mercoledì 4 marzo 2015

Immigrazione, dieci morti nel Canale di Sicilia. L’Ue accelera: “Ora basta con lo scaricabarire”

Un gommone carico di profughi si rovescia, 1000 soccorsi ieri. Commissione Ue: «Pronti a parlare con tutti per contrastare il fenomeno e se sono dittatori non significa legittimarli»

Un gommone carico di immigrati si è rovesciato nel Canale di Sicilia. Dieci cadaveri sono stati ripescati dall’equipaggio della nave «Dattilo» della Guardia costiera, che li sta trasportando nel porto di Augusta, nel Siracurano, insieme a 500 profughi tratti in salvo anche in un altro intervento di soccorso. Altri 121 stranieri sono stati soccorsi da dal rimorchiatore “Occ Cougar”, in servizio nelle piattaforme petrolifere libiche, che si è diretto a Pozzallo. La Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta per naufragio e omicidio plurimo colposi. 

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento