sabato 10 gennaio 2015

Francia, caccia alla compagna complice del killer. Domani a Parigi la marcia con i leader europei

I killer di Charlie Hebdo uccisi vicino all’aeroporto Charles de Gaulle. Il complice assalta un negozio ebraico, ammazza 4 ostaggi e viene abbattuto. Hayat Boumediene in fuga. Nelle scuole delle banlieue difficile far rispettare il minuto di silenzio: «Se la sono cercata»



Dopo la caccia all’uomo, la caccia alla donna. La più ricercata di Francia si chiama Hayat Boumediene, ventiseienne compagna di Amedy Coulibaly, il terrorista abbattuto ieri nel supermercato kosher della porta di Vincennes dove aveva preso in ostaggio i clienti e ne aveva assassinati quattro. Pare definitivamente smentita la notizia che Hayat avesse partecipato con Amedy all’assalto al supermercato, ma senza dubbio la ragazza è in fuga e ricercata in tutta la Francia.

IL RUOLO DELLE DONNE E QUEI 500 SMS
Gli inquirenti hanno scoperto che nel corso del 2014 la donna ha scambiato più di 500 sms con la compagna (già fermata) di Said Kouachi, il maggiore dei due fratelli che hanno perpetrato la strage a «Charlie Hebdo» e sono stati uccisi ieri dalle forze dell’ordine nella stamperia di Dammartin dove si erano asserragliati. Insomma, la «filiera delle Buttes-Chaumonts», dal nome del parco parigino del Diciannovesimo arrondissement frequentato dai fratelli Kouachi e dai loro amici aspiranti martiri dell’Islam, sarebbe anche composta dalle donne.

Continua qui

Al Qaeda rivendica gli attacchi contro la Francia. Allerta globale dell’America sui viaggi all’estero

 

Nessun commento:

Posta un commento