martedì 18 agosto 2015

«Pantera di Vobbia, cercate le tracce»

Genova - «Ci vorrebbe almeno un altro avvistamento. Capire quale sentiero prende l’animale, dove si dirige. Così si potrebbero cercare le impronte e scoprire di che specie si tratta. Segnalazioni ne riceviamo di tutti i tipi, stiamo attenti ad ogni chiamata alla quale rispondiamo. Ma salire a Vobbia e cercare una pantera sarebbe come cercare un ago in un pagliaio».

Pietro Ghersi, commissario capo della guardia forestale, è perplesso ma non esclude nulla. Parliamo, ovviamente, della pantera avvistata nelle campagne di Vobbia, località Salata, in valle Scrivia. «Quando abbiamo segnalazioni di pantere avvistate in libertà - dicono ancora alla Forestale - per prima cosa, cerchiamo di capire se qualche circo o qualche parco naturale possa aver denunciato la scomparsa di un esemplare. C’è poi chi le cresce in cattività fuorilegge. Loro non denunciano, chiaramente. Ma se si ha una pantera in casa non si può tenere nel sottoscala. Prima o poi qualcuno si accorge della sua presenza».

Continua qui


Nessun commento:

Posta un commento