venerdì 17 ottobre 2014

Torino, alta tensione al corteo degli studenti. Contestazione al vertice europeo sul lavoro

Oggi e domani il summit del Consiglio d’Europa. In piazza Castello lancio di petardi e pomodori contro le forze dell’ordine. La Fiom: “Eccessivo l’uso dei lacrimogeni”.


Torino
Scontri e alta tensione al corteo degli studenti a Torino alla manifestazione di protesta contro il vertice dei ministri europei del Lavoro che si svolgerà oggi pomeriggio e domani al Teatro Regio. Ferito il questore vicario di Torino, Giuseppe Ferrari, dall’esplosione di una bomba carta. Cinque autonomi sono stati fermati, sono in corso le identificazioni di altri antagonisti protagonisti degli scontri. Il primo contatto con le forze dell’ordine è avvenuto nella centrale piazza Castello: i dimostranti, con una mossa a sorpresa, hanno rimosso una parte delle transenne che sbarrano la strada verso il Teatro Regio che oggi ospita il vertice europeo sul lavoro. Poi hanno scagliato pomodori contro le forze dell’ordine che hanno risposto con alcuni lacrimogeni. Esplodono bombe carta tra polizia, carabinieri e antagonisti. È almeno di cinque fermati e di tre persone ferite il bilancio provvisorio degli scontri. Il segretario della Fiom Landini ha finito il comizio, nonostante il tentativo degli autonomi di coprire la sua voce con musica e comizi alternativi.


Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento