venerdì 17 aprile 2015

Uccide moglie e figlia a Pordenone: piccola uccisa con rasoiata

Pordenone, 16 apr. - Un taglio unico, una sola rasoiata letale alla gola, opera di una perizia definita "stupefacente". E' quanto compiuto da Abdelhadi Lahmar, cittadino marocchino di 40 anni, sulla figlia di quasi 7 anni, Hiba, passata dal sonno alla morte senza accorgersene. E' l'esito dell'esame autoptico eseguito dall'anatomopatologo Lucio Bomben che ha invece determinato come la mamma, Touria Errebaibi, sia stata uccisa con una decina di colpi di accetta al volto e al capo, sferrati con incredibile brutalita' e accanimento. Gli esami sono cominciati alle 14 e sono terminati dopo le 20. Secondo quanto si e' appreso, tutti i colpi inferti alla donna sono stati potenzialmente mortali. Dai rilievi sarebbero anche emerse contusioni e segni di percosse recenti. Non sono state invece riscontrate tracce di violenza sessuale e la donna non era incinta. Nelle prossime ore Bomben consegnera' i verbali dell'esame alla Procura che dovra' convalidare l'arresto dell'assassino. (AGI) 

Vai sul sito di AGI.it

Nessun commento:

Posta un commento