venerdì 30 gennaio 2015

Un italiano su due non arriva a fine mese e il 40 per cento vorrebbe tornare alla lira

Nel rapporto Eurispes per il 2014 il ritratto di un paese sempre più povero e pessimista: oltre la metà degli intervistati vorrebbe emigrare e sempre più famiglie per tirare avanti si rivolgono ai genitori. Fiducia solo in Papa Francesco ma favorevoli all'eutanasia

MILANO - Sfiduciati, impoveriti e sempre più pessimisti: uno su due denuncia di non riuscire ad arrivare a fine mese, stessa percentuale per chi vorrebbe emigrare all'estero e addirittura al 40 per cento la quota di chi vorrebbe uscire dall'euro per tornare alla lira. E' il ritratto degli italiani che emerge dall'ultimo rapporto Eurispes riferito all'anno che si è appena concluso. Un racconto impietoso del grande freddo che si è abbattuto sul nostro paese, alle prese con la peggiore recessione di sempre. 

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento