journal, aveva sempre vissuto con i nonni, che l'avevano presa con loro dall'età di tre mesi. E a lei i due avevano sempre raccontato di essere i suoi genitori. La vera mamma della donna, a lei presentata come un'amica di famiglia, era una "night lady", che era stata imprigionata nel 1980 per uno scandalo sessuale, mentre il suo padre naturale era Percy Spruill, che aveva solo 15 anni quando conobbe la mamma di Valerie.
 

Continua qui

Scopre su Facebook che la figlia è morta

Cheryl Jones s'imbatte nei messaggi di sconosciuti che avevano scritto "RIP" sulla bacheca della figlia.

 

MILANO - Perdere una figlia è già straziante di suo, ma scoprirne la morte su Facebook perché la polizia non ti avvisa in tempo è ancora più assurdo. Eppure è quello che è capitato lo scorso luglio alla signora Cheryl Jones di Tredegar, Galles del Sud, che ancora oggi non riesce a darsi pace per la sua Karla che non c’è più e per come è venuta a saperlo. Quando infatti la donna, che oltretutto viveva a meno di un miglio dalla casa della figlia, ha saputo da un nipote che gli amici della ragazza postavano messaggi di cordoglio sulla sua pagina Facebook con l’inequivocabile scritta «RIP Karla» ha cominciato a preoccuparsi e così l’ha chiamata al cellulare, ma al suo posto ha risposto un poliziotto, annunciandole che un suo collega le avrebbe fatto visita a breve.  

 

Continua qui

Andavano al bar durante il lavoro Palermo, 13 indagati in Regione

Pause pranzo di due ore e fogli di presenza falsificati. Gli impiegati dell'ufficio del Garante dei detenuti  pizzicati dalle telecamere.

La Guardia di Finanza ha scoperto 13 casi di assenteismo nell'ufficio del «garante per la tutela dei diritti fondamentali dei detenuti e per il loro reinserimento sociale» della Regione siciliana, a Palermo. I militari, grazie a telecamere e attraverso appostamenti, pedinamenti e servizi di osservazione, hanno monitorato per oltre un mese alcuni dipendenti che, durante l'orario di servizio, si assentavano dal proprio posto di lavoro per recarsi, spesso in gruppo, presso bar e altri esercizi commerciali a Palermo, anche per diverse ore nell'arco della stessa giornata.

Continua qui

Barricato in ufficio con gli ostaggi aggiorna il suo profilo su Facebook

Un ex militare armato minaccia una strage: si arrende dopo 6 ore

ALE. SCHIE.
È entrato armato in un ufficio di gestione fondi pensione, si è barricato dentro con tenendo in ostaggio una donna e ha aggiornato il profilo Facebook raccontando quanto stava facendo. Una follia durata sei ore.

È successo a Pittsburgh, dove Klein Michael Thaxton, un ex militare di 22 anni, si è barricato al sedicesimo piano di un palazzo. "Non ce la faccio più, sono spacciato", è stato uno dei post del ragazzo sul social network. Gli amici di Thaxton hanno cercato di convincere l’uomo ad arrendersi attraverso il social network fino a quando la polizia non ha bloccato il profilo del ragazzo.

Continua qui

"Corruzione internazionale" indagine su Finmeccanica

Sotto inchiesta a Busto Arsizio per violazione della legge 231 che impone modelli organizzativi
per prevenire gli illeciti: lo stesso reato contestato all'ad Orsi.

Milano
L'inchiesta approdata all'inizio dell'estate a Busto Arsizio coinvolge ora anche Finmeccanica e non più solo il suo amministratore delegato, Giuseppe Orsi, il cui nome era già stato iscritto nel registro degli indagati quando il procedimento era ancora di competenza della Procura di Napoli che l'ha trasmessa a Busto per volere della Procura generale della Cassazione.

Continua qui

venerdì 21 settembre 2012

Centrale del Latte, a Genova si chiude

Roma - La Parmalat ha deciso di chiudere tre stabilimenti in Italia - a Genova, a Villaguardia (in provincia di Como) e a Cilavegna (in provincia di Pavia) - ma si è detta «pronta» a mettere in atto d’intesa coi sindacati un piano sociale per «limitare l’impatto occupazionale»: dei 123 esuberi a livello nazionale (una sessantina nel solo capoluogo ligure), 80 potranno essere ricollocati all’interno dell’azienda.

Continua qui

Sul telefonino Internet batte gli Sms

L'Agcom certifica un sorpasso storico: le spese per il mobile balzano del 17,7%

In un'era ormai preistorica si usavano solo per telefonare, poi c'è stato il boom degli Sms, adesso è Internet a farla da padrone. I telefonini, nell'accezione più ampia che comprende anche Smartphone e Tablet, vengono ormai utilizzati più per navigare sul web che per inviare messaggi. La conferma ufficiale, suffragata dai dati, di abitudini di consumo ormai sotto gli occhi di tutti arriva dalla Relazione annuale dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, che nonostante il boom dei nuovi dispostivi descrive comunque un mercato non immune dalla crisi generale.

Continua qui

Raiuno, tutto da rifare

Crollano gli ascolti della rete ammiraglia: chiude Frizzi, in bilico "Affari tuoi". Il direttore Mazza incolpa Leone e le sue scelte. Ora si punta su Benigni  e Carrà.

MICHELA TAMBURRINO
Torino
Siamo agli stracci. Se invece si preferisce un eufemismo garbato, si può dire che tra il direttore di Raiuno e il direttore Intrattenimento Rai tira brutta aria. Mazza vs. Leone per una confusione di competenze e di responsabilità «non più tollerabile». A Torino per il Prix Italia, Mauro Mazza non usa mezzi termini quando gli si chiede conto e ragione della morìa di ascolti che affligge la sua rete.

Continua qui

 

Strage in autostrada, 4 morti e 6 feriti

Tamponamento fra tir all'alba sulla A23 Udine - Tarvisio

Quattro persone sono morte e sei sono rimaste ferite, alcune gravemente, in un incidente stradale avvenuto questa mattina intorno alle 6.15 sull'A23 Udine-Tarvisio in località Pontebba.

E' successo nel tratto compreso tra Ugovizza e Pontebba in direzione Udine, al km 93. L'autista di un tir secondo quanto ricostruito dalla polizia stradale ha tamponato un furgone con a bordo nove persone. Il camionista è morto durante il trasporto in ospedale. Le altre tre vittime, tutti stranieri, viaggiavano a bordo del furgone. Altre cinque persone, che erano sul furgone, sono rimaste gravemente ferite mentre una è illesa.    

Continua qui

giovedì 20 settembre 2012

Gavi mette il vino nel motore

Gavi (Al)- Le vinacce, gli scarti della produzione di vino, generalmente sono destinati alle distillerie, che poi ne ricavano grappa. Da questa vendemmia le vinacce delle uve cortese serviranno a produrre biogas e quindi energia elettrica. «Abbiamo fatto una prova lo scorso anno» racconta il tecnico agronomo gaviese, Davide Ferrarese, che in collaborazione con un piccolo produttore di biogas di Pozzolo Formigaro, hanno tentato la sperimentazione lo scorso anno con modeste quantità di vinacce. 

Continua qui

Concorsone, pronto il bando Le novità su requisiti, prove e punteggi

Dopo gli ultimi aggiustamenti seguiti agli incontri con i sindacati, fissate le regole per il ritorno del concorso a cattedra, che saranno pubblicate lunedi prossimo. Parteciperanno, secondo il ministero dell'Istruzione, circa 160mila candidati per 11.542 posti. Ma c'è chi è pronto a ricorrere al Tar

di SALVO INTRAVAIA

ROMA - La grande attesa sta per finire: il bando che segna il ritorno del concorso a cattedra nella scuola, dopo quasi tre lustri di silenzio, sarà pubblicato lunedi prossimo, risultato degli aggiustamenti apportati e degli ultimi incontri con i sindacati, ma sono già emersi i dettagli in merito a requisiti d'ammissione e prove. Saranno circa 160 mila i partecipanti al "concorsone", che si contenderanno 11.542 cattedre di ogni ordine e grado, sostegno compreso.  Ma c'è chi ha già pronto il ricorso al Tar per stoppare lo svolgimento della selezione.  


Continua qui

Caso Lazio, Pdl a rischio scissione vertice Berlusconi-Gasparri-La Russa

Il caso Lazio ha fatto esplodere nuovi scontri all'interno del partito. Pressing di Berlusconi per convincere Renata Polverini a non dimettersi. Tregua tra ex An e ex Forza Italia

ROMA - Il Pdl è nella tempesta. Lo scandalo del Lazio, quell'"abisso di perdita di moralità, di credibilità, d'immagine" (parole di Renata Polverini, la presidente della giunta tentata dalle dimissioni 1) contribuisce a scuoterlo dalle fondamenta e rischia di dare il colpo finale a un partito lacerato da una guerra di tutti contro tutti.

I malumori degli ex An. Questa sera a Palazzo Grazioli si è svolto un vertice tra Silvio Berlusconi e gli ex An Ignazio La Russa, Maurizio Gasparri e Giorgia Meloni. Presente anche il segretario del Pdl Angelino Alfano. Sul tavolo l'ipotesi di uscire dal Pdl e dar vita a un movimento di destra autonomo. Contatti in corso anche con Francesco Storace per una reunion di ex An. Arrivando alla riunione La Russa ha detto solo: "Siamo qui per trovare il modo migliore di vincere le elezioni". E un modo, appunto, potrebbe essere quello di "spacchettare" le diverse anime di quello che fino ad oggi è stato il Pdl.  

 

Continua qui 

 

Fondi Pdl, l'inchiesta accelera. Fiorito ascoltato per 7 ore dai pm

 

Polverini, prima i tagli poi le dimissioni il capogruppo Battistoni lascia l'incarico

 

 

mercoledì 19 settembre 2012

Crisi, 1 su 3 cittadini vive con mamma. E gli italiani riscoprono i "fornelli"

Da un'analisi della società emerge che cresce l'importanza del welfare familiare. Fra i giovani fra i 18 e i 29 anni quasi i due terzi vivono con i parenti ma la tendenza riguarda anche età comprese tra i 30 e i 65 anni. Torna il piacere della cucina a casa: le donne passano 21 giorni l'anno preparando pasti.

 

ROMA - La crisi ha attivato la rete di protezione familiare caratteristica dell'identità nazionale con un terzo degli italiani (31%) che abita con la propria mamma, una percentuale che sale al 60,7 per cento se si considerano i giovani tra i 18 e i 29 anni. E' quanto emerge dal rapporto Coldiretti/Censis "Crisi: vivere insieme, vivere meglio", dal quale si evidenzia che se coabita con la madre il 31% degli italiani, il 42,3% ha comunque la madre che abita a un massimo di trenta minuti dalla sua abitazione. Inoltre - continuano Coldiretti/Censis oltre la metà degli italiani (54%) ha i propri parenti stretti residenti in prossimità, a un massimo di mezz'ora a piedi della propria abitazione.

 

Continua qui

Tragico errore a caccia: il padre uccide il figlio

Erano da poco entrati nel bosco quando l'uomo sarebbe inciampato e dal fucile è partito un colpo che ha colpito in pieno e ucciso il figlio di 32 anni

FIESOLE - Erano da poco entrati nel bosco quando sarebbe inciampato e dal suo fucile è partito un colpo che ha colpito in pieno e ucciso il figlio di 32 anni. L'incidente di caccia è successo questa mattina, intorno alle 5.30, nei boschi di Fiesole, in provincia di Firenze, in località Bagazzano. La vittima, Lorenzo Cerbone, era residente a Firenze. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Fiesole ed il 118.  

Continua qui

Lignano, parla Lisandra:«Gli disse: Reiver, lasciaci stare. E mio fratello ha perso la testa...»

Il racconto della ragazza:«Ho preso il coltello e li ho uccisi
Ho sgozzato prima Burgato e poi la moglie»

UDINE - «Poi il signor Burgato ha detto "Reiver, lasciaci stare" e allora mio fratello ha perso la testa perché aveva fatto il suo nome e ha iniziato a picchiarlo. Sentivo dei colpi contro il muro...». Lisandra Aguila Rico racconta così la follia omicida, il momento cioè in cui i due giovani cubani incensurati si sono di colpo trasformati in spietati assassini, capaci di accoltellare a morte gli anziani coniugi fino a sgozzarli. Paolo Burgato aveva riconosciuto Reiver Laborde Rico, il fratellastro ventiquattrenne di Lisandra, e dicendolo ha firmato la sua condanna. 


Continua qui

Usa, i lupi sono tornati e si riapre la caccia


Un esemplare di lupo fotografato nel parco di Yellowstone, nella zona delle Montagne Rocciose (Fonte: www.alamy.com)

Via libera negli Stati Uniti, ma gli animalisti insorgono

Paolo Mastrolilli
inviato a New York
Basta ballare con i lupi, adesso si torna a sparare. In teoria è una notizia buona, perché significa che questi animali non sono più in via di estinzione, almeno negli Stati Uniti. In pratica, però, la decisione di riaprire la caccia in molte regioni del Paese sta già scatenando le polemiche.

Il rapporto tra uomini e lupi è complicato da sempre, anche senza scomodare Cappuccetto Rosso. In America, però, è stato a lungo una questione di sopravvivenza. Il mito tramandato dal secolo scorso ci ha insegnato che gli immigrati in cerca della nuova frontiera avevano tre grandi problemi da superare: le difficoltà climatiche, risolte con l’aria condizionata, le case in muratura riscaldate, e i moderni mezzi di trasporto; la convivenza con chi era arrivato prima, imposta agli indiani attraverso la guerra; e la competizione con le forze della natura, tipo orsi, serpenti, bisonti e appunto lupi, che era impossibile rinchiudere nelle riserve con i convincenti argomenti delle armi prima, e dei trattati di pace poi. Per questo genere di nemici, quindi, erano rimaste solo le armi: «Un secolo fa - ha detto al “Washington Post” Jamie Rappaport Clark, presidente dell’organizzazione Defenders of Wildlife - noi americani combattemmo contro i lupi per il dominio del territorio. Vincemmo. Ora dobbiamo trovare il modo di equilibrare le esigenze della natura con quelle degli uomini».

Continua qui

Mercato dell'auto, estate in rosso E i dati dell'Italia deprimono Fiat

A Luglio -7,5% e ad agosto -8,5%

Torino
Estate tinta di rosso per il mercato europeo dell’auto. Non si interrompe infatti la serie di chiusure negative che, ormai da 11 mesi, funestano le vendite di nuove automobili. Dai dati diffusi stamane dall’Acea emerge che ad agosto il calo nei 27 Paesi Ue più quelli Efta è stato dell’8,5% a 722.483 unità, mentre a luglio il mercato è sceso del 7,5% a 972.860 unità. Tra i cinque principali mercati dell’auto in Europa l’Italia si è confermata fanalino di coda sia a luglio sia ad agosto, con immatricolazioni in flessione rispettivamente del 21% a 109.452 unità a luglio e del 20,2% a 56.447 ad agosto. Un dato che, sottolinea in una nota Fiat, è stato il principale fattore di depressione delle vendite del Lingotto in Europa, scese ad agosto del 17,7% a 37.687 unità e a luglio del 16,4% a 63.146 unità. In calo anche la quota di mercato di Fiat Group Automobiles, che ad agosto si è fermata a al 5,2% (dal 5,8% di un anno fa) e a luglio al 6,5% (dal 7,2%).

Continua qui

martedì 18 settembre 2012

2012, la fuga dei tifosi la "fede" è finita

2012, la fuga dei tifosi la "fede" è finita
Coreografia dei tifosi del Napoli
I risultati di un'indagine Demos Coop. Scandali, calciopoli, crisi economica, errori degli arbitri: così l'area degli appasionati in tre anni è crollata del 13%. Sempre pronti però a tifare contro. La Juve prima anche per antipatia, in crescita Napoli e Roma di ILVO DIAMANTI

La mappa del tifo in Italia sta cambiando in fretta e in modo profondo. Dal punto di vista dell'estensione e dei confini. Lo mostra, con chiarezza, il sondaggio di Demos-Coop presentato oggi nelle pagine di Repubblica.

Continua qui

Dalla luce ai telefoni, il mercato fa flop "Cambiare operatore ormai è una stangata"

Costi extra e ostruzionismo, migliaia di denunce. Le Authority: basta con i trucchi. Nel settore dell'energia sono in aumento pratiche commerciali illecite e aggressive. Per l'Adsl la spesa incide fino al 10% sul risparmio di chi sceglie la tariffa più bassa

di AGNESE ANANASSO

LUCE, gas, telefono e Internet. Scegli tu l'operatore che vuoi, come e quanto pagare. Come comprare un bel vestito. È l'ultima frontiera della concorrenza. Una dogana più che altro, dove c'è un dazio da pagare, che, in teoria, doveva essere eliminato dal decreto Bersani sulle liberalizzazioni del 2007, ma che sta ancora lì. Non sulla carta, ovvio, sarebbe illegale, ma di fatto sì.

Secondo un'indagine del sito specializzato sostariffe.it ci vogliono dai 40 ai 50 euro per cambiare un operatore Adsl e dai 60 ai 78 euro per cessare definitivamente il servizio. Un costo che incide per il 10% sul risparmio che si avrebbe nel primo anno scegliendo il gestore più conveniente. Un peso importante se si considera che il 35% dei clienti migra proprio per risparmiare. Tanti sono ancora i casi, soprattutto nella telefonia fissa, in cui non viene rispettata l'offerta proposta e quando si decide di rescindere il contratto iniziano i guai, con conguagli inesistenti e spese ingiustificate. L'Agcom, garante delle Comunicazioni, conferma che le denunce per problemi nel passaggio di operatore sono in aumento (784 su 3.224, pari al 24%); l'altra motivazione principale riguarda problematiche legate al contratto in sé (1.046, pari al 32,4%).


Continua qui

lunedì 17 settembre 2012

Polverini: "Tumore da estirpare, come il mio. Catastrofe simile all'alluvione di Firenze"

La governatrice parla in consiglio regionale. Aveva chiesto una "pulizia" interna al gruppo e le dimissioni del nuovo presidente dei consiglieri. I pidiellini sarebbero intenzionati a non cacciare nessuno e in cambio promettono appoggio sulla drastica riduzione dei tagli voluta dal numero uno della Pisana. Ma il capogruppo potrebbe dimettersi tra oggi e domani dalla carica. SeL è pronta a lasciare le Commissioni. Storace: "Consiglierò alla governatrice di dimettersi". Intanto vertice in Procura sull'inchiesta: Fiorito disposto a farsi interrogare

 

Continua qui

Anziani uccisi a Lignano, un fermo

Sarebbe una sudamericana

Lignano
Una donna è stata fermata dai Carabinieri nell'ambito delle indagini sull'omicidio degli anziani coniugi a Lignano. Secondo quanto si è appreso da fonti investigative, si tratterebbe di una sudamericana da tempo residente a Lignano.

Continua qui

Lignano, omicidio per rapina confessa giovane cubana


 

Lezioni al via, ma non per tutti oltre 24 mila le cattedre vacanti

Tante sono le supplenze ancora da assegnare ai precari a causa del ritardo con cui il ministero ha comunicato agli uffici decentrati la ripartizione per le immissioni in ruolo e degli organici ridotti degli uffici stessi

di SALVO INTRAVAIA

Lezioni al via con migliaia di cattedre vacanti. In questo tormentato inizio d'anno scolastico, sono 24 mila le supplenze ancora da assegnare ai precari. L'avvio - che domani si completa col suono della prima campanella in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Puglia e Sardegna - è stato finora all'insegna delle cattedre vuote. Insomma: alunni in classe in attesa che i provveditorati agli studi - che hanno cambiato per l'ennesima volta denominazione e adesso si chiamano Ambiti territoriali - nominino gli insegnanti.  

Continua qui

domenica 16 settembre 2012

Nubifragio si abbatte sulle Eolie. Lipari devastata dalla pioggia

Nubifragio si abbatte sulle Eolie Lipari devastata dalla pioggia / 1
Una pioggia torrenziale si è abbattuta sulle Eolie, mettendo in ginocchio le isole dell'arcipelago. I danni piuù gravi a Lipari, dove la scuola media si è allagata. Gli alunni si sono rifugiati al primo piano dell'edificio. Nella zona di Canneto il torrente in piena ha sommerso una decina di auto. Diverse le strade allagate. Il sindaco Marco Giorgianni ha richiesto l'intervento di diverse ditte locali per cercare di superare l'emergenza. Interventi sono in corso non solo a Canneto. Mobilitati i vigili del fuoco, protezione civile, vigili urbani, carabinieri, operai comunali e volontari. La "bomba" d'acqua ha danneggiato anche parte delle mura del Castello di Lipari. Infiltrazioni che stanno letteralmente sgretolando le mura portanti. Se dovessero franare, anche in parte, sarebbe un disastro: ai piedi del castello vivono decine di famiglie per non parlare del danno sotto il profilo culturale e storico. All'interno del castello infatti oltre al museo sorgono antiche chiese e tombe dell'età neo-paleolitica. Un nubifragio come questo, che per violenza e intensità ha letteralmente flagellato le Eolie, non si ricordava da parecchi decenni (Luigi Barrica)

GUARDA LE ALTRE FOTO

Il film si intitolava "Innocence of Bin Laden" "Doveva essere un'esca per i terroristi"

Nuovi particolari sulla genesi del video-scandalo che sta provocando rivolte anti-occidentali in tutto il mondo musulmano. Il piano delirante dei suoi autori era di attirare, con un numero di telefono su una locandina, militanti qaedisti in California. "Ma non si presentò nessuno", dice ora un complice dell'autore. Il cast e il regista pescati negli ambienti del porno. E intanto in Tunisia la protesta convoglia fanatismo religioso e criminalità

di DAVID DUPONT

TUNISI - Gli scontri nei pressi dell'ambasciata americana di Tunisi seguiti dalla devastazione e dal saccheggio della scuola americana situata a pochi metri di distanza rappresentano un evidente salto di qualità nelle modalità della protesta religiosa che negli ultimi tempi ha spesso visto in azione gli estremisti salafiti in Tunisia, protagonisti di violente azioni di disturbo contro mostre d'arte e spettacoli teatrali giudicati blasfemi. Ma non erano mai arrivati a questo punto.


Continua qui

Film blasfemo, ancora alta la tensione. Scontri in Egitto, Sudan e Tunisia: 8 morti

sabato 15 settembre 2012

Stangata Imu, ecco quanto pesa la seconda rata

Ma il conto più salato arriverà con il saldo a dicembre

 

Finite le ferie, per tante famiglie è arrivato il momento di mettere mano di nuovo al portafoglio per far fronte al pagamento della seconda rata dell'Imu. Lasciato alle spalle l'acconto di giugno, per i proprietari di una prima casa, se hanno optato per il pagamento in tre rate, arriva la scadenza del 17 settembre. Da una stima effettuata dall'Osservatorio periodico sulla fiscalità locale della Uil Servizio Politiche Territoriali, sui 104 Comuni capoluogo di provincia, la «stangatina» autunnale peserà mediamente 44 euro, con punte di 154 euro a Roma, 142 euro a Milano, 136 euro a Bologna, 110 euro a Rimini, 107 euro a Verona.

 

Continua qui

Fiat, Passera richiama il Lingotto «Serve chiarezza su Fabbrica Italia»

Fornero: «Ho chiesto un incontro a Marchionne». Bersani: «Spettacolo poco simpatico»
Alfano: «Abbandono sarebbe cattiva notizia per il Paese»

 

Prima il pesante comunicato di Della Valle venerdì pomeriggio. Poche ore dopo le accuse al veleno di Cesare Romiti, storico amministratore delegato della Fiat. Adesso le richieste di chiarimento dei ministri. Le strategie manageriali dei vertici della Fiat sono finite sulla graticola di imprenditori e politici.  

 

Continua qui

venerdì 14 settembre 2012

Due fermi per l'agguato ad Adinolfi sono due anarco-insurrezionalisti

La svolta nelle indagini dopo quattro mesi dall'attentato all'amministratore delegato di Ansaldo Energia. I due fermati sarebbero entrambi residenti a Torino e sono già conosciuti alle forze dell'ordine

GENOVA - Dopo quattro mesi, svolta nelle indagini sulla gambizzazione di Roberto Adinolfi, il dirigente Ansaldo ferito a Genova il 7 maggio scorso.  Due appartenenti all'area anarco insurrezionalista sono stati fermati in Piemonte mentre stavano per abbandonare l'Italia.

LE INDAGINI La perizia sulla pistola

Continua qui

giovedì 13 settembre 2012

Colonna d'acqua e tsunami, i test nucleari ripresi da un cameraman

Pat Bradley è un cameraman che ha assistito, alla fine degli anni '50, ad alcuni test nucleari condotti dagli Stati Uniti nel Pacifico vicino alle isole Marshall. La sua testimonianza accompagna le impressionanti immagini delle detonazioni sottomarine nei test Wahoo e Umbrella, del 16 maggio e 8 giugno 1958. Il questo video, pubblicato dal sito AtomCentral http://www.atomcentral.com/, il racconto di Bradley accompagna le immagini terribili della colonna d'acqua, alta quasi 300 metri, e dell'onda generata, che investe la nave posta a poche miglia di distanza. Ci furono tre ondate successive, ricorda Bradley, della quale la terza fu la più alta, che sommersero l'atollo sul quale lui stesso si trovava, costringendolo ad arrampicarsi e rifugiarsi sulle palme per sfuggire allo tsunami creato dalla potenza dell'esplosione.

Il video

Olanda, vittoria per i partiti filo Ue. Crolla l'ultradestra euroscettica

Si rinnovano i 150 seggi della Camera. Il partito liberal-conservatore del premier Mark Rutte (Vvd) ottiene 41 seggi, mentre i laburisti del Pvda si fermano a 39. Probabile un accordo fra i due maggiori partiti. Quindici seggi alla sinistra anti-euro e al Pvv di Wilders


Continua qui

Due navi da guerra Usa in Libia ancora proteste e scontri in Egitto

La decisione dell'amministrazione Obama. Le due navi, due destroyer con 300 uomini a bordo ed equipaggiate con missili Tomahawk, si aggiungono all'invio di 200 marines e all'utilizzo di droni dopo l'attentato al consolato di Bengasi nell'anniversario dell'11 settembre. Nuove proteste al Cairo, YouTube blocca il video in Egitto e Libia

 

Continua qui 

 

Quella irresponsabile parodia del profeta

 

 

 

mercoledì 12 settembre 2012

Le cresce un terzo capezzolo, primo caso al mondo!



Va dal medico perchè pensa di avere una lesione sotto il piede e invece si tratta dii…un capezzolo! Protagonista di questa incredibile storia è una ragazza che mai avrebbe immaginato di essere l’unica al mondo ad avere un terzo capezzolo: quando è andata dal medico ha scoperto questa cosa bizzarra.
L’esame microscopico del derma ha mostrato follicoli piliferi, delle ghiandole eccrine, e ghiandole sebacee. I medici assicurano che è il primo caso al mondo di capezzolo cresciuto su un piede, e le foto sono state pubblicate su un sito specializzato in dermatologia. Assurdo!

Fonte

Libia, attaccato consolato americano Uccisi l'ambasciatore e tre dipendenti

La Casa Bianca conferma la morte del diplomatico, di uno 007 e di due marines e intensifica le misure di sicurezza in tutto il mondo. Obama: "Violenza senza senso". La sede di Bengasi messa a ferro e fuoco nella notte. La scintilla per una pellicola considerata blasfema, realizzata da un ebreo israelo-americano. Attaccata anche l'ambasciata in Egitto.

 

BENGASI - Chris Stevens, ambasciatore americano in Libia, era l'uomo del dialogo: è morto nei pressi del Consolato Usa di Bengasi, insieme a Sean Smith, agente dei servizi segreti e due marines. L'attacco alle sedi diplomatiche americane è stato sferrato nella notte da un gruppo di manifestanti che protestavano contro un film 'blasfemo' sulla vita del profeta Maometto 1, prodotto negli Usa. L'ambasciatore, profondo conoscitore del mondo arabo e inviato speciale presso il Consiglio nazionale transitorio a Bengasi durante la rivolta contro Muammar Gheddafi, sarebbe morto durante l'evacuazione dell'edificio dopo l'incendio: la sua auto forse colpita da un razzo, anche se la dinamica non è ancora molto chiara. 


Continua qui

Fondo salva-Stati, il giorno della verità attesa per la decisione della corte di Karlsruhe

Alle 10 i giudici costituzionali tedeschi dovrebbero annunciare se le norme Ue su Esm e fiscal compact sono in contraddizione con la legge fondamentale della Germania. Un no rischierebbe di far impennare gli spread, facendo tornare l'euro sotto il fuoco della speculazione

 

KARLSRUHE - E' un appuntamento atteso da mesi: questa mattina, dopo le 10, i giudici costituzionali decideranno se le norme decise dall'Unione Europea sul fondo salva-Stati Esm e sul fiscal compact sono o meno in contrasto con la costituzione tedesca. Può sembrare una cosa tecnica, ma le conseguenze di un eventuale no sarebbero molto concrete. Cadrebbe di fatto lo scudo che Bce e governi Ue hanno preparato quest'estate per contrastare la crisi degli spread in Spagna e Italia. Con conseguenze difficili da ipotizzare a priori, ma che sicuramente darebbero nuova linfa alla speculazione e rischierebbero di portare l'euro al collasso. 


Continuq qui

"Manhattan sommersa nel 2050" il grande disgelo minaccia New York

Il cambiamento climatico sta accelerando l'innalzamento del livello delle acque che bagnano la metropoli. Nei prossimi 60 anni un terzo della città potrebbe essere soggetta a inondazioni costanti se non si corre ai ripari. Il sindaco Bloomberg ha già varato alcune misure di prevenzione ma sarà indispensabile fare molto di più  dal nostro corrispondente  FEDERICO RAMPINI

 

NEW YORK  - Accadeva un anno e 2 settimane fa: cessato allarme, l'uragano Irene aveva risparmiato New York. Ce l'eravamo cavata con assalti ai supermercati per le scorte d'emergenza, 370.000 evacuati, migliaia di voli cancellati e tanti turisti bloccati qui alla fine delle vacanze. Ma era stata più la paura del danno. Qualcuno aveva perfino accusato il sindaco Michael Bloomberg di allarmismo. 


Continua qui

martedì 11 settembre 2012

Formigoni: "Ricevuto prestiti da un amico. Non ho ricevute di pagamento"

MILANO - Roberto Formigoni risponde a 'Repubblica' che da mesi chiede al governatore lombardo di esibire le ricevute dei rimborsi a Pierangelo Daccò per le spese sostenute dal mediatore, in carcere per l'inchiesta sulla fondazione Maugeri, per le sue vacanze di Capodanno 2008 e 2009. "Mi sono stati anticipati i soldi per biglietti aerei che poi ho restituito a un amico, senza rilasciare una ricevuta", si difende intervistato da Piero Chiambretti, su 'Radio 2'. "Lei quando riceve un prestito da un amico si fa dare la ricevuta?", chiede al conduttore.

Il presidente di Regione Lombardia poi sostiene di essere vittima di una campagna di stampa "tanto diffamatoria quanto infondata". E al direttore del quotidiano, Ezio Mauro, che "si vanta essere giornalista di specchiata virtù" - sottolinea Formigoni -, consiglia, invece, di indagare sugli "interessi del suo editore Carlo De Benedetti, nel settore della sanità in Lombardia", suggerendo, indirettamente, che vi siano altri motivi dietro la campagna lanciata dal giornale contro di lui.

Continua qui

"Posto fisso" al festival della Fotografia Mario Carbone e Marina Abramovic

"Posto fisso" al festival della Fotografia Mario Carbone e Marina Abramovic  
 
Fino al 10 ottobre il Fotografia Festival Internazionale di Roma, dedicato quest'anno al tema del lavoro, presenta Mario Carbone/Posto Fisso. Marina Abramovic e Ulay a Bologna, 1977: una mostra, curata da Paola Paleari e Paola Scremin, ospitata alla foto-libreria galleria in via degli Ombrellari 25 (Borgo Pio) che rende omaggio al lavoro di un fotografo e regista italiano e a quello di un'artista fra le più significative della scena internazionale. Classe 1924, fotografo di formazione e per passione, Mario Carbone nel 1977, in occasione delle Settimana internazionale della Performance alla Galleria d'Arte Moderna di Bologna seguì e documentò il lavoro concepito da Marina Abramovic con Ulay, suo partner dell'epoca: Imponderabilia, una delle creazioni più note dell'artista serba. I due artisti nudi, si posizionarono l'una di fronte all'altro in un varco del museo. Per oltrepassare questa "porta umana" i visitatori erano costretti a cambiare posizione, rivolgendosi verso uno dei due partner. Il transito del pubblico veniva registrato da una telecamera e ciò permetteva a coloro che avevano appena superato il varco di rivedersi, di osservare la propria reazione suscitata dal contatto con i due corpi nudi. Imponderabilia è dunque un'opera che traccia e registra dal vivo i limiti della comunicazione mettendo in discussione l'idea del posto fisso, appunto.
 
Continua qui

Cade vaso dal balcone. Muore un tredicenne

Cade vaso dal balcone Muore un tredicenne

Un bambino è stato colpito alla testa da un vaso precipitato da un palazzo di via Appia, angolo piazza Re di Roma. Il piccolo, 13 anni, stava camminando con la madre, quando il vaso è caduto e lo ha colpito in testa, lasciandolo privo di conoscenza. I sanitari del 118, intervenuti sul posto, lo hanno trasportato in codice rosso all'ospedale San Giovanni dove è morto in serata.

Fonte 
 

"Forse urtato dal gatto"