venerdì 11 settembre 2015

Un rosso da un milione ipoteca il Salone del libro

Futuro incerto per la manifestazione torinese, la direttrice designata Giulia Cogoli non ha ancora firmato


Torino 
 
Doveva essere un rilancio in rosa, con due donne-manager, Milella&Cogoli, per voltare pagina al Salone del Libro. Oggi, a otto mesi esatti dalla prossima edizione della fiera (12-16 maggio 2016), la situazione è tesissima e i conti sono da profondo rosso.

Quasi un milione di passivo. Il bilancio di previsione del 2015 chiuderà con un «buco» ben più grande di quello che i soci fondatori si aspettavano e rispetto al «rosso» dell’anno scorso, 489 mila euro e il fondo di dotazione eroso, che già Comune e Regione avevano promesso di ripianare (ma i soldi ancora non sono arrivati). 

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento