giovedì 23 aprile 2015

Giovanni Lo Porto ucciso da raid Usa al confine tra Pakistan e Afghanistan

A riferirlo è la Casa Bianca, che spiega come nell'attacco contro al Qaeda, avvenuto lo scorso gennaio, abbia perso la vita anche l'americano Warren Weinstein. Wall Street Journal: "Operazione condotta con drone della Cia". E sarebbe la prima volta in cui il dispositivo utilizzato per fini militare uccide un ostaggio. Obama: "Ieri ne ho parlato con Renzi. Mi assumo la piena responsabilità di quanto successo"

Ucciso “per errore” da un raid Usa. Il cooperante italiano Giovanni Lo Porto ha perso la vita in un’operazione antiterrorismo americana contro al Qaeda, avvenuta al confine tra Pakistan Afghanistan lo scorso gennaio. Oltre a lui, ha riferito un comunicato della Casa Bianca prima della conferenza stampa di Barack Obama, è stato ucciso anche un ostaggio americano, Warren Weinstein, 72 anni. Secondo quanto riporta il Wall Street Journal citando fonti dell’amministrazione di Washington, l’operazione è stata condotta con un drone della Cia e si tratterebbe del primo episodio – quanto meno del primo reso pubblico – in cui il dispositivo utilizzato per fini militari uccide accidentalmente un ostaggio.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento