venerdì 2 ottobre 2015

Usa, strage in un college: almeno 13 morti, ucciso il killer

Ci sono anche 20 feriti. E' successo alll'Umpqua Communitya Rosenburg, in Oregon. E' una delle peggiori tragedie della storia della scuola americana

 


L'ennesima strage in un campus universitario americano. Stavolta è il turno dell'Umpqua Community College a Rosenburg, in Oregon, dove al termine di una sparatoria si contano a terra dai 13 ai 15 morti, oltre a una ventina di feriti, di cui alcuni in gravi condizioni. Quasi tutte le vitime sono studenti, colti di sorpresa mentre stavano facendo lezione in classe.

Per loro nessuno scampo. Il killer - un ragazzo di 20 anni, forse uno studente che frequentava lo stesso campus - è entrato classe per classe. Ogni volta - secondo una prima ricostruzione - ha fatto alzare in piedi le persone all'interno chiedendo loro di che religione fossero. "Ha chiesto loro se fossero cristiani. Se la risposta era sì, gli sparava alla testa, se era no, gli sparava alle gambe", ha raccontato una ragazza. L'omicida è quindi rimasto a sua volta ucciso nel corso dello scontro a fuoco ingaggiato con gli agenti di polizia intervenuti tempestivamente sul posto.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento