lunedì 9 marzo 2015

Uccide agricoltore e poi si spara. Una tragica lite per motivi di lavoro

Un muratore 35enne di Scaldasole ha ucciso il 60enne nella sua azienda di Sannazzaro, sparandogli mentre era sul trattore. Poi è andato al cimitero di Scaldasole e si è tolto la vita


SANNAZZARO (PV)
Doppia tragedia tra Sannazzaro e Scaldasole. Matteo Zanini, 35 anni, muratore, residente a Scaldasole, intorno alle 13 ha prima ucciso Maurizio Varesi, 60 anni, agricoltore della frazione Buscarella di Sannazzaro, e qualche ora dopo si è tolto la vita. Il suo corpo è stato trovato vicino al cimitero di Scaldasole.

Alla base del tragico episodio potrebbe esserci una lite per motivi di affari. Il muratore stava eseguendo dei lavori  nell'azienda della vittima, a proposito dei quali sabato aveva avuto un violento alterco con il proprietario. La discussione era finita tra gli insulti. Zanini è così tornato il giorno dopo da Varesi e lo ha ucciso con alcuni colpi di fucile da caccia, esplosi a pochi metri di distanza mentre l'agricoltore si trovava nella cabina del trattore.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento