sabato 20 giugno 2015

Austria, lancia il suo Suv sulla folla: tre morti e decine di feriti a Graz

L'uomo soffre di "psicosi con risvolti familiari". Ha minacciato con un coltello gli agenti che l'hanno bloccato. Il capo della polizia locale esclude la matrice terroristica

GRAZ (Austria) - Ha lanciato il suo Suv sulla folla nel centro di Graz, uccidendo tre persone, tra le quali un bambino di tre anni, e ferendone più di 30, alcune in modo grave. Un gesto deliberato, come conferma il fatto che l'uomo ha minacciato con un coltello gli agenti che l'hanno bloccato. Il capo della polizia regionale, Josef Klamminger, ha reso noto che il responsabile ha 26 anni ed è affetto da "una psicosi con risvolti familiari". Esclusa quindi la matrice terroristica: "Nessun fanatismo come movente", ha detto Klamminger.

Secondo la ricostruzione fornita dai mezzi di informazione locali, l'uomo avanzava a velocità folle, tra i 100 e i 150 chilometri orari, e "ha volontariamente" investito i passanti, alcuni dei quali sono stati scaraventati contro le vetrine dei negozi, mentre altri sono stati sbalzati al di sopra del Suv.


Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento