giovedì 25 febbraio 2016

NEVE in pianura al nord-ovest per sabato? Anche il modello americano ci crede...

Incredibili e sbalorditivi aggiornamenti del modello americano. Decisivo l'ingresso di aria fredda nei bassi strati sul catino padano tra i 400 ed 800m.


Quando arriva una depressione come quella del fine settimana e viene richiamata nei bassi strati aria fredda da est sul catino padano, spesso succede che le temperature ad 800m risultino molto simili a quelli che si riscontrano a 1500m, determinando la creazione di uno strato isotermico che, inizialmente caratterizzato da aria anche piuttosto secca, regge bene ed anzi si raffredda ancor più subentra aria umida.


In questo modo le precipitazioni possono risultare sorprendentemente nevose anche in pianura, anche se in quota non fa eccessivamente freddo. L'intensità dei fenomeni potrebbe oltretutto aiutare i fiocchi a preservarsi sino al piano tra Piemonte ed ovest Lombardia sino al pomeriggio di sabato.

In seguito l'avvezione mite, unita al riscaldamento diurno di fine febbraio, potrebbe risultare troppo marcata per preservare i fiocchi sino in pianura sull'ovest lombardo. Così la neve tenderebbe ad arretrare sul solo Piemonte, per poi rintanarsi tra Astigiano, Vercellese, Torinese e Cuneese, e ancor più nella notte su domenica quasi unicamente su Torinese e Cuneese.

Continua qui

LIGURIA: abbastanza pesanti i picchi precipitativi previsti per il prossimo fine settimana; il diagramma si riferisce all'area di Genova


Il commento meteo radiofonico di Grosso: "maltempo estremo in arrivo, poi piega instabile a marzo"

Sulle Dolomiti in arrivo 70 cm di neve

Meteo a 15 giorni: la primavera può attendere...

Anche il primo week-end di marzo sotto la pioggia?

 

 

 

 



Nessun commento:

Posta un commento