lunedì 14 dicembre 2015

Salva banche, ci sono 12.500 obbligazionisti coinvolti

Il controvalore delle obbligazioni subordinate supera i 431 milioni di euro. I casi più esposti sono 1.010 piccoli risparmiatori, con meno di 100mila euro depositati presso le banche

MILANO - Si definsicono con qualche dettaglio in più i numeri dei risparmiatori coinvolti nel salvataggio di quattro banche (CariFerrara, CariChieti, Banca Etruria e Banca Marche) e che si sono visti azzerare gli investimenti in obbligazioni subordinate e azioni. "I casi più esposti delle 4 banche sono stimati in 1.010 piccoli risparmiatori (persone con meno di 100 mila euro di risparmi presso la banca), con una concentrazione di bond subordinati superiore alla metà del proprio patrimonio. Il controvalore di tali obbligazioni è pari a 27 milioni", scrivono in un comunicato congiunto Nuove Banche CariFe, CariChieti, Marche e Etruria. "I clienti retail, cioè privati, possessori di obbligazioni subordinate oggetto del Decreto sono stimati essere circa 12.500, per un controvalore di circa 431 milioni di capitale".

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento