lunedì 1 settembre 2014

Fra le macerie di Gaza una ricostruzione da 5 miliardi

La vita riprende fra case e negozi distrutti. Ma mancano i grandi donatori

REUTERS
Il minareto distrutto di una moschea a Gaza City

Maurizio Molinari
inviato a Gaza

Nel centro di Gaza City i vestiti da sposa sono tornati nelle vetrine, i soldati di Hamas in divisa verde hanno ripreso a sorvegliare gli incroci e il traffico di camion di beni alimentari in entrata dal valico di Keren Shalom suggerisce che il cessate il fuoco sta mantenendo la promessa sugli aiuti umanitari.

Ma a 6 giorni dall’interruzione del conflitto con Israele il nodo più difficile da sciogliere è la ricostruzione.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento