venerdì 26 settembre 2014

Ebola, allarme dagli Usa. Anche l'Italia si prepara al contagio.

Secondo i dati in possesso dell'Organizzazione mondiale della Sanità, fino a oggi, l'epidemia ha fatto 2.793 morti

Più di 20mila persone saranno infettate dal virus ebola entro novembre se non si farà nulla per rafforzare le misure di controllo dell'epidemia in Africa occidentale, avverte l'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms).

"Se non vi sarà alcun cambiamento nelle misure di controllo dell'epidemia", a novembre i contagi aumenteranno: 9.939 casi in Liberia, 5.925 in Guinea e 5.063 in Sierra Leone, secondo gli esperti. Secondo i dati in possesso dell'Oms, fino a oggi, l'epidemia di ebola ha fatto 2.793 morti su un totale di 5.762 casi. La Liberia è il Paese più colpito, con 1.578 morti su 3.022 casi. Seguono poi la Guinea, dove sono stati registrati 623 morti su 965 casi, e la Sierra Leone con 584 morti su 1.753 casi.  

Minaccia dell'Isis attacchi con ebola

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento