mercoledì 19 agosto 2015

L’Isis uccide e impicca l’archeologo di Palmira

Damasco - Un archeologo 82enne, Khaled Asaad, è stato decapitato ed appeso ad un’antica colonna dai militanti dell’Isis nella piazza principale di Palmira, storica città della Siria. Lo ha reso noto il responsabile delle antichità siriane Maamoun Abdulkarim, precisando di essere stato informato dalla famiglia della vittima.

L’uomo è stato prima ucciso a coltellate davanti alla folla nella piazza della città. Khaled Asaad è stato per oltre mezzo secolo il responsabile delle antichità del sito archeologico. Era stato arrestato da oltre un mese e sottoposto alle interrogazioni dei militanti sunniti radicali, la corrente ultra ortodossa dell’Islam.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento