venerdì 19 dicembre 2014

Massacrò di botte la fidanzata, 20 anni di carcere a un 35enne

Roma - Una sentenza accolta tra pianti e applausi. Vent’anni di reclusione per Maurizio Falcioni, il romano di 35 anni che il 4 febbraio scorso ha ridotto in fin di vita la fidanzata Chiara Insidioso Monda, al termine dell’ ennesima lite di gelosia.

Un vero e proprio pestaggio che ha portato la 19enne in coma, uno stato da cui la giovane è uscita solo qualche giorno fa. «Il massimo della pena, giustizia è fatta», il commento del papà della ragazza su Facebook.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento