sabato 27 settembre 2014

Verona, carabiniere sul luogo di un incidente scopre che la vittima è la figlia di 26 anni

La tragedia a Pastrengo. L’uomo è il comandante della sezione locale dei carabinieri.

Un doppio dramma per una famiglia nel Veronese, da una parte una giovane che muore in un incidente stradale, dall’altre il padre, carabiniere, che si reca sul posto per i rilievi e si trova davanti il corpo della figlia.

È ancora notte quando Eleonora Cipriani, 26 anni, di Bussolengo, è alla guida della propria auto. A bordo c’è anche un’amica. Un malore o forse un colpo di sonno e il viaggio si trasforma in tragedia. L’auto sbanda e va a schiantarsi contro un guardrail che sventra l’abitacolo uccidendo all’istante Eleonora. L’amica resta illesa. È quest’ultima a chiamare il Suem 118. Quando il personale sanitario arriva sul posto non può che constatare il decesso della conducente. Poco dopo arriva la pattuglia de i’i carabinieri per i rilievi del caso. Al comando c’è il maresciallo Nicola Cipriani, comandante della stazione di Pescantina: è il padre di Eleonora. Gli basta un attimo per capire.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento