lunedì 4 maggio 2015

Scontri a Milano, arrestato giovane di Vignole

A un trentenne del paese sarebbero contestati i reati di “resistenza aggravata” e di “porto di armi improprie”. Oggi l'interrogatorio di garanzia davanti al gip del capoluogo lombardo. Il vignolese non farebbe parte di alcun movimento organizzato di protesta

VIGNOLE BORBERA (AL) – È originario di Vignole Borbera l’alessandrino arrestato insieme ad altre quattro persone, la scorsa settimana, dopo le violenze dei black bloc a Milano. A D. P., 32 anni, sarebbero contestati i reati di “resistenza aggravata dall’uso di armi, come mazze, bastoni, pezzi di cemento, e dal numero di persone coinvolte” e di “porto di armi improprie”.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento