giovedì 28 aprile 2016

Austria: "Al Brennero 250 poliziotti, se serve anche l'esercito". Alt Renzi: "Chiusura contro regole europee"

Alfano: "Inaccettabile". Bruxelles chiede chiarimenti a Vienna

L'Austria va avanti con il suo piano di introdurre i controlli al Brennero: in servizio ci saranno 250 poliziotti,  annuncia il capo della polizia tirolese Helmut Tomac in una conferenza stampa, spiegando che in caso di necessità "saranno inviati anche soldati, ma la decisione spetterà al ministero della Difesa". Non solo: le autorità austriache chiedono anche di poter effettuare controlli sui treni e sulla strada già sul territorio italiano: "L'allestimento di una rete sul confine italo-austriaco al Brennero dipende dall'Italia", dice ancora Tomac, che aggiunge. "In vista dell'imminente incontro dei ministri Sobotka e Alfano a Roma, sono stati rinviati i lavori di allestimento".

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento