lunedì 24 novembre 2014

Sorrisi col cadavere, le immagini dell'infermiera killer.

Daniela Poggiali è in carcere dal 10 ottobre e la procura indaga su altre 38 morti sospette. Secondo l'accusa si diverte davanti a un'anziana appena deceduta 

Pollici alzati, sorriso divertito, bocca aperta a mimare l'anziana signora che giace senza vita sul letto d'ospedale. Sono le foto della vergogna. Lei è Daniela Poggiali, la quarantaduenne infermiera di Faenza arrestata il mese scorso per l'omicidio di una paziente settantottenne ricoverata all'ospedale di Lugo di Romagna (Ravenna). L'avrebbe uccisa con un'iniezione letale di cloruro di potassio, la sostanza killer che viene usata in alcuni Stati per eseguire condanne a morte. E il sospetto della procura è che lo stesso trattamento possa aver riservato ad altri 38 pazienti perché questo è l'abnorme numero di decessi che si è verificato in quattro mesi nel reparto dove lei era di turno.

 

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento