venerdì 14 novembre 2014

Istat: il Pil cala dello 0,1% nel terzo trimestre e torna ai livelli del 2000

L'economia italiana non cresce dal secondo trimestre del 2011. La discesa congiuturale è la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto in agricoltura e industria e di un aumento nei servizi.In ripresa Francia e Germania

MILANO - L'Italia resta in recessione. Nel terzo trimestre del 2014 il Pil cala dello 0,1% dopo il -0,2% fatto registrare nel periodo aprile-giugno e la variazione nulla nei primi tre mesi dell'anno. Ancora più pesate il dato sullo stesso periodo del 2013: -0,4%. A fine settembre, dunque, la variazione acquisita per l'anno è pari a -0,3%. Con il dato di oggi si allunga la serie negativa dell'economia italiana che ormai non cresce più da 13 trimestri, oltre tre anni: l'ultima dato positivo, infatti, risale al secondo trimestre del 2011.

Continua qui 

Nessun commento:

Posta un commento