venerdì 5 giugno 2015

"Ci stiamo mangiando Roma". Nelle carte tutti gli uomini al soldo del clan

ROMA - In una saga giudiziaria di cui non si indovina la fine, l'inchiesta "Mafia Capitale" dalla " Terra di mezzo" di Tolkien approda alla " Fattoria degli animali" di Orwell. Per svelare che chi ha avuto in pugno Roma non era il Maiale della profezia. Ma un'insaziabile Mucca, come documentano le 428 pagine dell'ordinanza di custodia cautelare del gip Flavia Costantini che apre le porte del carcere a 44 tra consiglieri comunali e regionali, funzionari pubblici, manager delle cooperative del Terzo Settore. La Mucca politicamente transgenica di Salvatore Buzzi e Massimo Carminati. Perché, come ghigna al telefono il Grande Elemosiniere e Mafioso della "Cooperativa 29 giugno", "'A sai la metafora no? Se vuoi mungere la mucca, la mucca deve mangiare. E l'avete munta tanto. Tanto...". Fino a quando la mucca non si è mangiata tutto e tutti.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento