martedì 3 febbraio 2015

Is mostra in video il pilota giordano arso vivo. Amman giustizierà Sajida al-Rishawi

Lo Stato Islamico aveva proposto lo scambio: la vita di Muad Kasasbeah per la liberazione dell'aspirante kamikaze, che secondo media arabi ora sarà uccisa assieme ad altri cinque terroristi in carcere. Amman: il pilota è morto il 3 gennaio. Re Abdallah interrompe la visita negli Usa. Obama: "Brutalità Is rafforza la nostra determinazione"

NEW YORK - Lo Stato Islamico ha diffuso un video per mostrare al mondo la sua determinazione nello spingere sempre oltre la soglia dell'orrore. Nel filmato viene esibita, con l'ormai consueta e macabra cura della sceneggiatura, la tragica fine del pilota giordano Muad Kasasbeah: bruciato vivo in una gabbia, poi ricoperto di macerie. Appresa la notizia, Re Abdallah di Giordania ha interrotto la sua visita negli Stati Uniti e sta rientrando in patria. Per il presidente americano Barack Obama, il video dell'uccisione del pilota giordano, la cui autenticità non è ancora stata accertata, è un'indicazione della "brutalita" dell'Is e rafforza la "nostra determinazione" a sconfiggere il Califfato.

Continua qui

Isis, ateneo Al Azhar: “Assassini del pilota meritano di essere uccisi o crocifissi”

 

Nessun commento:

Posta un commento