venerdì 8 gennaio 2016

Madaya, la città assediata da Assad dove si muore di fame

Oltre 40 mila civili intrappolati da mesi nella località a ovest di Damasco al freddo e senza cibo. L’Onu: un convoglio umanitario potrà raggiungere l’area


INVIATO A MANAMA (BAHREIN)
«Che colpa abbiamo? I miei bambini possono mangiare solo foglie ed erba. Stanno morendo. Portateci armi, portateci angeli. Per misericordia, aiutateci». E’ l’appello disperato che arriva da uno degli abitanti di Madaya, un villaggio siriano sulle montagne vicino al confine con il Libano, sotto assedio da un mese da parte dell’esercito di Damasco. L’uomo parla in uno dei video e delle foto postate da attivisti locali per denunciare la situazione disperata. «La gente sta morendo al rallentatore – è la testimonianza di Louay, un’assistente sociale prigioniera anche lei da un mese -. La gente mangia foglie, fiori fatti crescere nei vasi in casa. Ne ho mangiato un petalo, amarissimo, ma non abbiamo altro».

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento