giovedì 15 gennaio 2015

Il papà di Delnevo: «Mio figlio un eroe». Renzi: «Nessuno gli dedicherà un giardinetto»

Roma - «Non è un eroe chi uccide in nome di dio: è blasfemia, una bestemmia uccidere in nome di Dio. Su questo non ci può essere nessuna indulgenza». Così M atteo Renzi su La7 commenta le parole del padre di Giuliano Delnevo, jihadista italiano morto in Siria dove era andato a combattere. «Con il massimo rispetto dico che lui non era un eroe».

Nel corso della trasmissione “Le invasioni barbariche” viene mostrata al premier un’intervista al padre del giovane italiano convertitosi all’Islam: «Chiedo di riavere i resti di mio figlio, mio figlio è un eroe», afferma Delnevo, che definisce gli autori della strage di Charlie Hebdo dei “disgraziati”. 

Continua qui 

Nessun commento:

Posta un commento