martedì 8 dicembre 2015

La Cina rallenta ancora, mercati Ue deboli. Wall Street segue gli sbalzi del petrolio

L'export dell'economia asiatica non mostra segnali di recupero, indebolendo gli scambi in Asia ed Europa. Il greggio sfiora i minimi da sette anni, poi gira in recupero e orienta la Borsa americana. Milano accelera al ribasso con le banche. Il Pil dell'Eurozona confermato a +0,3% nel terzo trimestre, quello giapponese rivisto al rialzo: il Sol levante evita la recessione, ma Tokyo perde l'1%

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento