mercoledì 7 gennaio 2015

Stranieri “in fuga” da Alessandria: diminuiscono anche i cinesi. Fra i profughi accolti 8 dalla Siria

La comunità più numerosa è quella dei romeni (3.243), secondi gli albanesi mentre sono calati i marocchini

Alessandria 
 
Prima c'erano molti cinesi, ma non si vedevano. Ora che ce ne sono di meno, si sa dove trovarli. Paradossi della statistica nei dati sulle presenza straniere in città ad Alessandria: dai numeri del Comune risulta che sono aumentate le attività gestite da chi arriva dall’Est del mondo, ma l’anagrafe svela che in realtà i cinesi in città sono diminuiti. Di poco, ma è così: erano 681 alla fine del 2013, sono 674 alla fine del 2014. E viene da chiedersi se gli impiegati dell'ufficio di Palazzo Rosso siano passati di recente dall’altro lato di piazza della Libertà dove i bar in mano ai cinesi ormai non si contano più. 

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento