martedì 15 marzo 2016

Dall’Appennino ligure alla Siberia, 11 mila chilometri per insegnare inglese a Yakutsk

Una prof. di Gavi è la prima (e unica) italiana registrata all’ufficio immigrazione della città

Lorella Fresia, 56 anni, a Yakutsk

Gavi (alessandria)
Da Gavi a Yakutsk, nel cuore della Siberia orientale. Lorella Fresia, 56 anni, a gennaio di un anno fa ha deciso di accettare questa sfida dall’altra parte del mondo, lasciando qui la sua famiglia con i suoi due figli per insegnare inglese e italiano in una scuola privata frequentata da ragazzi e adulti. Nella capitale della Repubblica della Sakha Yakutia, trecentomila abitanti, le temperature arrivano fino a -54° C. «L’appartamento in cui vivo – racconta Lorella - è per fortuna a pochi passi dalla scuola perché a quelle temperature non resisto più di dieci minuti. Sopra la camicia e il maglione indosso un giubbino termico, un piumino lungo fino al ginocchio, stivali imbottiti, cappello e sciarpe».

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento