giovedì 3 dicembre 2015

La Corte d’appello ribalta il verdetto su Pistorius: “La morte di Reeva fu omicidio volontario”

L’ex atleta condannato, ora rischia 15 anni di carcere. La sentenza arriverà nel 2016
 
Bloemfontein (Sudafrica) 
 
«Qualsiasi persona razionale avrebbe dovuto prevedere che sparando quattro colpi di pistola in una toilette avrebbe ucciso». Con questa motivazione la Corte d’Appello di Bloemfontein (Sudafrica) ha deciso di ribaltare la sentenza di primo grado e condannare Oscar Pistorius per omicidio intenzionale della fidanzata Reeva Steenkamp, uccisa la notte di San Valentino del 2013 nella villa di Pretoria del campione paralimpico dopo una presunta lite di gelosia.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento