giovedì 30 luglio 2015

Rifiuta il Tso e aggredisce i carabinieri che lo uccidono

Da chiarire la dinamica dei fatti che hanno portato alla morte di Mario Guerra, che ha cercato di sfuggire al ricovero coatto massacrando di botte un militare

Da chiarire la dinamica dei fatti che hanno portato alla morte di un uomo, il 33enne Mario Guerra, che a Carmignano Sant'Urbano ha cercato di sfuggire al ricovero coatto massacrando di botte un militare. Il collega ha sparato due colpi in aria, mentre un terzo si è conficcato mortalmente nel fianco di Guerra.

Secondo quanto si è appreso, sono stati gli stessi familiari della vittima a chiamare il 112 e il 118, segnalando che il parente era fortemente esagitato. Lo riporta Ansa. Un fatto, questo, non nuovo alle forze dell'ordine e ai medici che più volte sono intervenuti in quanto Guerra, conosciuto come persona 'disturbata', quando andava in escandescenza offendeva, malmenava e minacciava la sorella e la madre.

Continua qui 

Nessun commento:

Posta un commento