mercoledì 10 febbraio 2016

Catania, sgominato il clan Laudani: 109 ordinanze di custodia cautelare per mafia ed estorsioni

Pizzo, droga e armi all’ombra dell’etna. L’omertà delle vittime. La cosca retta da tre donne. Negli anni ’90 la famiglia era il braccio armato dei Santapaola



Un durissimo colpo mette in ginocchio il clan Laudani di Catania. Da stamattina è in corso un’operazione che vede impegnati 500 carabinieri che ha colpito, in Italia e all’estero, 109 indagati del clan mafioso conosciuto con il soprannome di “Mussi di ficurinia” (labbra di fico d’India).

L’inchiesta si concentra sulle attività criminali del clan, molto attivo nel settore del traffico di stupefacenti e delle estorsioni. Un’attività, quest’ultima, gestita in modo molto intimidatorio. Le vittime hanno negato di dover pagare il pizzo e poche hanno ammesso solo il fatto storico, senza però fornire elementi utile all’identificazione dei responsabili.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento