martedì 12 maggio 2015

Meteo a 7 giorni: maggio "birichino", si passerà dal CALDO al FREDDO...

Mercoledì e giovedì ancora soleggiato e caldo su gran parte del Paese, ma con i primi temporali pomeridiani lungo le Alpi. Venerdì pesante maltempo al settentrione, coinvolta anche la Toscana; tra sabato e domenica fenomeni in trasferimento dapprima al centro e infine sul meridione. Vistoso il calo delle temperature su tutto il Paese. Da lunedì qualche giorno tranquillo prima di nuovi possibili cambiamenti.

 


Siamo vicini ad un cambiamento del tempo sostanziale, preceduto da una piccola vampata calda, che tra mercoledì e giovedì farà ulteriormente salire le temperature, specie nelle zone interne lontane dal mare.

Il vortice freddo in quota in arrivo dalla nottata su venerdì al nord è una delle situazioni potenzialmente più perturbate che possano capitare nel mese di maggio, perchè finiscono per scavare anche minimi al suolo che esaltano la fenomenologia e favoriscono venti incrociati alle varie quote che non fanno altro che aumentare il rischio di fenomeni particolarmente intensi.

Venerdì al nord si attendono localmente anche oltre 100mm di accumulo, mentre da sabato tutta la figura depressionaria, ormai tecnicamente barotropica, cioè con il minimo al suolo ormai sovrapposto a quello in quota, dunque meno potente, si porterà verso il centro, recando altre precipitazioni, prima di terminare la sua corsa sul meridione, dove insisterà sino a domenica pomeriggio prima di colmarsi.

Ad accompagnare questo vortice una massa d'aria nettamente più fresca di quella che attualmente giace: da qui la possibilità che possano scatenarsi fenomeni di forte intensità, soprattutto al primo contrasto tra le masse d'aria, dunque già nella serata di giovedì o nelle prime ore del venerdì per quel che riguarda nord e Toscana, soprattutto sabato per quel che riguarda il centro, mentre al sud i fenomeni più intensi sono comunque attesi per domenica.

Non mancherà nemmeno il ritorno della neve sulle Alpi attorno ai 1700m e in Valpadana nella serata di venerdì si potrebbe scendere persino attorno ai 10°C.

Da lunedì comunque l'anticiclone tornerà ad espandersi un po' ovunque, assicurando bel tempo sino a mercoledì 20 maggio, nell'attesa che una nuova saccatura si inserisca al nord a ricordarci ancora una volta che siamo in primavera e non in estate.

SINTESI PREVISIONALE SINO A MARTEDI 19 MAGGIO:

mercoledi 13 maggio: bella giornata ovunque con temperature pomeridiane estive, specie all'interno. Nelle Alpi nel pomeriggio formazione di cumuli con rovesci isolati a sfondo temporalesco, specie sui settori centro orientali.

giovedì 14 maggio: al nord nuvolaglia irregolare con brevi rovesci a ridosso dei rilievi ma tante schiarite in pianura, in serata netto peggioramento con temporali sparsi, qualcuno anche forte ed accompagnato da locali grandinate. Nubi in arrivo anche sulla Toscana, ancora bello e caldo altrove.

venerdì 15 maggio: maltempo anche severo al nord con piogge e temporali, neve sulle Alpi oltre i 1700m, sensibile calo delle temperature e giornata piuttosto fredda per la stagione. Instabile con rovesci o brevi temporali anche sulla Toscana, parzialmente nuvoloso su Umbria ed alto Lazio con isolati rovesci, bello altrove, caldo al sud. Ventoso al nord e sulla Toscana.

sabato 16 maggio: ritornante occlusa sul settentrione con nuvolaglia irregolare e qualche pioggia o piovasco possibile, specie a ridosso dei rilievi e sui settori centro-orientali, migliora sul nord-ovest nel corso della giornata. Forte instabilità al centro con rovesci sparsi e qualche temporale, specie tra Umbria, Lazio e Sardegna; sulla Campania nubi e locali rovesci, nuvolaglia sul resto del sud con deboli piogge sparse possibili, temperature in calo al centro-sud, in lieve aumento al nord.

domenica 17 maggio: bel tempo al nord e sulle centrali tirreniche, nubi residue sul medio Adriatico con isolati rovesci in Abruzzo, ma con tendenza a miglioramento, instabile al sud con rovesci e temporali sparsi, localmente forti, ventoso e fresco al sud, temperature in aumento altrove.

Continua qui 

Meteo a 15 giorni: nuovo peggioramento alle soglie della terza decade di maggio?

 

 

Nessun commento:

Posta un commento