giovedì 7 gennaio 2016

Libia, camion-bomba contro scuola di polizia a Zlitan: 74 morti. Rivendica lo Stato Islamico

Un attentatore kamikaze è saltato con l'automezzo carico di esplosivo mentre centinaia di reclute assistevano alla consegna dei diplomi. Sarebbero oltre 100 i feriti. L'agenzia Amaq, fiancheggiatrice dello Stato Islamico, afferma che l'azione è stata messa a segno "da uno degli eroi dell'Is a Zliten"

TRIPOLI In Libia, un camion carico di tritolo è piombato in un centro di addestramento della polizia nella città costiera di Zliten, 60 chilometri a ovest di Misurata, causando un'autentica carneficina. L'esplosione è avvenuta mentre centinaia di reclute erano radunate per la cerimonia di consegna dei diplomi. L'ultimo aggiornamento arriva da al Arabiya, che citando fonti ospedaliere parla di 74 morti, oltre 100 i feriti. Lo Stato Islamico ha rivendicato l'attacco kamikaze attraverso la fiancheggiatrice agenzia Amaq, che afferma che l'attentato è stato messo a segno "da uno degli eroi dell'Is a Zliten". "Daesh ha rivendicato l'attentato", conferma il sito di al Arabiya, precisando che i cadaveri identificati sono 23.



"E' stata un'esplosione devastante" ha raccontato Muftah al-Himady, capo del consiglio di Zlitan. Testimoni hanno raccontato che i feriti sono stati portati via dall'area a bordo di ambulanze o dalle auto dei residenti. Il ministro della Salute ha proclamato lo stato d'emergenza e ha chiesto a tutti gli ospedali di aiutare nel trattamento dei feriti in arrivo.


Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento