martedì 28 ottobre 2014

Peggioramento del 3 novembre: c'è nuovamente da temere per un evento estremo in Liguria?

Al momento le carte fanno propendere per un nuovo severo episodio di maltempo sulla costa ligure centrale, tra Savona e Genova.

 

 
Ci risiamo, incredibile anche la coincidenza delle date con il 2011. Tra il 3 ed il 4 novembre la Liguria rischia di dover fare i conti con la formazione di un autentico mostro temporalesco autorigenerante, partorito dalla classica convergenza tra Scirocco in risalita dal Tirreno, Tramontana scura in discesa dalle vallate appenniniche del Savonese e Libeccio teso in quota in qualità di alimentatore della convergenza al suolo.

Insomma tra Voltri e Pegli, ma forse anche tra Genova Bolzaneto, Nervi, Pontedecimo, potrebbe scatenarsi davvero un diluvio universale ma è difficile al momento per i modelli collocare esattamente dove andrà a posizionarsi la lingua temporalesca.

Il rischio di un evento importante, speriamo non estremo, però c'è, c'è tutto, senza se e senza ma.

La Tramontana potrebbe uscire allo scoperto un pelo più ad est o un pelo più ad ovest, ma l'aria fresca che sarà presente in Valpadana e nelle vallate appenniniche, come di consueto in simili occasioni, tenderà a tracimare parzialmente verso il mare, lo Scirocco potrebbe arrestare la sua corsa un po' più ad est o spingersi un po' più ad ovest, ma si tratta in fondo di una manciata di km e cambia poco o nulla.

Cambierà un po' certamente anche sapere nel frattempo di quanto si sarà raffreddato il mare: un po' in questi giorni, poi quasi nulla. Chissà se basterà per fare i conti solo con 100mm d'acqua oppure se alcune delegazioni liguri ne dovranno subire 300.

NOTA BENE: questo è attualmente lo scenario peggiore che potessimo descrivere, tuttavia, stante la distanza temporale, ci sono ancora ampie possibilità che l'assetto barico possa cambiare.

Continua qui 

Temporali V-shaped: operazione diluvio!

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento