sabato 27 giugno 2015

Rischio tumori al polo chimico di Spinetta Marengo (AL). L’Arpa: è il più elevato in città

M5S fa riemergere i dati, già utilizzati al processo di Alessandria

ALESSANDRIA 
 
I dati dello studio dell’Arpa sul rischio tumori a Spinetta, che era stato utilizzato al processo Ausimont/Solvay, rimergono grazie alla risposta dell’assessore regionale all’ambiente Valmaggia ad un’interrogazione del Movimento 5 Stelle. La relazione Arpa consegnata all’assessore fa tutta la storia delle indagini epidemiologiche sull’area: dallo studio del ’97, al progetto Linfa del 2006, da quello sulla mortalità nelle circoscrizioni del 2009 fino appunto a quello sui residenti di Spinetta, redatto su incarico della Procura impegnata nel processo.

Tredici anni di ricoveri
Per quest’ultimo sono stati presi in considerazione i ricoveri in ospedale tra il 1° gennaio 1996 e il 30 giugno 2009. «In generale dall’analisi emergono eccessi di rischio» per diversi tipi di tumori. Quelli all’apparato digerente superiore registrano un «eccesso di rischio del 15/20%» nelle donne. E sempre per il sesso femminile un eccesso tra il 50/70% dei tumori allo stomaco. Ma addirittura del 58/174% per quelli dell’apparato digerente e del peritoneo, in entrambi i sessi e «direttamente proporzionale alla durata della residenza». Lo studio analizza poi altre patologie: una depressione maggiore tra le donne e un aumento del 20% di malattie cardiocircolatorie in entrambi i sessi.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento