mercoledì 21 gennaio 2015

Allarme piccolo commercio, rischio desertificazione in oltre 400 comuni piemontes

Confcommercio: i saldi in periferia non decollano, i paesi che non possono contare nemmeno su un negozio di alimentari sono settanta di cui 15 in provincia di Alessandria

 

TORINO

Non solo commercianti in crisi, ma anche intere aree senza nemmeno un minimarket. E mentre in centro con i saldi si torna a battere cassa, le periferie urbane arrancano. Questo il quadro non troppo edificante presentato la settimana scorsa nel convegno organizzato da Ascom dedicato alla «desertificazione commerciale»: in Piemonte i comuni che non possono contare nemmeno su un negozio di alimentari sono settanta. All’elenco dei settanta si aggiungono poi altri 340 paesi considerati «a rischio», perché possono contare appena su una o due attività commerciali. Questi i Comuni della Provincia di Alessandria senza un negozio: Berzano di Tortona, Carrega Ligure, Casasco, Castellania, Fraconalto, Grognardo, Momperone, Mongiardino Ligure, Montacuto, Montecastello, Odalengo Piccolo, Paderna, Pozzol Groppo, Roccaforte Ligure, Villamiroglio.

Continua qui 

Industria, scendono ordini e fatturato

Crisi: -6,6% credito consumo in Liguria in 5 anni

Nessun commento:

Posta un commento