martedì 8 dicembre 2015

Migranti: naufragio al largo della Turchia, 6 bambini morti. Italia nel mirino Ue per impronte non prese

L'imbarcazione si è rovesciata al largo di Cesme: cercava di raggiungere la Grecia. Ritrovato anche il corpo di una bambina siriana di 5 anni annegata pochi giorni fa. Altri 11 morti su una barca diretta alla Canarie. Germania e Francia: "Ridurre il flusso"

ISTANBUL - Mentre l'Italia entra nel mirino della Commissione Ue per inadempienza nella registrazione dei migranti, un'ennesima tragedia si è consumata al largo della Turchia. Sei bambini, tra cui anche un neonato, sono morti nel naufragio avvenuto intorno alle 2:30 della scorsa notte di un gommone di profughi afghani al largo di Cesme, nella provincia di Smirne, sulla costa egea della Turchia. La Guardia costiera di Ankara ha salvato altre 8 persone. L' imbarcazione si è rovesciata al largo di Cesme mentre cercava di raggiungere la Grecia con un imprecisato numero di persone a bordo. Proseguono intanto le ricerche di altri possibili dispersi.

La bambina siriana. Nelle stesse ore, il corpo di una bimba siriana di 5 anni è stato ritrovato sulla spiaggia di Pirlanta a Cesme, nella provincia turca di Smirne sul mar Egeo. La piccola, identificata come Sajida Ali, sarebbe annegata in un naufragio di alcuni giorni fa.

La drammatica immagine del corpo della bimba sulla spiaggia, diffusa dai media locali, ricorda quella del ritrovamento del piccolo Aylan Kurdi, il bambino curdo-siriano di 3 anni annegato a inizio settembre con la madre e il fratellino di 5 anni.


Continua qui

Migranti: strage silenziosa, 700 bimbi morti in mare. 

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento