martedì 12 maggio 2015

Triton come Mare Nostrum. Soccorsi a 50 miglia dalle coste

Il piano Ue sulle quote: l’Italia potrebbe ospitare 2000 rifugiati, i tedeschi 2500
 
corrispondente da Bruxelles
Le navi di Triton potranno stazionare su una rotta a 50 miglia dalle coste italiane nelle acque del Mediterraneo per controllare il traffico e salvare altre vite umane. L’agenzia per la vigilanza delle frontiere Ue, Frontex, ha imbastito un’intesa col governo italiano per dare un più ampio spettro di azione alla missione, oltre le attuali 30 miglia. L’orientamento replica il profilo di Mare Nostrum, l’operazione chiusa in autunno perché accusata di «attirare i migranti». Si ritiene anche di ampliare il mandato al «search & rescue» (ricerca e salvataggio) considerata una svolta importante. I leader Ue sono favorevoli; i tecnici di Frontex, a cui tocca la delibera, ritengono che si possa e si debba fare.

Continua qui
 

Onu, Mogherini: ‘Distruggere business trafficanti’. Libia: ‘No operazioni militari’

"Inutile bombardare i barconi: i trafficanti userebbero i migranti come scudi umani o li ucciderebbero per rappresaglia in modo da indurre i governi a fermare le operazioni..."

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento