lunedì 17 novembre 2014

Altro MALTEMPO colpisce nord, centro, Sardegna e Campania

Correnti da sud ovest con fenomeni dunque più intensi tra Levante ligure, Lombardia, Triveneto, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Sardegna, Lazio e Campania. Martedì residui fenomeni su nord-est e regioni centrali, da mercoledì un po' di alta pressione con tempo discreto, salvo strati bassi o nebbie sulle pianure, dove si presenterà un po' di freddo umido. 

 


 
Donna tratta in salvo dalla corrente del fiume Seveso da un fotografo nel corso di sabato pomeriggio a Milano.

BILANCI:
altre vittime, altre esondazioni, frane, disagi. E' l'Italia di sempre in autunno, stagione che ogni anno ci riserva catastrofi sempre nuove a causa dell'assoluta immobilità di una nazione che da una parte sfida la natura consentendo costruzioni in luoghi impossibili e condonando quelle già presenti, dall'altra si vede bloccata da una burocrazia vergognosa che impedisce interventi celeri di messa in sicurezza delle aree a rischio e sugli alvei di fiumi e torrenti. Appuntamento alla prossima alluvione...

ULTIMO EPISODIO della fase perturbata che ci sta interessando praticamente dall'inizio di novembre. Le correnti questa volta giungono da sud-ovest e i fenomeni andranno concentrandosi in prevalenza tra Levante ligure, centro-est Lombardia, alta Toscana, Emilia, Triveneto e regioni centrali tirreniche, ma anche Sardegna e Campania. Un minimo pressorio al suolo è previsto in rapido movimento dalla Liguria all'alto Adriatico.

TEMPORALI: sono attesi soprattutto tra Tigullio e Spezzino in Liguria, su gran parte della Toscana e del Lazio ma anche sul Triveneto nel pomeriggio.


Continua qui

RADAR PIOGGIA 

 Provincia di Alessandria:  

Maltempo in Basso Piemonte, frane e nuovi evacuati

Maltempo verso normalizzazione "ma rii e strade sono al collasso"

Agricoltura in ginocchio: danni alle strutture e campi sott'acqua

I sindaci a Delrio: "siamo andati a bagno tre volte in un mese". Chiesto lo Stato di emergenza e lo svincolo da patto stabilità

In Piemonte:

Agricoltura in ginocchio: danni alle strutture e campi sott'acqua - See more at: http://www.radiogold.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=68834:agricoltura-in-ginocchio-danni-alle-strutture-e-campi-sott-acqua&Itemid=148#sthash.Lt23fuLQ.dpuf

Pella (NO) va sott’acqua, famiglie evacuate e scuole chiuse

Il maltempo mette a rischio i vigneti del Gattinara

Novara, l’Agogna in piena demolisce due argini e devia il suo corso

Il Lago Maggiore è sceso di nove centimetri, ma ora riprende a crescere


Il lago d'Orta a Pella

 

Fine settimana con l'alta pressione? Chiediamolo ai tre TENORI della METEO...

 

 

Nessun commento:

Posta un commento