sabato 27 settembre 2014

Esplode un vulcanello nella riserva di Agrigento: Due fratellini di 7 e 9 anni morti sotto il fango

Tragedia nel parco di Macalube di Aragona. Inutili i soccorritori. Aperta un’inchiesta

L’area dell’esplosione nella riserva Maccalube ad Aragona-Caldare

Agrigento 
 
Un’esplosione improvvisa, una colonna di fango che zampilla e schizza come se una bomba fosse caduta sul terreno, la collina che frana su stessa. Poi il terrore e le grida dei turisti. È questa la scena avvenuta intorno alle 13 nella riserva naturale di Macalube d’Aragona dove un cosiddetto «vulcanello freddo» è improvvisamente esploso eruttando gas e fango e coinvolgendo una famiglia di Joppolo Giancaxio. Il bilancio è drammatico: una bambina di 7 anni è morta e dopo sei ore i soccorritori hanno recuperato anche il corpo del fratello di 9, mentre il padre, un carabiniere, è riuscito a salvarsi. L’esplosione sarebbe avvenuta in una zona in cui è consentito il passaggio delle persone senza alcuna precauzione. Per le ricerche sono utilizzati anche cani soccorritori.

Continua qui

Il fenomeno geologico dei vulcanelli

Nessun commento:

Posta un commento