domenica 28 febbraio 2016

Ragazzina suicida dopo il sesso, caccia al cantante ultrasettantenne

Londra - Nello scandalo pedofilia che ha infangato la Bbc e ha avuto fra i tristi protagonisti il defunto disc-jockey Jimmy Savile sarebbe coinvolto anche «un cantante conosciuto a livello mondiale», come ha rivelato il Sunday Mirror senza fare il nome della famosa star internazionale, che sarebbe ancora vivente.

L’artista avrebbe sedotto e poi abusato sessualmente nel 1971 della 15enne Claire Alpine, che faceva la ballerina di “Top of the Pops” (celebre programma dell’emittente pubblica britannica, a lungo condotto da Savile), che dopo alcune settimane si uccise; a ricostruire i fatti è stata una amica della giovane, la 60enne Kelly Gold, che allora ballava vicino a Claire e ha raccontato di essere stata palpeggiata dal dj, definito «un pedofilo seriale: Claire è stata portata via dal palco», ha detto la Gold, aggiungendo che avrebbe poi passato la notte in un hotel con la star, di cui però non ha voluto rivelare il nome. Dopo poche settimane, la 15enne si tolse la vita.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento