venerdì 3 aprile 2015

Bullismo in gita, 14 sospesi. Le mamme: scuola esagerata, il castigo è eccessivo

A Cuneo il caso in un liceo: ragazzo denudato, deriso e “addobbato con delle caramelle. I genitori: perderanno l’anno. La preside replica: “Non era uno scherzo, l’episodio è grave”


Cuneo
Gita scolastica a Roma. È notte. Quindici studenti si danno appuntamento in una delle stanze d’albergo all’insaputa dei professori. Ci sono maschi e femmine, hanno 15 e 16 anni. Giocano, discutono, ridono. Uno di loro viene preso di mira: battute, vestiti che volano e, quando è nudo, la rasatura dei peli. Spuntano le caramelle, i marshmallow, utilizzati come addobbo indecoroso sul ragazzo che è sdraiato sul letto. Lui è stanco, forse hanno bevuto, vuole essere lasciato in pace. Uno dei compagni utilizza il cellulare della vittima e inizia a filmare. La scena non dura molto ma, al ritorno a Cuneo, la ripresa inizia a circolare in tante classi del liceo, finisce tra le mani di un professore e dei genitori del ragazzo. 

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento